La puntata di “Domenica In”, in onda il 19 gennaio alle 14.00 su Rai1 in diretta dagli Studi ‘Fabrizio Frizzi’ di Roma e condotta da Mara Venier, si aprirà con una ampia intervista alla soprano e attrice Katia Ricciarelli, che quest’ anno festeggia 50 anni di carriera.

Teo Teocoli interverrà interpretando alcuni dei suoi celebri personaggi. L’attrice Veronica Pivetti si racconterà in una intervista parlando della sua carriera e del suo ultimo romanzo ‘Per sole donne’, che sta già avendo un notevole successo di critica e di vendite.
Lo chef Joe Bastianich interverrà in studio per raccontare a Mara Venier l’evoluzione che sta dando alla sua vita, inseguendo la sua grande passione per la musica, per poi esibirsi in studio cantando il singolo ‘Nonna’ (97 years), dedicato alla sua adorata nonna Erminia.

Nel corso della puntata ci sarà anche un ampio spazio dedicato al prossimo Festival di Sanremo con un talk nel quale saranno protagonisti i giornalisti: Dario Salvatori, Marino Bartoletti, Emanuela Castellini e due cantanti che hanno già partecipato al Festival di Sanremo, come Francesco Facchinetti e il cantautore Briga.

“Risanamenti e ristrutturazioni: solo un business per le piccole e micro imprese o anche una nuova cultura dell’abitare e del fare impresa?”. È il titolo dell’evento organizzato da CNA Nordest, con la partecipazione della Confederazione Nazionale Artigianato per la quale sarà presente il presidente nazionale, Daniele Vaccarino, che si terrà venerdì 24 gennaio, a partire dalle ore 10,30, nella Sala Sciliar del MEC (Centro Congressi della Fiera di Bolzano) in occasione di Klimahouse 2020. La moderazione sarà curata da Licia Colò, noto volto televisivo, da sempre impegnata sulle tematiche della crescita green e della sostenibilità.

Si tratta della seconda presenza consecutiva di CNA nazionale e CNA Nordest alla Klimahouse. Già a gennaio 2019, le tre confederazioni di Trentino Alto Adige, Veneto e Friuli Venezia Giulia avevano organizzato un evento sulla promozione della filiera green tra le micro, piccole e medie imprese dell’artigianato, sviluppando un programma formativo in tutto il Triveneto con la possibilità di esportare la best practice a livello nazionale grazie alla Confederazione nazionale e alla collaborazione con Fiera Bolzano e Agenzia CasaClima di Bolzano.

Quest’anno il focus è spostato su un evento formativo per artigiani e piccoli imprenditori del Triveneto, ma anche per tutti gli interessati presenti in Fiera, affinché il know how del fare impresa possa coniugarsi al meglio con la nuova cultura dell’abitare, a partire dal singolo appartamento, per coinvolgere interi edifici da costruire o risanare, quartieri e centri urbani nel loro complesso.

“L’artigiano – spiega Claudio Corrarati, presidente di CNA Trentino Alto Adige e portavoce di CNA Nordest – non dovrà solo eseguire lavori a regola d’arte, ma dovrà diventare consulente per proporre soluzioni che consentano di abitare bene in un contesto ecosostenibile. Affinché il concetto “costruire bene per vivere bene” diventi patrimonio delle micro, piccole e medie imprese, che devono diventare protagoniste assolute della sostenibilità, abbiamo invitato Licia Colò, nei panni di presentatrice, moderatrice, curatrice delle interviste ai relatori del convegno ed essa stessa promotrice del vivere sostenibile. Proprio lei, che ha dedicato la sua carriera televisiva alla tutela dell’ambiente e allo sviluppo sostenibile, porterà alle imprese quel messaggio di cambiamento culturale e di mentalità che CNA vuole diffondere a livello nazionale”.

Il programma prevede, alle ore 10,30 l’introduzione dei Presidenti di Cna Trentino Alto Adige (Claudio Corrarati), Cna Veneto (Alessandro Conte), e Cna Friuli Venezia Giulia (Nello Coppeto), che illustreranno i progressi fatti nella sinergia interregionale sullo sviluppo dell’edilizia, dell’impiantistica e dei serramenti green.

