Domenica 1° marzo, alle ore 11.50 su Canale 5, nuovo appuntamento con “Melaverde”, il programma dedicato ad agricoltura, ambiente e tradizioni condotto da Vincenzo Venuto ed Ellen Hidding.

Vincenzo Venuto si trova a Napoli alla scoperta dello Stoccafisso, il merluzzo nordico che viene lavorato seguendo le tradizioni di un tempo.

Ellen Hidding, invece, si trova a Val Gandino, nella provincia di Bergamo, per raccontare la storia di uno dei più antichi mais d’Italia: il Mais Spinato di Gandino.

Inoltre, tutte le domeniche, alle ore 11.00, prima della trasmissione ‘ammiraglia’, va in onda “Le storie di Melaverde”, approfondimenti di temi già trattati ma riproposti in una chiave nuova.

Nella tarda mattinata la conferenza del Governo con i presidenti di Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano. Coronavirus, le decisioni del Trentino in linea con le direttive nazionali.

La riunione convocata nella tarda mattina di oggi dal premier Conte con i presidenti di Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano ha confermato la correttezza dei provvedimenti presi ieri dalla giunta provinciale. Tra questi ricordiamo in particolare la riapertura di università, scuole, e asili nidi; il rafforzamento delle misure di prevenzione; e le misure a sostegno nei settori del commercio e del turismo. Alla videoconferenza hanno partecipato il presidente della Provincia autonoma e l’assessore provinciale alla salute e il dirigente della Protezione civile, Raffaele De Col. Sempre oggi è arrivata la conferma che il Trentino è tra le regioni non esposte a rischio di contagio. Nei prossimi giorni, su richiesta delle regioni, saranno valutate con il governo delle misure specifiche sostegno delle attività economiche, con l’attivazione di tavoli dedicati.

Stamani la Conferenza convocata dal Governo con i presidenti di Regioni e Provincia autonoma di Trento e Bolzano ha discusso i provvedimenti adottati sul territorio nazionale per contrastare la diffusione del Coronavirus.

La riunione ha confermato che il Trentino è nella fascia di regioni non esposte al virus cinese e che i provvedimenti adottati ieri dalla giunta provinciale sono in linea con le direttive nazionali.

Rimangono i tre livelli individuati fin dalle prime ore dell’emergenza. Nell’area rossa – che comprende i 10 comuni del Lodigiano e quello di Vo’ in Veneto – permangono i divieti di ingresso e di circolazione. La conferenza ha confermato le misure della seconda fascia e che riguardano le Regioni del Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna. Le restanti regioni, Trentino compreso, rientrano invece nella fascia di territorio non esposta al rischio di contagio da Coronavirus. In queste aree sono confermati i provvedimenti di tipo preventivo, quali il divieto di gite scolastiche per tutta la durata dell’emergenza, l’abolizione della prima domenica del mese di accesso gratuito ai musei e l’estensione del lavoro agile.

Come detto, la riunione ha di fatto confermato la correttezza del provvedimento emanato ieri dalla giunta provinciale a contrasto del Coronavirus.

La decisione più importante riguarda la riapertura delle scuole (con la raccomandazione di comportamenti virtuosi per evitare qualsiasi forma di trasmissione), seguita dalle misure a sostegno delle imprese per complessivi 14 milioni di euro, con l’attivazione del Fondo di solidarietà, proposto dall’assessore provinciale allo sviluppo economico e lavoro. Si tratta di uno strumento di sostegno al reddito per quei lavoratori che si vedono ridotto l’orario di lavoro o che rimangono forzatamente “a casa” nei settori del commercio e turismo, considerando che industria e artigianato beneficiano di misure equivalenti.

Gli interventi adottati ieri in Trentine comprendono, tra gli altri, la massima visibilità in scuole, università e uffici pubblici alle misure di prevenzione stabilite dal Ministero rispetto al contagio. In particolare, nelle scuole, nelle pubbliche amministrazioni e, in special modo, nelle aree di accesso a strutture del Servizio sanitario, nonché in tutti i locali aperti al pubblico, si raccomanda la messa a disposizione degli addetti, nonché di utenti e visitatori, di soluzioni disinfettanti per il lavaggio delle mani. Le aziende di trasporto pubblico adotteranno interventi straordinari di sanificazione dei mezzi (700 quelli di Trentino Trasporti a cui si aggiungono i treni della Trento-Malè e di Trenitalia) e per arieggiarli periodicamente. Sospesa anche la disposizione che prevede la salita sugli autobus dalla sola porta anteriore. Infine si raccomanda anche di mantenere sotto controllo il sovraffollamento nei vari luoghi, in particolare quelli chiusi (come i locali pubblici), dove si consiglia una distanza di almeno 1 metro fra una persona e l’altra.

