MUSE: LE STRATEGIE PER IL 2020

Ortinparco 2019: “Orti e Giardini per affrontare il cambiamento climatico”. Oggi la presentazione della 16^ edizione in programma dal 25 al 28 aprile.

“Orti e Giardini per affrontare il cambiamento climatico” è il tema della sedicesima edizione di “Ortinparco”, presentata oggi, che costituirà lo spunto per le nuove proposte di orti-giardino che coloreranno il parco delle terme di Levico, in Valsugana dal 25 al 28 aprile. Lo scorso ottobre anche il parco delle Terme di Levico è stato colpito dall’ondata di maltempo eccezionale, con un bilancio di 180 alberi monumentali caduti. La rinascita del parco avverrà con un progetto di reimpianto degli alberi e confermando le iniziative di animazione culturale, prima fra tutte Ortinparco: orticoltura e giardinaggio per tutti, idee e azioni concrete per l’autoproduzione sostenibile e responsabile.

Ortinparco, organizzato dal Servizio per il sostegno occupazionale e la valorizzazione ambientale della Provincia Autonoma di Trento, prevede numerosi allestimenti di orti-giardino realizzati in collaborazione con i tecnici superiori del Verde della Fondazione E. Mach e con paesaggisti e associazioni, istituzioni ed enti. Sarà inoltre dato spazio alla vendita di piante orticole e di prodotti trasformati che derivano dall’orto. Non mancheranno l’artigianato e gli antichi mestieri.

“Il Servizio per il sostegno occupazionale e la valorizzazione ambientale – ha detto l’assessore provinciale allo sviluppo economico intervenendo alle presentazione – è un’eccellenza della Provincia, come si vede anche dalla gestione di questo splendido Parco. Qui a Levico avete vissuto sulla vostra pelle gli effetti delle tempesta Vaia dello scorso ottobre e trovo dunque molto opportuno che il tema di questa edizione di Ortoinparco sia quello dei cambiamenti climatici, su cui tutti noi siamo impegnati a riflettere. Ringrazio quindi, la comunità di Levico ed i tanti cittadini che hanno contribuito ad adottare gli alberi colpiti e naturalmente l’Amministrazione comunale, l’Apt della Valsugana e l’Associazione dei Commercianti che contribuiscono a rendere davvero unica questa importante manifestazione”.

Nei pomeriggi dal 25 al 28 a partire dalle ore 15.00 si propongono originali laboratori didattico-creativi rivolti ai bambini (Via con il vento, Ricostruiamo il bosco e Laboratori per la lavorazione del feltro) su tematiche naturalistiche per acquisire conoscenze, stimolare la curiosità e l’ingegno ed assumere un atteggiamento di responsabilità e rispetto verso l’ambiente che ci circonda.

I laboratori rivolti agli adulti, proposti dalla Condotta Slow Food Valsugana e Lagorai,inizieranno giovedì 25 adore 11.00 con degustazioni e uso in cucina del miele. Venerdì 26 ad ore 15.00 si prosegue con un’escursione botanica alla ricerca delle erbe di campo commestibili con esercizi di riconoscimento e spiegazioni sul loro utilizzo che verrà riproposta domenica 28 ad ore 11.00. Sabato 27 ad ore 15.00sarà la vota di Non solo crauti: alla scoperta dei prodotti fermentati per la cucina a la salute. L’iscrizione alle attività è obbligatoria (tel. 347 4447150 Fiorenzo)

Domenica 28 dalle 10.00 alle 16.30 si segnala un originale laboratorio: Per Kore-Il corpo paesaggio che propone un’attività sulle pratiche di movimento creativo per la creazione di un rito di pubblica semina, dedicato ai temi della rinascita e della ciclicità. Protagonisti assoluti sono gli alberi insieme ai temi della relazione uomo–ambiente. Una pratica sensoriale e motorio–creativa che ha come scopo un piccolo rituale di semina condivisa e pubblica.

Giovedì 25 ad ore 16.00 si segnala un interessante incontro: “Cambiamenti climatici ed eventi meteo estremi: una nuova sfida per il futuro”. L’eccezionale ondata di maltempo di fine ottobre 2018 ha provocato ingenti danni al territorio a causa di piogge e venti estremi come mai osservati negli ultimi 150 anni di dati disponibili. Cosa c’entrano i cambiamenti climatici? Dobbiamo aspettarci in futuro altri eventi di questo tipo? Il seminario è curato da Roberto Barbiero dell’Osservatorio Trentino sul Clima della Provincia Autonoma di Trento.

