VIDEONEWS & sponsored

(in )

COMUNE DI TRENTO * SOSTENIBILITÀ: « NUTRIRE TRENTO PROPONE UNA COMUNITÀ A SUPPORTO DELL’AGRICOLTURA, VENERDÌ 26 FEBBRAIO ALLE 20.30 LA PRESENTAZIONE ON-LINE DEL PROGETTO »

Nutrire Trento propone una comunità a supporto dell’agricoltura. Venerdì 26 febbraio alle 20.30 la presentazione online del progetto.

Continua intensamente anche nella fase due l’attività del tavolo di Nutrire Trento, attorno al quale stanno nascendo varie iniziative tra cui quella della CSA, una comunità a supporto dell’agricoltura in Trentino. L’obiettivo è quello di coinvolgere più persone possibili nella creazione di una vera e propria comunità legata ai temi alimentari e spinta dai valori della sostenibilità, della solidarietà e della partecipazione collettiva.

Una comunità che supporta l’agricoltura è un progetto che segue principi di autorganizzazione non gerarchica, finalizzato all’autoproduzione di cibo sano, locale e sostenibile.
Nate negli anni ‘70 in Giappone, le CSA si espandono verso la Svizzera, la Germania fino agli Stati Uniti. Gli anni 2000 segnano il boom in Europa, in Italia si sono diffuse soprattutto dopo il 2012 quando Milano ha ospitato il 1° incontro Europeo sulle CSA.

La più nota e consolidata CSA italiana è Arvaia (BO) e si è costituita nel 2013.

Come funziona in concreto una CSA?

I soci finanziano in anticipo la produzione agricola con una quota annuale e ricevono durante l’anno prodotti freschi, stagionali, biologici o prodotti seguendo i principi dell’agricoltura secondo natura. Il produttore ha il vantaggio di poter godere di un capitale anticipato per far fronte alle spese, in cambio si impegna a condividere le scelte agricole.
In questo modello imprenditoriale le responsabilità, i rischi e i benefici e la pianificazione dell’attività agricola non sono più sulle spalle di uno solo ma vengono equamente distribuiti sulla comunità.

Per presentare il progetto alle famiglie di Trento interessate a partecipare attivamente alla costruzione della CSA, è stato organizzato un incontro, che si terrà venerdì 26 febbraio alle 20.30 sulla piattaforma zoom.

Il link per collegarsi è disponibile sul sito di Nutrire Trento e su quello del Comune (ID riunione: 976 4732 6102, Passcode: CSA).

Sono stati intanto ampliati i criteri per l’adesione dei produttori alla piattaforma Nutrire Trento.

Per le aziende che hanno sede in Trentino Alto Adige, è possibile ora iscriversi alla piattaforma Nutrire Trento per chi offre la consegna a domicilio in città.
La decisione è maturata sulla scorta dell’esperienza fatta durante la chiusura della scorsa primavera, quando, a fronte di una richiesta crescente di consegna a domicilio anche di prodotti freschi, erano state censite più di 70 aziende interessate e disponibili a fornire questo tipo di servizio.

Oltre al requisito minimo di avere la sede in regione, un’azienda agricola può aderire alla piattaforma Nutrire Trento se soddisfa almeno uno dei seguenti criteri:

 

• vendita diretta in azienda o in altri locali nel Comune di Trento

• vendita nei mercati contadini e/o dell’economia solidale del Comune di Trento

• servizio di consegna a domicilio sulla città di Trento

• vendita diretta in altri mercati del Comune di Trento (autorizzazione al commercio su area pubblica)

• vendita a Gruppi di Acquisto Solidale del Comune di Trento.

Per inviare la richiesta di iscrizione basta utilizzare il modulo disponibile sul sito di Nutrire Trento, che fornisce tutti gli aggiornamenti sul progetto sia per i produttori che per i consumatori.
Le aziende dei produttori aderenti al progetto sono inserite in una mappa e attraverso la piattaforma è possibile far conoscere i prodotti e i servizi offerti.

Per maggiori informazioni è possibile scrivere a [email protected]