Il primo relatore sarà l’ing. Ulrich Santa, direttore dell’Agenzia Casaclima, che parlerà su “Scenari presenti e futuri del modello CasaClima: dall’appartamento, alle città e al territorio”. Seguirà la relazione dell’arch. Gianni Sarti (Energy manager di CNA Trentino Alto Adige) sul tema “La riqualificazione delle micro, piccole e medie imprese artigiane nell’ottica della Green economy. La forza delle reti d’impresa. Il concetto dell’abitare bene”. Dopo toccherà all’ing. Francesco Marinelli, presidente di Ecoaction Veneto sul tema “Le potenzialità della rigenerazione urbana e il ruolo delle imprese. Un esempio virtuoso: la città di Pistoia”.

Le conclusioni saranno affidate al presidente nazionale CNA, Daniele Vaccarino, che traccerà, intervistato da Licia Colò, un quadro politico, normativo e fiscale sugli incentivi per le ristrutturazioni (la parziale abolizione dell’articolo 10 del decreto Crescita), sulle proposte a livello nazionale per incentivare l’edilizia ecosostenibile e sull’impegno della Confederazione per diffondere in tutta Italia il modello CasaClima.

Domenica 19 gennaio 2020, in prima serata su Canale 5, riparte “LIVE – NON È LA D’URSO”, il programma di VideoNews condotto da Barbara d’Urso.

Dopo quattro anni di lontananza dalle telecamere, Anna Oxa torna in tv e si racconta in un’intensa intervista alla padrona di casa.

Spazio poi alla strana scomparsa di Luigi Mario Favoloso: in studio Loredana Fiorentino, madre del ragazzo, e l’ex fidanzata Nina Moric.

Ai microfoni di Barbara d’Urso, dopo la squalifica dalla casa di Grande Fratello VIP, Salvo Veneziano si difenderà dalle gravi accuse ricevute in seguito alle sue frasi sessiste.

E ancora, Alex Belli e la compagna Delia Duran sfideranno insieme le 5 agguerritissime sfere.

Tra gli altri ospiti presenti a “LIVE – NON È LA D’URSO” Rodrigo Alves, il ken umano recentemente diventato donna.

Nella trasmissione è centrale il ruolo del pubblico a casa che potrà esprimere il “Live Sentiment” delle storie raccontate in studio attraverso l’APP e il sito di Mediaset Play (www.live.mediasetplay.it).

Apre la puntata un documentario sulla Tunisia del film maker Salvatore Braca.

Un documentario sulla Tunisia del film maker Salvatore Braca aprirà la puntata di Kilimangiaro, il programma di Rai3 condotto da Camila Raznovich, in onda domenica 19 gennaio alle 15.55. Seguirà il racconto della viaggiatrice in solitaria Paola Giacomini, con le suggestive immagini del suo viaggio a cavallo in Mongolia, sulle orme di Gengis Khan.

Seconda tappa a Cuba per la Cuoca Rosa, mentre per I Viaggi Gourmet la classifica sarà accompagnata dallo chef Lorenzo Biagiarelli.

Quindi Camila incontrerà il linguista Giuseppe Antonelli, che parlerà di tre parole scaturite dal genio di Federico Fellini, di cui nel 2020 ricorrono i 100 anni dalla nascita, e i 60 dall’uscita de La Dolce Vita. Come sempre, Mario Tozzi affronterà i temi della terra e dell’ambiente, mentre la rubrica “Diario del Mondo” ospiterà l’inviata del TG1 Cristina Guerra.

Tra gli altri filmati: i viaggiatori “al rallentatore” Ludovico De Maistre e Gabriele Saluci, con la prima tappa del loro trekking in Giordania.

Infine, la biologa marina Mariasole Bianco parlerà di “tentacoli marini” in tutte le loro infinite manifestazioni.

Agenda 2030, grande interesse da parte di sindacati agricoli e categorie produttive. Via al confronto promosso dal vicepresidente Tonina per costruire il Trentino sostenibile di domani.

Sindacati agricoli e categorie produttive a confronto con la Giunta provinciale su Agenda 2030, il percorso che porterà alla definizione di una strategia provinciale per un futuro che assicuri condizioni di vita eque e dignitose per tutti, senza compromettere i sistemi naturali. I due incontri – promossi dal vicepresidente della Giunta e assessore all’urbanistica, ambiente e cooperazione, Mario Tonina, affiancato dal dirigente della strategia sviluppo sostenibile 2030, Claudio Ferrari – hanno portato ad una prima condivisione del percorso per il processo partecipativo grazie al supporto del dirigente generale Giovanni Gardelli.

