VIDEONEWS & sponsored

(in )

PROVINCIA AUTONOMA TRENTO * COVID – RSA: SEGNANA, « LA RIAPERTURA AI PARENTI È SICURAMENTE STATA LA SCELTA PIÙ GIUSTA E PIÙ BELLA »

L’assessore alla messa con l’arcivescovo Tisi. Il ricordo dei defunti e le relazioni ritrovate. Segnana: “Riapertura delle Rsa, una scelta giusta”.

Un importante momento per ricordare, assieme ai familiari, gli ospiti delle Rsa che non ci sono più e allo stesso tempo per guardare con speranza al futuro, senza dimenticare la prudenza nei confronti di una pandemia che non è ancora finita. Stefania Segnana, assessore provinciale alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia, ha portato un messaggio di attenzione e fiducia aderendo all’iniziativa promossa da Upipa in tutte le Aziende pubbliche di servizi alla persona del Trentino.

Nella Apsp San Bartolomeo, in via della Malpensada a Trento, ha partecipato alla messa officiata dall’arcivescovo di Trento Lauro Tisi, alla presenza anche della presidente di Upipa Michela Chiogna e dell’assessore comunale al bilancio Mariachiara Franzoia.

“Upipa – queste la riflessione di Segnana – ha chiesto a tutte le Apsp del Trentino di organizzare questo appuntamento nell’arco del fine settimana per ricordare tutti coloro che ci hanno lasciato in questo anno e per celebrare un momento di raccoglimento assieme ai familiari. Ma non solo, anche per guardare al futuro con fiducia”.

L’evento è stato voluto dall’Unione provinciale istituzioni per l’assistenza per celebrare simbolicamente la ripartenza nel 2021 nelle strutture trentine.

“La riapertura ai parenti – sottolinea Segnana – è sicuramente stata la scelta più giusta e più bella, stante la situazione dei contagi e il grande sforzo per la vaccinazione effettuato all’interno delle strutture. Ringraziamo le Rsa e le Apsp per l’adesione alla campagna. Allo stesso tempo, ricordiamo coloro che ci hanno lasciato, non solo per il Covid. Voglio inoltre includere un ringraziamento a tutti i familiari che hanno dovuto sopportare il distacco dai propri cari a causa della pandemia e che hanno compreso la gravità del momento e tutti gli operatori che lavorano all’interno delle strutture”.

La situazione attuale nelle Rsa trentine, conclude l’assessore, è positiva e non ci sono state situazioni di particolare attenzione: “L’importante è continuare sempre a mantenere un grande impegno nelle misure anti-contagio, il rispetto delle norme di igiene e l’uso dei dispositivi dove è previsto”.