News immediate,
non mediate!
Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

GPI SPA * DATI PRELIMINARI PRIMO SEMESTRE 2022: « RICAVI A +10% ED EBITDA A +19% / ACQUISITA LA TOTALITÀ DELLE QUOTE DI OSLO ITALIA SRL »

Scritto da
19.06 - giovedì 14 luglio 2022

DATI PRELIMINARI DEL PRIMO SEMESTRE 2022: CRESCITA VIGOROSA CON RICAVI +10% ED EBITDA +19%.

APPROVATI I PROGETTI DI FUSIONE DELLE CONTROLLATE ACCURA, GBIM E PEOPLENAV.
ACQUISITA LA TOTALITÀ DELLE QUOTE DI OSLO ITALIA.
ANTICIPATO AL 14 SETTEMBRE IL CDA DI APPROVAZIONE DELLA SEMESTRALE.

Ricavi H1 22 > € 166,5 mln (H1 21 € 151,8 mln)
EBITDA H1 22> € 16,8 mln (H1 21 € 14,1 mln)
Acquisita la totalità delle quote di Oslo Italia S.r.l.

Approvati i progetti di fusione per incorporazione in GPI S.P.A delle Società interamente controllate Accura S.r.l., GBIM S.r.l. e Peoplenav S.r.l.
Variato il calendario finanziario: il CdA per l’approvazione della Semestrale 2022 è anticipato al 14 settembre 2022.

Il Consiglio di Amministrazione di Gpi S.p.A., società quotata sul mercato Euronext Milan di Borsa Italiana, leader nei Sistemi Informativi e Servizi per la Sanità e il Sociale, ha esaminato oggi i dati preliminari consolidati del primo semestre 2022, non ancora assoggettati a revisione legale.

I risultati relativi al primo semestre del 2022 saranno approvati dal Consiglio di Amministrazione il 14 settembre 2022, così come previsto dal calendario finanziario modificato in data odierna (v. infra).

Il semestre chiuso al 30 giugno del 2022 mostra ricavi consolidati che superano i € 166,5 mln (+9,6% rispetto a € 151,8 mln del H1 21), l’EBITDA consolidato supera i € 16,8 mln (+ 19,1% rispetto a € 14,1mln del H1 21), dati che confermano l’azione vigorosa del Gruppo a sostegno della digitalizzazione dei sistemi sanitari, che si sono dimostrati fulcro fondamentale dell’equilibrio socio-economico e sanitario degli Stati.

La crescita, quasi completamente organica, si è sviluppata infatti in un settore anticiclico e difensivo che sfida i mercati in agitazione a causa di una somma di eventi sfavorevoli a livello globale.

I dati preliminari riflettono la tipica stagionalità del business in cui il Gruppo opera, con un impatto che si attende più marcato nel secondo semestre sia per i ricavi sia, soprattutto, nella marginalità.

Nel primo semestre del 2022 il Gruppo Gpi si è impegnato non solo nel gestire le attività connesse alla crescita di ricavi ed EBITDA, ma ha anche posto le basi per una accelerazione della crescita per gli anni a venire attraverso:
– l’operazione di rifinanziamento che, oltre a razionalizzare la gestione delle linee di finanziamento esistenti, aumenta le risorse da utilizzare per future acquisizioni;
– l’adozione del nuovo Piano Strategico Industriale 2022-2024, che indica le operazioni che condurranno a migliori risultati nel periodo del Piano; per ciascuna Area Strategica d’Affari sono definite le azioni che consentiranno al Gruppo di diventare protagonista del cambiamento in corso nel mondo della Sanità, di moltiplicare la propria presenza all’estero e di diventare leader nelle soluzioni software per l’health care, in particolare in Italia con le risorse messe a disposizione dal PNRR;
– l’acquisizione del Gruppo Tesi in corso, che apporterà maggiori ricavi e un proprio margine EBITDA superiore al 30% e arricchirà la dote di soluzioni software, ampliando il portafoglio ai sistemi LIS (laboratorio) e RIS/PACS (gestione immagini), permettendo rilevanti attività di cross- e up-selling;
– l’aumento di capitale in corso, con l’ingresso di un importante partner istituzionale che svolge un ruolo chiave nella strategia nazionale, con particolare riferimento all’innovazione dei processi e delle tecnologie a corredo del sistema sanitario nazionale.

Tutte queste operazioni concorrono a sostenere il percorso di sviluppo del Gruppo che prevede di superare nel 2024 il mezzo miliardo di ricavi con una marginalità EBITDA superiore al 17%.

* * *

In data odierna Gpi ha inoltre acquisito il 34,65% delle quote della società controllata Oslo Italia S.r.l., divenendone socio unico. Oslo Italia, con sede a Milano, è tra i leader nei settori Business Intelligence, Business Analytics e Datawarehouse.
L’operazione, perfezionata in esecuzione dell’accordo preliminare di investimento stipulato il 16 gennaio 2020 e comunicato al mercato in pari data, rientra nella più ampia strategia di rafforzamento del portafoglio prodotti di Gpi nell’ASA software, in un ambito fondamentale per supportare le decisioni strategiche delle istituzioni sanitarie.