E’ stato inoltre richiesto di individuare i nominativi dei rappresentanti delle categorie che parteciperanno ai tavoli istituiti sui 10 obiettivi dell’Agenda (stili di vita, acqua, territorio, economia circolare, responsabilità sociale, turismo sostenibile, agricoltura, riduzione delle emissioni, parità di genere e povertà). A partire dal mese di marzo si terranno gli incontri sul territorio provinciale.

Nella riunione con i sindacati agricoli (Coldiretti, Confagricoltura, Assiciazione Contadini, Acli terra, CIA), assieme al vicepresidente, in rappresentanza della Giunta era presente l’assessore all’agricoltura, Giulia Zanotelli, e il dirigente generale Romano Masè. Per quanto riguarda il secondo incontro con le categorie produttive (Confcommercio, Artigiani, Confindustria, Confesercenti, Asat, Federazione trentina della Cooperazione), l’invito è stato condiviso con gli assessori allo sviluppo economico e al turismo, rispettivamente Achille Spinelli e Roberto Failoni. “Attraverso il contributo, il dialogo, gli spunti che ogni cittadino, associazione e categoria vorrà dare e attraverso gli incontri che ci saranno su tutto il territorio provinciale, costruiremo insieme il Trentino sostenibile del futuro” sono le parole dell’assessore all’ambiente Tonina.

Grande è stato l’interesse manifestato dalle categorie, che hanno dimostrato consapevolezza rispetto all’importanza dei temi al centro di Agenda 2030. I rappresentanti degli agricoltori hanno evidenziato come la partecipazione al percorso sia un’occasione importante per comunicare ciò che di positivo viene già fatto per la sostenibilità ambientale. Per questo motivo, i sindacati hanno comunicato la propria intenzione di prendere parte all’intero percorso. Confindustria ha ricordato invece come, in occasione della sua recente assemblea di categoria, sia stato posto l’accento sulla sostenibilità e sulla responsabilità sociale d’impresa. Tutti gli attori coinvolti hanno peraltro evidenziato la necessità di promuovere delle azioni concrete, affinché l’approccio trasversale dell’iniziativa abbia una ricaduta e coinvolga in modo altrettanto trasversale l’intero corpo delle strutture provinciali (dai Dipartimenti ai Servizi, dalle Agenzie agli enti collegati), in modo che gli stimoli che usciranno dal processo di Agenda 2030 possa avere degli effetti concreti su tutto il sistema provinciale.

Ossana, via libera alla centralina idroelettrica sul torrente Vermigliana. L’autorizzazione è stata approvata dalla Giunta, su proposta dell’assessore Tonina.

Una nuova centralina idroelettrica sarà realizzata sugli scarichi della centrale esistente sul torrente Vermigliana, nel Comune di Ossana. L’autorizzazione è arrivata dalla Giunta provinciale, su proposta dell’assessore all’ambiente, Mario Tonina. I lavori avverranno in deroga alle norme di attuazione del Prg, così come richiesto dal sindaco Luciano Dell’Eva, dopo il voto favorevole arrivato anche in sede di consiglio comunale. “Questa iniziativa – osserva l’assessore Tonina – è particolarmente importante per il Comune di Ossana e la sua comunità, che ne ricaverà risorse utili per il territorio che rimarranno per molti anni”.

L’intervento prevede la realizzazione di una nuova centrale idroelettrica ad acqua fluente attraverso lo sfruttamento delle acque del torrente Vermigliana captate dagli scarichi della centrale esistente in capo alla Vermigliana spa. Sono previste due opere di presa direttamente sugli scarichi della centrale esistente; l’attraversamento in sub-alveo con due tubazioni di adduzione con partenza dalle opere di presa; la vasca di carico e partenza condotta in sinistra orografica posizionata a lato del torrente; la condotta forzata verso il nuovo edificio centrale; l’attraversamento del torrente con condotta forzata sostenuta da una struttura reticolare; il nuovo edificio centrale previsto in destra orografica nei pressi del campo sportivo di Ossana; lo scarico per la restituzione delle acque nel torrente. L’edificio centrale completamente fuori terra sarà posto nei pressi del campo sportivo di Ossana. Accanto alla struttura, verrà realizzato un nuovo edificio per l’alloggio dei trasformatori, del locale scambio e del locale misure, praticamente interrato.