Coronavirus, formazione a distanza per gli operatori della sanità. Sono già circa 20.000 gli iscritti, tra i professionisti della sanità, al corso di Formazione a Distanza (FAD) “Emergenza sanitaria da nuovo coronavirus SARS CoV-2: preparazione e contrasto”, organizzato dalla Presidenza, dal Servizio Formazione e dal Dipartimento Malattie Infettive dell’ISS, e disponibile sulla piattaforma web dell’Istituto https://www.eduiss.it.

Con questa FAD, accessibile fino al 28 aprile 2020 e della durata complessiva di 16 ore, l’ISS vuole offrire ai professionisti della sanità indicazioni chiare per affrontare l’emergenza dovuta al nuovo coronavirus (SARS CoV-2), avvalendosi delle evidenze scientifiche attualmente disponibili e delle fonti ufficiali di informazione e aggiornamento.

Il corso prevede tre unità di apprendimento rilasciate in successione, a cadenza settimanale, il 28 febbraio, il 6 marzo e il 13 marzo. Le unità intendono formare i partecipanti, rispettivamente, sulle caratteristiche dell’emergenza sanitaria e sulle attività nazionali e internazionali che si stanno attuando in merito; sulla sorveglianza, come pure sull’individuazione e gestione dei casi sospetti; su tutto ciò che concerne le attività di prevenzione, identificazione e controllo negli ambienti clinici e di comunità. Tutto questo tramite la simulazione di scenari, quiz interattivi, tutorial.

Tra le risorse a disposizione dei partecipanti: news, FAQ (Frequently Asked Questions); link a siti e a risorse aggiornate, materiali multimediali.

Per iscriversi: https://www.eduiss.it

Per ogni informazione attinente al corso si prega

: fad.coronavirus@iss.it

Per informazioni tecnico metodologiche contattare: formazione.fad@iss.it

 

 

 

glossario-28_2_2020

Febbraio solidale in Trentino, in 80 a Riva del Garda per la chiusura del mese dedicato alla solidarietà con Sol.Id Onlus.

Si è concluso con ieri sera “Febbraio Solidale” il mese interamente dedicato alla solidarietà in Trentino Alto Adige. Una collaborazione tra Riva del Garda, Trento e Bolzano che grazie all’associazione di volontariato internazionale Solidarité Identités Onlus, hanno ospitato conferenze, relatori illustri ed eventi di aggregazione per condividere insieme alla cittadinanza i progetti di solidarietà dell’associazione al fianco dei popoli in lotta.

“Una opportunità di crescita attraverso la collaborazione dei nostri volontari e i cittadini del trentino, sempre sensibili ai temi della solidarietà – queste le parole in nota di Giulia Pilloni, volontaria per Sol.Id Onlus e responsabile dell’associazione per il Trentino Alto Adige – la rete di solidarietà che infatti ogni volta si crea con i nostri concittadini è di fondamentale importanza per lo sviluppo delle nostre attività, dalla raccolta di materiale destinato ai paesi dei quali sosteniamo le battaglie, alla partecipazione ad eventi culturali e di beneficienza”.

“La seconda edizione di un Febbraio Solidale che ha toccato tutti i temi più cari alla nostra associazione, partendo dalla conferenza di Trento insieme al giornalista Roberto Vivaldelli e il reporter di guerra Gian Micalessin, grazie ai quali abbiamo approfondito l’attuale scenario in medioriente, parlando di Siria, Iran e del nostro progetto “turismo solidale”, oggetto della conferenza tenutasi a Laives con i nostri volontari Andrea Bonazza e Fulvio Cobaldi, progetto destinato a sostenere la ripresa economica della Siria riallacciando quei naturali rapporti che legano la nostra popolazione alla loro.

Fino alla cena di ieri sera, a Riva del Garda, evento conclusivo che ha visto la generosa partecipazione di quasi ottanta persone, cittadini che hanno scelto con noi di rivolgere lo sguardo a conflitti lontani tendendo una mano ai popoli in lotta”.

“Dalla Siria al Kosovo e poi dallo Yemen alla Birmania, per parlare dei nuovi progetti portati avanti insieme e grazie all’associazione Popoli Onlus, al fianco del popolo Karen, nella costruzione di cliniche, villaggi, nel sostegno all’istruzione dei più giovani, per ribadire ancora una volta – conclude la nota – la nostra vicinanza alle battaglie più sacre del diritto all’autodeterminazione dei popoli”.

A seguito della decisione di alcuni Paesi di imporre restrizioni all’accesso di passeggeri provenienti dall’Italia o che vi abbiano soggiornato negli ultimi 14 giorni, assunte al fine di limitare l’espansione della epidemia Covid19, l’ENAC, Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, fornisce le seguenti informazioni in merito alla tutela dei diritti previsti dal Regolamento Comunitario numero 261 del 2004 per i casi di cosiddetta “forza maggiore”.