Oslo Italia ha chiuso l’esercizio 2021 con Ricavi pari a € 6,3 mln e un EBITDA margin pari a 52%.
Il prezzo di acquisto del 34,65% delle quote è pari a € 7,5 mln ed è soggetto a eventuali aggiustamenti connessi ai risultati prospettici.

* * *

Il Consiglio di Amministrazione di Gpi ha altresì approvato i progetti di fusione per incorporazione in GPI S.p.A. delle società interamente controllate Accura S.r.l., GBIM S.r.l. e Peoplenav S.r.l.
Le operazioni di fusione, che si collocano nell’ambito della razionalizzazione della struttura societaria del Gruppo Gpi, mira in particolare ad ottenere una maggiore semplificazione delle attività e delle procedure aziendali. La concentrazione nella Capogruppo delle attività della incorporande, infatti, consente di realizzare una maggiore semplificazione amministrativa e gestionale e di beneficiare in tal modo delle sinergie economiche e operative a livello consolidato.

Le incorporande sono – e saranno alla data di perfezionamento degli atti di fusione – interamente possedute da Gpi, pertanto le predette fusioni saranno perfezionate avvalendosi della procedura semplificata di cui all’art. 2505 cod. civ.
Le operazioni delle società incorporande saranno imputate al bilancio della incorporante GPI S.p.A. con effetto dal 1° gennaio dell’anno in cui la fusione sarà divenuta efficace, e ciò anche ai fini fiscali.
Nei rispettivi atti di fusione sarà stabilita la decorrenza degli effetti della fusione nei confronti dei terzi, ex art. 2504-bis cod. civ., che potrà anche essere successiva alla data dell’ultima delle iscrizioni previste dall’art. 2504 cod. civ.

Non è previsto alcun trattamento specifico da riservare a determinate categorie di soci né vantaggi particolari per gli amministratori delle società partecipanti.
Qualificandosi la prospettata fusione come operazione di fusione per incorporazione di società interamente possedute troveranno applicazione le disposizioni di cui all’art. 2505 cod. civ. e pertanto per espressa previsione legislativa non troveranno applicazione le disposizioni dell’art. 2501-ter cod. civ., 1° comma, numeri 3), 4) e 5) e degli artt. 2501 quinquies cod. civ. e 2501 sexies cod. civ.

In ragione del rapporto di controllo esistente tra GPI S.p.A. e le società incorporande, si segnala, infine, che le predette fusioni si configurano quali operazioni tra parti correlate ai sensi del Regolamento Consob adottato con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato e integrato, e della Procedura per le operazioni con parti correlate adottata dalla Società.
Tuttavia, le anzidette fusioni sono escluse dall’applicazione della specifica procedura ivi prevista, in quanto trattasi di operazioni da realizzarsi con società controllate nelle quali non vi sono interessi significativi di altre parti correlate di GPI S.p.A.
Per l’approvazione delle predette operazioni di fusione, pertanto, non è stato richiesto il rilascio del parere da parte del Comitato Controllo e Rischi e dello Sviluppo sostenibile – nell’ambito delle competenze allo stesso attribuite in tema di operazioni con parti correlate.

Inoltre, non sono emersi elementi di significatività o rilevanza ai sensi di quanto prescritto dagli articoli 57 e 70, 6° comma, del Regolamento Emittenti e dell’art. 117 bis del D. Lgs. n. 58 del 24 febbraio 1998. In ogni caso, in conformità a quanto previsto dagli artt. 70, 8° comma, 71, comma 1-bis, del Regolamento Emittenti CONSOB, la Società ha già dato comunicazione di avvalersi della deroga agli obblighi informativi previsti dall’art. 70, 6° comma, del Regolamento Emittenti.

La documentazione inerente alle predette fusioni sarà depositata e messa a disposizione del pubblico nei termini e secondo le modalità di legge e regolamentari applicabili presso la sede della Società, sul sito internet www.gpi.it alla sezione Investors/Documenti/Operazioni di Fusione/2022, nonché sul meccanismo di stoccaggio autorizzato all’indirizzo www.1info.it.

* * *

Con riferimento a quanto comunicato in data 25 gennaio 2022, ai sensi dell’art. 2.6.2 del Regolamento dei Mercati organizzati e gestiti da Borsa Italiana S.p.A., si rende noto che il Consiglio di Amministrazione per l’approvazione della relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2022 si terrà il giorno 14 settembre 2022, anziché il giorno 30 settembre 2022.

Il calendario degli eventi societari 2022 risulta perciò aggiornato nel seguente modo:

• 14 Settembre 2022 – Consiglio di Amministrazione
Approvazione relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2022.

Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.