Domani, ‪lunedì 4 novembre, in prima serata su Retequattro, nuovo appuntamento con “Quarta Repubblica”, il talk show di politica ed economia, condotto da Nicola Porro.

Al centro della puntata, con interviste ai protagonisti e documenti inediti, si affronterà la vicenda Retelit, la società di telecomunicazioni a cui Giuseppe Conte fornì un parere legale pochi giorni prima di diventare premier e su cui riferirà martedì alla Camera.

Grande attenzione sarà dedicata anche all’economia, in particolare alle nuove “tasse verdi” e alle misure antievasione fiscale previste dalla Manovra, che domani approderà in Senato per essere approvata, e alla proposta della senatrice Liliana Segre di istituire una Commissione contro l’odio.

Si tornerà poi a parlare del tema immigrazione con un reportage in Bosnia, dove centinaia di migranti, per la maggior parte affetti da scabbia e tubercolosi, aspettano di pagare un “passeur” per entrare in Europa attraverso la frontiera italiana. E ancora, un servizio all’interno del Cara di Bari che sta ospitando i migranti sbarcati dalle navi delle Ong.

Tra gli ospiti della serata: il ministro per il Sud Giuseppe Provenzano (Pd), il governatore dell’Emilia-Romagna Stefano Bonaccini (Pd), Lucia Borgonzoni (Lega), il direttore del Teatro Eliseo di Roma Luca Barbareschi, il politologo Luca Ricolfi, il direttore de “Il Giornale” Alessandro Sallusti, il direttore de “La Verità” e “Panorama” Maurizio Belpietro, Mario Giordano, i giornalisti Stefano Cappellini, Emanuele Fittipaldi e Luca Telese.

La cucina gardesana esce a riveder le stelle.

I grandi chef e gli eccellenti ristoratori locali decretano l’eccellenza dei prodotti del Garda Trentino pronti a conquistare anche le tavole delle celebrità: Garda con Gusto chiude in bellezza inaugurando una stagione luminosa dell’enogastronomia sul versante settentrionale del lago più famoso d’Italia.

E’ talmente forte la fascinazione enogastronomica che Garda con Gusto 2019 ha messo in circolo, nella tre giorni a Riva del Garda conclusasi oggi, domenica 3 Novembre, che presto o tardi (più presto che tardi) anche le celebrità di Hollywood assaporeranno gli straordinari prodotti del Garda Trentino, sulle cui tavole viene servito davvero il cibo degli dei.

Filippo Sinisgalli, partito dalla Val Rendena in cerca di fortuna, è diventato tanto bravo e famoso da creare una società, Il Palato Italiano che realizza pranzi e cene esclusive per i nomi più famosi dello star-system, ed è planato su Garda con Gusto per raccontare le sue esperienze davvero uniche a casa delle stelle dello spettacolo. “A contatto con simili personaggi – ha raccontato Sinisgalli, allievo della scuola di Gualtiero Marchesi – ho capito che le materie prime sono tutto, anche perché noi immaginiamo queste persone amare cibi particolarissimi e sofisticati, mentre il piatto preferito di Susan Sarandon è spaghetti al pomodoro, ma debbono essere molto buoni, ovviamente. Ecco perché amo il Garda Trentino, la cui natura regala alimenti così speciali e genuini, squisiti anche senza artifici”.

Gennaro Esposito, due stelle Michelin e famoso volto televisivo, ha invece scoperto un’analogia particolare nel Garda Trentino. “La cosa incredibile per me – ha spiegato – è stato rendermi conto che questi luoghi richiamano fortemente la Costiera Amalfitana, vengo da Vico Equense e qui trovo colori e profumi molto simili. Uno squarcio di mediterraneo a ridosso delle Dolomiti. Ho assaporato un olio che è una meravigliosa sorpresa, come le susine di Dro, che porterò nella mia cucina”.

