Con la presente sono a comunicare di aver inviato nel pomeriggio le mie dimissioni con effetto immediato dalla commissione urbanistica del Comune di Trento.

Motivo la mia scelta a seguito delle scelte ipocrite, scellerate ed interessate del Sindaco in merito al PRG.

Cieco e sordo alle richieste dei cittadini, della circoscrizione di Gardolo e di alcuni consiglieri comunali di cui alcuni di maggioranza non si è voluto prendere il tempo per ridiscutere la questione a freddo.

Il tempo c’era per sospendere la seduta ma lui per il suo amato PRG, che di variantina si tratta, si è piegato a 90 alle minacce del ricatto del cdx con 2000 emendamenti ed ha concesso loro tutto quello che volevano.

Passata la cementificazione e lo sciacallaggio edilizio mascherato da cohousing cosi come l’Odg che prevede la reintroduzione “politica” del bacino delle Viote.

Nessun comprotamento poteva farmi piu schifo. Nessun comprotamento poteva essere cosi divisivo e contrapposto al piu importante obiettivo di piano proposto.

Sono felice di togliermi di dosso le vesti di commissario di una commissione che porta nel suo grembo le peggiori intenzoni edificatorie che io abbia mai visto. L’ipocrisia e la falsità a cui ho assistito mi fanno sperare che la legislatura si conlcuda davvero al piu presto.

 

*

Andrea Maschio

 

 

///

Foto tratta dal profilo Facebook

La Lega torna ai gazebo per il dialogo con i cittadini

La Lega del Trentino ha ripreso con oggi la sua presenza tra la gente con i tradizionali gazebo, partendo con la città ed i sobborghi di Trento.

Con molta soddisfazione i referenti hanno riscontrato la numerosa affluenza dei cittadini alle postazioni di via Oss Mazzurana e di Gardolo, sia per sottoscrivere le proposte di legge di iniziativa popolare che per il tesseramento 2020, con oltre una decina di tessere fatte nella mattinata.

Sotto il gazebo presenti i militanti Lega in numero consono al momento attuale, per rispettare le disposizioni vigenti, con la mascherina del Trentino ed il tradizionale spirito di incontro e ascolto dei cittadini.

Nella postazione centrale era presente, assieme al Segretario Nazionale Mirko Bisesti, al segretario organizzativo Gianni Festini Brosa e all’on. Martina Loss, anche il candidato sindaco di Trento del centro destra Alessandro Baracetti, che si è intrattenuto a lungo con i simpatizzanti.

Nelle prossime settimane i tradizionali punti di ascolto e confronto della Lega con i cittadini torneranno anche in tutti i principali comuni della provincia, non solo per la ripresa del tesseramento, ma anche per spiegare i programmi elettorali per la prossima tornata delle amministrative.

 

*

Lega Trentino
Per la Segreteria Nazionale
Gianni Festini Brosa

 

Coronavirus: zero decessi, zero contagi, un solo ricovero.

comunicato-abstract”>Gli zeri sono finalmente diventati 3: l’aggiornamento quotidiano dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari oggi indica infatti 0 decessi, 0 casi nuovi e 0 ricoverati in rianimazione. Anzi, il dato dei ricoveri è uno dei più bassi di sempre: 1 solo paziente necessita ancora delle cure ospedaliere in Trentino.

Rimane ancora molto significativa l’attività di screening con ben 1.717 tamponi analizzati di cui 739 da APSS, 792 da Cibio e 186 dalla FEM.