I passeggeri che sono in possesso di biglietto aereo il cui volo è cancellato, i passeggeri che, pur non avendo subito la cancellazione del volo, sono comunque soggetti alle restrizioni di Paesi terzi imposte nei confronti delle persone che provengono o che abbiano soggiornato in Italia negli ultimi 14 giorni e i passeggeri che per ordine delle Autorità sono soggetti a misure di contenimento dell’epidemia da Covid19 e che quindi non possono usufruire del biglietto aereo.

 

*

hanno diritto al rimborso del prezzo del biglietto da parte del vettore;

non hanno, invece, diritto alla compensazione pecuniaria di cui all’art. 5 del Reg. numero 261 del 2004 che regola i casi di cancellazione, negato imbarco e ritardo prolungato in quanto la cancellazione del volo non è dipendente da causa imputabile al
vettore.

Ordinanze e decreti. Mentre nelle Regioni a statuto ordinario il Decreto del presidente del Consiglio dei ministri del 25 febbraio 2020 indica come ulteriore misura di contenimnto del coronavirus, fino al prossimo 15 marzo, la riammissione alle scuole di ogni ordine e grado per assenze dovute a malattia di durata superiore a cinque giorni l’obbligo di presentarsi a scuola solo dietro presentazione di certificato medico, come Cisl medici del Trentino plaudiamo alla terza Ordinanza del Presidente della Provincia Autonoma di Trento, di ieri, laddove si è fatta segnalazione ai cittadini ma soprattutto ai medici di medicina generale di attenersi a quanto previsto dalla Legge 19 del 2007.

Pertanto i genitori dei ragazzi che vanno a scuola in Trentino da lunedì 2 marzo, non necessitano di presentarsi negli ambulatori dei medici di famiglia o delle guardie mediche a richiedere certificati di rientro per i propri figli, che non siamo tenuti a dare per ordinanza provinciale e Legge trentina.

Sarebbe opportuno che qualcuno lo facesse sapere alle Scuole di ogni ordine e grado che da anni, tramite i genitori, richiedono ancora tali certificati ai medici, mettendoli spesso in difficoltà.

Meno conprensibile è l’allegato 1 alla Ordinanza del presidente Fugatti, dove si pubblicizza, non tanto la Provincia autonoma di Trento ma un sindacato medico della medicina generale che attualmente ha, in Italia, 22.900 iscritti rispetto ai 40.000 che non sono iscritti ad esso; ed in Trentino rappresenta una minima minoranza rispetto alla maggioranza assoluta della Cisl medici del Trentino, che plaude, unica fra i sindacati, all’Ordinanza di Fugatti. Ci aspettavamo che nelle Ordinanze, almeno, la pubblicità rimanesse esclusa dalle prerogative del Governatore di una Provincia a Statuto Speciale.

 

*
Dott. Nicola Paoli
Segretario Generale Cisl medici del Trentino

 

 

 

 

 

 

 

 

 

A22, il nuovo casello di Ala Avio sarà un’opportunità di crescita e sicurezza. Il presidente della Provincia autonoma di Trento esprime soddisfazione per la decisione di Autobrennero.

“La realizzazione del nuovo casello A22 di Ala Avio rappresenta la migliore risposta ad esigenze di sicurezza viaria ma anche un’opportunità di crescita della Vallagarina, e conferma l’attenzione della società Autobrennero verso i territori, nonostante il protrarsi dei tempi di rinnovo della concessione”. Il presidente della Provincia autonoma di Trento esprime così la propria soddisfazione all’annuncio di Autobrennero di investire e dotare il Trentino di migliori infrastrutture.

La nuova stazione autostradale di Ala-Avio e del Centro per la Sicurezza Autostradale è un intervento che la Vallagarina attendeva da tempo perché consentirà di ridisegnare il collegamento con la viabilità ordinaria. Attualmente la connessione con la A22 è caratterizzata da un incrocio a “T”, per di più prossimo ad una curva. “Negli scorsi mesi – spiega il presidente della Provincia autonoma di Trento – avevo fatto presente ad A22 della situazione critica di Ala Avio in termini di sicurezza e causa di numerosi incidenti. Alla società avevo chiesto di accelerare i tempi di un eventuale avvio dei lavori”.

La decisone del consiglio di amministrazione di A22 di procedere il prima possibile all’affidamento dei lavori, previa intesa con il Ministero dei Trasporti, è quindi la risposta migliore – sempre secondo il presidente della Provincia autonoma – alle esigenze di un territorio che, oltre alla viabilità, intende crescere e dotarsi di infrastrutture sempre migliori.

