VIDEONEWS & sponsored

(in )

EUROPA VERDE ROVERETO (TN) * TERRAGNOLO – ELEZIONI: « REPLICA A MARIO COSSALI, SIAMO PARTITO TERRITORIALE CAPACE DI PRENDERCI CARICO DELLE ISTANZE LOCALI »

Invio, con preghiera di pubblicazione e per conto dei sotto firmati candidati della lista Europa Verde Terragnolo, il comunicato che ha preso spunto dall’articolo di Mario Cossali, da voi pubblicato lo scorso 2 settembre (link a fondo pagina – ndr).

Ringrazio per l’attenzione,
Stefania Verderio
Co portavoce Europa Verde Rovereto

*
“Nei primi giorni di settembre il prof. Cossali si diceva molto preoccupato per la situazione politico-amministrativa del comune di Terragnolo che sembrava, nuovamente non vedere nessuno mettersi in gioco nel prendersi l’impegno della sua gestione presentandosi alle elezioni per il ruolo di Sindaco e del consiglio Comunale.

Negli stessi giorni, un gruppo coeso di cittadini si poneva le stesse domande e si incontrava per cercare di dare una risposta seria, competente e che guardasse con entusiasmo e coraggio alla sfida di pensare al Futuro. Da quegli incontri è nata quella che oggi è la lista di Europa Verde Terragnolo.

Formata da un gruppo di persone che si è unita attorno ad un programma elaborato attraverso il dialogo aperto, capace di confrontarsi con il passato ma, grazie al contributo di molti, rivolto alla risoluzione dei problemi del Comune. La scelta di presentarsi sotto il simbolo di Europa Verde è stata quasi naturale quando nel confronto è emersa forte l’idea di attuare una transizione ecologica che si basasse su quel lentius, profundius e soavius, di Langheriana memoria.

Abbiamo trovato nell’organizzazione del partito non solo le sensibilità ai problemi locali ma anche quelle conoscenze, unite a competenze tecniche e di struttura, che risultano indispensabili per chi si propone per governare un territorio.

In pratica Europa Verde si è mostrata come quel partito territoriale, capace di prendersi carico in modo attento delle istanze locali e capace di tenerle in relazione con quelle di altri territori. È, infatti, evidente che Terragnolo cosí come tutte le altri Valli del Trentino non si possano salvare da sole. Cosí come i suoi problemi siano simili ad altri e quindi si debba favorire il dialogo costruttivo fra municipalità per elaborare buone prassi.

Ancora Cossali, nel suo appello,  si chiedeva come un Territorio che aveva inventato forme nuove di associazione e di protagonismo, anche a livello giovanile,  con progetti ambiziosi come quello sulla coltivazione e valorizzazione gastronomica del grano saraceno, potesse accettare con inerzia una pericolosa marginalizzazione.
Oggi, possiamo affermare con sicurezza che cosí non sarà, che la voce dei Terragnoli sarà forte e rappresentata non solo nella lotta strenua contro l’A31 ma, anche nel costruire insieme un Futuro per la nostra Valle.

Sara Di Lucia
Oscar Zuccatti
Per Europa Verde Terragnolo