News immediate,
non mediate!
Categoria news:
LETTERE AL DIRETTORE

URZÌ (FDI) * GIUNTA PROVINCIALE ALTO ADIGE: « CLIMA DA RESA DEI CONTI IN CASA LEGA ED SVP, ALLONTANATA ANCORA DI PIÙ LA POLITICA DAI CITTADINI »

Scritto da
09.42 - domenica 27 marzo 2022

Fratelli d’Italia osserva con incredulità e preoccupazione lo scontro ai vertice dei due partiti in giunta provinciale: molto si è parlato della Svp ma la richiesta di commissione d’inchiesta interna alla Lega promossa dall’assessore Bessone di fatto per mettere a processo politico i suoi stessi colleghi di giunta e partito lascia sbigottiti. Non è nostra consuetudine mettere il naso negli affari degli altri partiti e non lo faremo nemmeno questa volta ma se le lacerazioni in casa d’altri rischiano di travolgere gli interessi collettivi dei cittadini ciò ci costringe ad occuparcene.

Il clima da resa dei conti e da lunghi coltelli in casa di Lega e Svp (lungi da noi l’essere dalla parte di una delle cordate in campo, tutte apparentemente concentrate più sulle questioni interne se non su interessi che sulla cosa pubblica) negli stessi momenti in cui la nostra comunità si trova ad affrontare la più grave crisi dopo la seconda guerra mondiale ci lascia esterrefatti. I si dice e non si dice di alcuni protagonisti che lanciano messaggi pubblici di ostilità verso i colleghi di partito con conseguenze che non possono essere che gravi sulle sintonie nell’amministrazione del governo (e questo è tutto ciò che ci preoccupa) ci inducono a invitare tutti gli attori di questa squallida vicenda a ricordarsi delle responsabilità assunte: di certo un risultato lo hanno creato, allontanare ancora di più i cittadini dalla politica.

Ciò ci permettiamo di dirlo con una certa sicurezza e fierezza avendo come a modello la struttura di Fratelli d’Italia che esibisce una compattezza ed una unità di vedute e di obiettivi politici assoluta. Fatta di una classe dirigente che non ha mai avvallato ed anzi ha respinto logiche di potere fini a se stesso rifiutando di metodo competizioni personali e arrivismi, anche rimanendo all’opposizione con coerenza e lealtà verso gli elettori quando ci venivano chiesti passi inaccettabili contrari ai nostri princìpi.

La visione opposta della politica fra FdI e quella delle forze politiche provinciali è quella che emerge in queste settimane dai giudizi privati (ma anche pubblici) dei protagonisti di questa squallida vicenda verso i propri colleghi. Come dovrebbero fidarsi ancora gli altoatesini? Alla Lega ed ai suoi eletti chiediamo di evitare di rendere ancora più triste e miserabile questa vicenda con i regolamenti di conti in pubblico. Li facciano, perchè mi pare li debbano fare, ma almeno salvando la dignità degli italiani che avrebbero dovuto rappresentare. Non noi, perché non ci sentiamo rappresentati da tutto questo.

 

*

Alessandro Urzì
Coordinatore regionale di Fratelli d’Italia
Consigliere regionale e provinciale

Categoria news:
LETTERE AL DIRETTORE

I commenti sono chiusi.