L’ispirazione dei grandi chef venuti da lontano per Garda con Gusto è la stessa degli chef locali, autentici protagonisti di questa quinta edizione della rassegna enogastronomica rivana che ha riportato un successo di pubblico e di critica davvero lusinghiero. Dalla vicina Sarche e dalla sua Hostaria Toblino, ad esempio, Sebastian Sartorelli ha portato la proposta di un Aperitivo di Gusto che ha letteralmente catalizzato il pubblico, chiamato a riversare su una tela da pitturare con i colori naturali le sensazioni provate, mentre a Danilo D’Ambra del Ristorante Johnson & Dipoli di Egna è toccato l’onore di chiudere il programma con l’ultimo Aperitivo, affiancato dai cocktail creativi del barman Leonardo Veronesi.

Insomma, la tre giorni illuminata dalle celebrità dell’alta cucina alla fine ha promosso a pieni voti i professionisti del territorio, il cui standard enogastronomico è cresciuto a un tale livello da non avere più nulla da invidiare alle più rinomate destinazioni gourmet.

I produttori e ristoratori locali hanno dato il meglio, sia all’interno dei Salotti del Gusto che durante gli Show Cooking nei quali hanno dato prova della loro grande cucina: la Macelleria Bertoldi con il Ristorante l’Ora di Riva del Garda, la Macelleria Cis con l’Osteria La Torre, Coop con il Ristorante Antiche Mura, Pregis con il Ristorante La Casina, la Troticoltura Armanini con il Ristorante Alfio di Dro, le Aziende Agricole del Trentino con il Ristorante Officina Verde. La carne salada De.Co., l’olio extra vergine di oliva (varietà Casaliva), il broccolo di Torbole (Presidio Slow Food), il pesce di lago e di allevamento, le verdure biologiche della Val di Gresta e i formaggi di malga hanno stregato anche i palati più fini.

Anche la Colazione all’Italiana, altra delle grandi novità – insieme agli Aperitivi del Gusto – di questa edizione, ha fatto scintille, con lo sfizio del caffè barricato di Omkafe e i prodotti da forno del Panificio Moderno.

Sebbene non siano ancora disponibili dati verificati sull’incremento di pubblico, dunque, si può parlare di un successo su tutto il fronte per Garda con Gusto, che torna dal 30 ottobre al 1° novembre 2020 ma che lascia dietro di sé una certezza importante: la grande cucina nel Garda Trentino è ormai un dato acquisito, 365 giorni all’anno.

Sul sito www.iene.it l’anticipazione video del servizio di Nina Palmieri che racconta la terribile storia di una bambina che sarebbe stata abusata a 10 anni dal prete che frequentava la sua famiglia, tra adulti che non credono subito a quello che lei racconta e con il coraggio incredibile di documentare con il proprio telefonino gli incontri con il sacerdote.

Qui di seguito il link del video:
https://www.iene.mediaset.it/2019/news/abusata-prete-famiglia-10-anni_571438.shtml

Il servizio completo andrà in onda nella puntata di stasera de LE IENE SHOW in prima serata su Italia 1. Conducono il programma Nina Palmieri, Veronica Ruggeri e Roberta Rei.

 

A S. Antonio di Mavignola la Pro loco festeggia la voglia di fare comunità

“Le nostre comunità vivono perché grazie ad esperienze come questa sanno valorizzare energie, inventiva e voglia di stare insieme”. Lo sottolinea il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti oggi presente alla festa annuale della pro loco di Mavignola, frazione del Comune di Pinzolo, un sodalizio particolarmente attivo nella promozione di innumerevoli attività sia sul fronte turistico che del sociale.

Ed erano in tanti oggi, sotto i primi fiocchi di neve al rifugio Patascoss, all’imbocco della 3Tre, a complimentarsi con la presidente della pro loco, Carmen Caola, a cominciare dall’ex vicepremier Matteo Salvini, in questi giorni in Trentino, presente assieme all’assessore provinciale Roberto Failoni.

Tra le altre cariche istituzionali presenti anche il presidente del Consiglio provinciale Walter Kaswalder, l’onorevole Diego Binelli ed il sindaco di Pinzolo Michele Cereghini con la sua giunta.
Presenti anche il presidente dell’Apt Madonna di Campiglio, Tullio Serafini ed il presidente della Cassa rurale Adamello, Fabrizio Caola.

“È la forza del volontariato – ha commentato il presidente Fugatti – a mantenere vitali i nostri paesi di montagna, e a difenderne identità e tradizioni. Dobbiamo tutti impegnarci per non far venir meno questo spirito”. S. Antonio di Mavignola da questo punto di vista rappresenta un bel simbolo, con i suoi 130 volontari su un totale di circa 350 abitanti.

