VIDEONEWS & sponsored

(in )

PAT * FONDI EUROPEI – SOLIDARIETÀ MIGRANTI: FUGATTI, « VOGLIAMO CAPIRE SE QUESTE RISORSE SAREBBERO DAVVERO UTILI »

Fugatti: un uso delle risorse pubbliche responsabile e utile. “Riguardo a quel milione di euro proveniente dall’Europa, da destinare alle politiche di accoglienza dei migranti, a cui come Provincia avremmo rinunciato, noi vogliamo semplicemente capire se queste risorse sarebbero davvero utili, quali attività e corsi verrebbero organizzati e con quali ricadute per la collettività. E’ assolutamente legittimo farlo, anche perché riteniamo che indipendentemente dalla loro provenienza le risorse pubbliche siano risorse dei cittadini, e dunque sia doveroso valutare bene se e come impiegarle.

Non è detto poi che al termine della nostra indagine una parte di questi fondi non possa essere accolta dal Trentino e utilizzata per finalità condivise. Nel frattempo, proprio perché crediamo che la solidarietà sia un valore centrale della comunità trentina, vorrei sottolineare che nelle scorse settimane abbiamo adottato una delibera che ha impegnato 250.000 euro del bilancio provinciale per finanziare i corridoi umanitari, ovvero per portare in Trentino alcune famiglie che scappano da zone di guerra. La notizia non ha avuto alcuna eco e non ci teniamo nemmeno a farle troppa pubblicità, perché se una cosa è realmente importante e utile la si fa e basta, quale che sia la provenienza dei fondi impiegati”.

Con queste parole il presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti, in margine alla riunione della Giunta provinciale a Ruffrè-Mendola, ha commentato le notizie comparse in questi giorni sugli organi di informazione relative alla “rinuncia” da parte della Provincia di fondi europei destinati all’organizzazione di corsi e attività rivolte ai richiedenti asilo.