il 25 marzo 2019 sei Associazioni di protezione ambientale attive in Trentino (ENPA-Ente Nazionale Protezione Animali, Italia Nostra, Legambiente, LIPU, Mountain Wilderness e WWF) avevano inviato alla Provincia autonoma di Trento i nomi dei propri rappresentanti (Luigi Casanova e Luciano Rizzi) e dei rispettivi supplenti (Marco Tessadri e Fernando Boso) in seno alla Cabina di regia delle aree protette e dei ghiacciai.

Solo il 21 giugno 2019, la Giunta della Provincia autonoma di Trento, con deliberazione n. 940, ha provveduto a nominare la Cabina di regia, ma la prima riunione è stata convocata – su sollecitazione delle stesse Associazioni – solo il 2 agosto.

Nel corso del 2019 la Cabina di Regia si è riunita solo un’altra volta, l’11 dicembre, e all’ordine del giorno di quest’ultima convocazione è stato inserito l’esame delle Linee Guida per gli eventi in montagna.

In tale occasione Casanova e Rizzi hanno chiesto di poter presentare, nel giro di breve tempo, un documento di osservazioni / integrazioni al documento provinciale, dopo un confronto con i rappresentanti delle associazioni di protezione ambientale, ma il 20 dicembre 2019 la Giunta Provinciale – su proposta del Vicepresidente Tonina – ha approvato il documento,senza attendere eventuali contributi esterni.

Le Associazioni, viste le numerose criticità contenute nel documento varato dalla Giunta Provinciale, hanno deciso di elaborare un documento di osservazioni alle Linee Guida per gli eventi in montagna, che sarà illustrato in una

CONFERENZA STAMPA che si terrà a TRENTO presso la sede di Italia Nostra e Legambiente (Via Oss Mazzurana, 54)

MERCOLEDI’ 22 GENNAIO alle ore 11.00.

Saranno presenti, insieme a vari rappresentanti delle Associazioni, Luigi Casanova e Luciano Rizzi, che presenteranno anche le osservazioni alla bozza di regolamento per il funzionamento della Cabina di Regia, trasmesse all’Assessore competente e ai Servizi provinciali il 14 gennaio.

Con la presente invitiamo cortesemente gli organi di stampa e d’informazione a partecipare all’appuntamento.

Grazie per l’attenzione. Cordiali saluti.

Ivana Sandri
ENPA – Ente Nazionale Protezione Animali

Beppo Toffolon
Presidente della sezione trentina di Italia Nostra

Andrea Giachetti
Presidente del Circolo di Trento di Legambiente

Sergio Merz
Delegato regionale LIPU

Franco Tessadri
Presidente nazionale di Mountain Wilderness

Aaron Iemma
Associazione per il WWF Trentino

Agenda 2030: esercizio di futuro sullo Sviluppo sostenibile in Trentino. A Borgo Valsugana il 20 gennaio alle ore 18 presso la Biblioteca comunale.

Il primo degli incontri condotti dagli esperti del MUSE per illustrare gli obiettivi di Sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 approvata dall’ONU e, soprattutto, come il Trentino sta affrontando le sfide della sostenibilità, si svolgerà a Borgo Valsugana lunedì 20 gennaio alle ore 18.00. L’appuntamento è in Biblioteca comunale. Sarà approfondito anche il processo partecipativo voluto dalla Provincia autonoma per permettere a tutti di contribuire alla definizione della Strategia provinciale per lo Sviluppo sostenibile.

L’incontro è aperto a tutti coloro che hanno a cuore il futuro del Trentino e del nostro pianeta.

 

GIORGIA MELONI A BIBBIANO: “SIAMO STATI I PRIMI AD ARRIVARE, SAREMO GLI ULTIMI AD ANDARCENE!

 

Sul posto ha fatto una diretta Facebook: https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=526663451390159&id=38919827644

La capitana della “Sea-Watch III”. 17 gen. Rete 4. Mentre Carola Rakete viene scagionata da ogni accusa, Matteo Salvini, livido, rischia di andare alla sbarra.

 

 

LINK VIDEO

(Pagina 1 di 4)