“È grazie al loro impegno – ha spiegato la presidente Caola – che si organizzano eventi di richiamo come la Rampagada o Clemp in festa o, ancora, la sagra del santo patrono ogni 17 gennaio. E per il 2020 stiamo studiando altre iniziative, come la desmalgada delle mucche della Val Rende

Da domani è “Viva Raiplay!” con Rosario Fiorello. Cinque anteprime da lunedì 4 novembre dopo il Tg1 delle 20 su Rai1 e RaiPlay. Dal 13 solo su RaiPlay alle 20,30.

Dopo il Tg1 delle venti di lunedì 4 novembre partirà “Viva RaiPlay!”, l’attesissimo nuovo varietà di Fiorello, un appuntamento quotidiano di quindici minuti che sarà in onda su Rai1 e RaiPlay per cinque giorni, fino all’8 novembre.

Sarà un’anteprima dello show di 50 minuti che dal 13 novembre si vedrà in esclusiva sulla rinnovata piattaforma della Rai ogni mercoledì, giovedì e venerdì, sempre alle 20.30. Nella “multilocation” di via Asiago 10, storica sede di Rai Radio, andrà in scena un insolito e innovativo varietà, dove per varietà s’intende proprio la contaminazione e la diversificazione di stili, idee e linguaggi portati in scena da Fiorello.

Il flusso di ospiti darà vita ad un imprevedibile spettacolo nello spettacolo con grandi nomi del mondo della musica e giovani star del web che si alterneranno sul palco, anzi sui palchi, di “Viva RaiPlay”.

Al fianco di Fiorello ci sarà un variegato cast composto da vecchie e nuove conoscenze: l’immancabile maestro Enrico Cremonesi, Danti, gli Urban Theory, i Gemelli di Guidonia, l’attore e regista Phaim Bhuiyan, un “inedito” Vincenzo Mollica e il tiktoker da 7 milioni di follower Luciano Spinelli.

“Viva RaiPlay!” è un programma di Rosario Fiorello, scritto con Francesco Bozzi, Pierluigi Montebelli, Federico Taddia e Andrea Boin, Enrico Nocera, Edoardo Scognamiglio. La regia è di Piergiorgio Camilli.

 

 

CALL CENTER
E’ attivo il call center al numero verde 800.93.83.62 con un tasto dedicato esclusivamente a richieste relative a RaiPlay. Per richiedere info https://contactcenter.rai.it/app/scriverai e supporto@rai.it

 

ISTRUZIONI PER L’USO
Come faccio a seguire Fiorello su RaiPlay? Semplice. Potete vederlo dal vostro computer, basta avere una connessione internet, andare sul sito www.raiplay.it. Fiorello è anche sul vostro smartphone o tablet. Basta scaricare l’applicazione gratuita RaiPlay che trovate su App Store (Apple) e Play Store (Google).

E se non riuscite a scaricare l’applicazione, potete comunque vedere il programma sui vostri device mobili: cliccate sull’icona di accesso ad Internet e digitate www.raiplay.it E, oltre a Fiorello, avrete nelle vostre mani un grande archivio di intrattenimento, sport, cinema, cultura e tanto altro.

E se a casa avete una Smart TV, dovrete solo accertarvi che il televisore sia connesso ad internet (tramite wi-fi o cavo) e cercare l’applicazione “RaiPlay” tra quelle presenti nella sezione “App” nello “Store” del vostro televisore. N

el caso non fosse disponibile tra quelle già presenti nel vostro televisore, basterà scaricarla gratuitamente cercando “RaiPlay” nel vostro “Store” e selezionando “Installa”. Dopo pochi secondi, l’icona RaiPlay sarà disponibile nella sezione “App” della TV e dovrete solo selezionarla per entrare nello show VivaRaiPlay! e nel mondo dei programmi Rai. Per accedere a tutti gli altri contenuti On Demand (i film, le serie Tv, i documentari e molto di più) basterà registrarsi a RaiPlay. La registrazione è gratuita, veloce e sicura.