Molti gli spettacoli dedicati ai più piccoli e alle famiglie. Si comincia giovedì 25 ad ore 15.30 con il concerto-spettacolo Se lo butti te losuono,dedicato al riciclo di oggetti che verranno trasformati in strumenti musicali a percussione, a corde e a fiato. Venerdì 26 è la volta dello spettacolo di burattini Do the right thing ep. 2 con tematiche di sensibilizzazione ambientale a rotazione dalle 11.00 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 17.30. Sabato 27 si prosegue ore 11.00 e 15.30 con lo spettacolo-laboratorio Il Pianeta lo salvo io, un ingegnoso e divertente manuale rivolto ai ragazzi alla luce dello slogan “La generazione dei tuoi genitori ha messo a rischio il pianeta. Adesso tocca a te risistemare le cose”. Domenica 28 ad ore 16.00 vi sarà lo spettacolo di narrazione Processo alle verdure, letture animante con l’ intento di sensibilizzare il giovane pubblico ad un’alimentazione sana e corretta per una crescita armoniosa ed equilibrata.

Tutti i giorni si potrà partecipare a Ascoltare una storia seduto sulla paglia! Saranno piccoli racconti raccolti dalla vita, frasi, suoni, sensazioni, dedicati agli adulti che passeggiano fra riflessioni e pensieri brevi. E’ anche possibile portare una breve storia e farsela raccontare del narratore.

Nella rimessa del Parco sarà allestita la mostra didattica espositiva Il parco, giardini, orti urbani e il cambiamento climatico.Un itinerario che illustra il cambiamento subito dal parco delle terme di Levico dopo l’uragano del 2018 e ne trae spunto per nuove riflessioni su piante e cambiamento climatico.

Nella zona dell’anfiteatro naturale si potrà ammirare l’esposizione fotografica GRAINES (Semi). Lo spunto per questa mostra fotografica è dato dall’omonimo libro pubblicato da 5 Continents Editions nel 2016. Il volume raccoglie 200 fotografie di semi realizzate da Paul Starosta, biologo e fotografo di fama internazionale. Parte di queste immagini verranno esposte: forme, colori, dettagli inaspettati divengono l’occasione per riflettere sulla creatività della natura, per stupirsi della complessità dell’infinitamente piccolo e dei segreti legati alla biodiversità.

La Condotta Slow Food Valsugana e Lagorai, da sempre attenta ai principi cardine del BUONO, PULITO e GIUSTO, sarà presente con un proprio spazio all’interno della manifestazione con le proprie proposte gastronomiche.

In linea con la filosofia di Ortinparco è l’invito degli organizzatori a raggiungere Levico Terme con il treno o con i pullman di linea: chi presenterà il biglietto entrerà gratuitamente alla manifestazione.

Costo del biglietto d’ingresso: € 2,50 gratuito fino a 18 anni e sopra gli 80 anni.

Materiale informativo èscaricabile da: http://www.ripristino.provincia.tn.it/presentazioni/

Info: Servizio per il sostegno occupazionale e la valorizzazione ambientale

Provincia autonoma di Trento

Tel. 0461 496123 – Parco delle Terme di Levico Tel. 0461 706824

e-mail: parco.levico@provincia.tn.it – www.naturambiente.provincia.tn.it

Facebook: Parco delle terme di Levico

APT Valsugana Tel .0461 727700 e-mail: info@visitvalsugana.it – www.visitvalsugana.it

I numeri della manifestazione:

– 30 ORTO-INSTALLAZIONI ALLESTITE realizzate da architetti del paesaggio, Fondazione E. Mach, associazioni, istituzioni, enti ed associazioni.

– 40 ESPOSITORI: FLOROVIVAISTI – AZIENDE AGRICOLE – ARTIGIANI – COMMERCIANI

– 20 operai del PROGETTONE impegnati nelle manutenzioni del parco e attivi nella preparazione di Ortinparco

– Nel 2018 oltre 15.000 ingressi.