VIDEONEWS & sponsored

(in )

UIL FPL – TRENTINO * FASE 2: TOMASI, « IL COMUNE DI TRENTO RIAPRIRÀ GLI UFFICI, MA NON RISULTANO COMUNICAZIONI NEMMENO AI DIPENDENTI »

La fase 2 è alle porte e tutti i servizi stanno riorganizzando, con qualche polemica, le riaperture.

Anche gli Enti pubblici trentini hanno dato le prime indicazioni per il rientro del personale: la Provincia Autonoma di Trento, su sollecitazione di CGIL, CISL e UIL, ha condiviso le modalità operative e la relativa circolare in più incontri organizzati con le organizzazioni sindacali.

Il Comune di Trento, da parte sua, aveva convocato le rappresentanze sindacali interne per condividere una progettualità ancora in tempi non sospetti (circa 15 giorni fa) ma poi non ha più ritenuto di comunicare né ai propri dipendenti né tantomeno alle organizzazioni sindacali, le modalità che riteneva adottare per un rientro nel rispetto delle normative e della sicurezza dei propri collaboratori.

Oggi leggiamo sulla stampa locale che lunedì il Comune di Trento riaprirà le Circoscrizioni e gli uffici centrali, ma non risultano comunicazioni in merito nemmeno ai dipendenti che dovrebbero prendere servizio.

La UIL FPL ritiene questo atteggiamento del comune di Trento offensivo verso tutti i loro dipendenti e irrispettoso delle informazioni dovute contrattualmente alle Organizzazioni Sindacali, senza il rispetto delle norme di sicurezza che questo delicato periodo impone.

La fase 2 del comune può partire anche nei giorni successivi al 18 maggio ma è fondamentale che sia garantita la sicurezza e l’informazione dovuta ai dipendenti.

 

*

Marcella Tomasi

Segretaria Provinciale
UIL FPL Enti Locali