Le Ragazze. St 2019 – Le storie di Nora Rizzi e Daniela Manzitti. Ad aprire questa puntata di Le Ragazze è un’artista di fama internazionale: la pittrice romana Giosetta Fioroni. A seguire una coppia di Ragazze degli anni ’60: Gigliola Cinquetti, giunta alla fama nel 1964 a soli 16 anni, e Nor.

 

LINK VIDEO

St 1 Ep 9 – Vita nuova. Un bambino della Repubblica Democratica del Congo affetto da gravi anomalie cardiache viene ricoverato al Saint Bonaventure Hospital. Melendez giudica le sue condizioni troppo gravi e rischiose per sottoporlo.

 

LINK VIDEO

Passaggio a Nord-Ovest – Alberto Angela ci guiderà alla scoperta di Castel Del Monte, in Puglia. La fortezza, fatta erigere da Federico II nel 124 0, domina, come una corona di pietra, l’altopiano delle Murge Occidentali. Per la sua bellezza architettonica, che coniuga diversi elementi stilistici, Castel Del Monte è un vero esempio di architettura medievale ed è stato per questo annoverato tra i si ti Unesco. Un programma di Alberto Angela e di Gianpaolo Tessarolo, Emilio Quinto con la collaborazione di Patrizia Limongi A cura di Maria Alessandra Canonico Produttore esecutivo Emanuela Capo Regia di Gianpaolo Tessarolo.

 

LINK VIDEO

Rovereto. Controlli dei Carabinieri per la notte di Hallowen e tutto il ponte dei morti. Durante le trascorse notti, caratterizzate dalla presenza di numerosi giovani, attirati dai festeggiamenti per “Halloween”, sono stati intensificati i servizi di controllo della Compagnia Carabinieri di Rovereto, su tutto il territorio di competenza, dall’Altopiano Cimbro a tutta la Vallagarina, con particolare attenzione dell’area meridionale.

Le verifiche a tappeto nella notte della festa di Halloween, si inseriscono nel contesto di attività coordinate dal Comando Provinciale, per il contrasto ai furti nelle abitazioni lasciate vuote, in occasione della “notte delle streghe” nonché a contenere l’abuso di alcol e il consumo di droga.

Particolare interesse è stato posto, anche, ai controlli della circolazione stradale, per evitare che, dopo i festeggiamenti, qualche giovane -inconsapevole del rischio cui si esponeva- si potesse mettere alla guida in stato di ebrezza alcolica, creando così un serio pericolo per la propria ed altrui incolumità.

Durante questi controlli, i militari hanno proceduto all’arresto di un quarantenne del luogo, gravato da un ordine di carcerazione per reati contro la persona, alla denuncia di un ventisettenne trentino, responsabile di guida in stato di ebbrezza, essendo stato trovato alla guida della propria autovettura con un tasso alcolemico di molto superiore al consentito, e alla denuncia di quattro soggetti extracomunitari, pluripregiudicati, trovati in possesso di oggetti atti allo scasso, che dovranno rispondere di porto abusivo di strumenti d’effrazione.

Numerosi sono stati i servizi, soprattutto nella bassa Vallagarina, che hanno permesso di controllare molteplici persone e parecchi veicoli. L’impegno dei Carabinieri continuerà non solo nel restante fine settimana, ma per tutto il prossimo periodo prenatalizio, dato che la festività si profila oramai alle porte.

Anche se qualcuno vorrebbe levare il voto agli “ANZIANI” perchè non hanno futuro e non pensano al domani, seguendo l’attività dei pensionati della CISL del Trentino nessuno può affermare che non siano l’esempio che possa smentire questa affermazione.

Dopo il grande convegno dell’8 ottobre 2019 a Rovereto su “MOBILITA’: FUTURO E PRESENTE” ora con ANTEAS onlus (Associazione Nazionale Tutte le Età Attive per il Sociale) organizzano martedì il 5 novembre 2019 ore 9.00 presso la Sala Rosa – palazzo della Regione Piazza Dante – Trento l’evento ” RIPORTARE L’ITALIA IN EUROPA: NEL SINDACATO E NELLA POLITICA” in una prospettiva che guarda al futuro dell’Europa e quindi a quello di figli e nipoti.

 

*

Tamara Lambiase

Segr. generale FNP CISL del Trentino

 

(Pagina 1 di 3)