La 25° puntata di “Domenica In”, in onda domenica 1 marzo alle 14.00, in diretta dagli Studi ‘Fabrizio Frizzi’ di Roma e condotta da Mara Venier, si aprirà con un’ampia intervista al giornalista Vincenzo Mollica, in pensione dal 29 febbraio, dopo 40 anni di attività al TG1. Per l’occasione, verrà mostrato anche un filmato inedito realizzato da Adriano Celentano e che contiene immagini del ‘molleggiato’ e di Vincenzo Mollica, da sempre grandi amici.

Ancora tanto spazio alla musica con Marco Masini, che si esibirà al pianoforte cantando alcuni dei suoi celebri successi oltre al brano “Il confronto”, presentato a Sanremo. Le Vibrazioni, invece, canteranno il brano “Dov’è”, mentre Michele Zarrillo accennerà alcune delle sue bellissime canzoni per poi esibirsi con il brano sanremese “Nell’estasi o nel fango”.

La storia dell’indimenticabile Renato Rascel rivivrà attraverso un’ampia intervista con Giuditta Saltarini, sua compagna per tanti anni, con la quale si ripercorreranno i momenti più belli della loro carriera e della loro storia d’amore dalla quale nacque il figlio Cesare, oggi apprezzato cantante e musicista.

La puntata si concluderà con un’intervista al Ministro delle Politiche Giovanili e dello Sport Vincenzo Spadafora, che interverrà insieme alla Nazionale italiana di pallanuoto.

Rene, mano, salute della donna: tornano le giornate d’informazione e prevenzione. Via libera dalla Giunta provinciale ad esami e visite gratuite.

Si ripeteranno anche quest’anno, salvo eventuali sospensioni o rinvii dovuti all’emergenza coronavirus, le giornate informative, diagnostiche e di prevenzione dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari riguardanti la salute della mano, le malattie renali e la salute della donna, iniziative per le quali la Giunta provinciale ha disposto oggi, con una delibera firmata dall’assessore alla salute, l’esenzione per i cittadini dalla compartecipazione alla spesa e il libero accesso.

Queste le date previste:

H-Open Week sulla salute della donna 2020

Dal 6 al 9 marzo 2020

A Rovereto, presso Unità operativa di Ginecologia dell’Ospedale di Rovereto, nell’abulatorio n. 31 al 1° piano saranno effettuate visite ginecologiche dedicate a donne interessate alla menopausa (fascia di età 45-60 anni), fino ad esaurimento dei posti disponibili, telefonando in segreteria di reparto al nr. 0464/403934 dalle ore 8.30 alle 15.00 dal lunedì al venerdì.

Ad Arco presso l’Unità Operativa di Ginecologia dell’Ospedale di Arco visite ginecologiche gratuite con eventuale esecuzione di ecografia e pap-test (se indicato dal medico) nelle giornate:
– venerdì 6 marzo 2020 dalle ore 14.00 alle ore 15.30 presso il reparto di ginecologia, 3° livello dell’Ospedale di Arco;
– lunedì 9 marzo 2020 dalle ore 14.00 alle ore 15.30 presso l’ambulatorio n. 17 e n. 15 al 2° livello dell’Ospedale di Arco.
L’accesso alle prestazioni sarà gratuito previa prenotazione obbligatoria chiamando il nr. 0464/582766 – 0464/582350 dalle ore 8.00 alle ore 15.00.

Giornata mondiale del rene

Giovedì 12 marzo 2020

A Trento, in Piazza Cesare Battisti, dalle ore 8.30 alle 13.00, presso un camper-gazebo sarà possibile per la cittadinanza sottoporsi, a cura dell’Associazione provinciale Amici della Nefrologia e Croce Rossa Italiana, al controllo della pressione arteriosa, all’esame estemporaneo delle urine ed avere materiale informativo sulle norme generali di prevenzione delle malattie renali.

8° Giornata nazionale per la salute della mano

Sabato 16 maggio

A Tione, presso l’Ambulatorio ortopedico dell’unità Operativa di Ortopedia dell’Ospedale di Tione, dalle ore 8.00 alle 14.00 saranno effettuate visite ortopediche gratuite della mano, a seguito di prenotazione telefonica chiamando il

Illuminate. St 2019 Ep 1 – Oriana Fallaci: il lato oscuro della Luna. A guidare il racconto del primo docu-film di questa seconda serie di “Illuminate” è l’attrice Sabrina Impacciatore che, attraverso la raccolta di preziose testimonianze, si immerge in una ricerca attenta e sentita sulle tracce della personalità di Oriana Fallaci e degli eventi più significativi della sua carriera, descrivendo anche gli aspetti più umani e privati di una scrittrice che con il suo carattere forte e solitario ha vissuto con coraggio e determinazione. Regia di Marco Spagnoli.

 

LINK VIDEO

(Pagina 1 di 85)