News immediate,
non mediate!

Candidata FdI Cinzia Cellucci (Comune Rovereto) – Lettera ai cittadini

Categoria news:
OPINIONEWS

CISL FP – UIL FPL – NURSING UP / TRENTINO * BUONO PASTO: « IMPORTANTE AVERE PORTATO IL VALORE A 7 EURO, MA LA PAT LAVORI AD UNA NORMA PER SUPERARE LA LEGGE NAZIONALE »

Scritto da
18.39 - venerdì 22 dicembre 2023

(Il testo seguente è tratto integralmente dalla nota stampa inviata all’Agenzia Opinione) –

///

“Confermiamo l’importanza di aver portato il valore del buono pasto a 7 euro, una misura che rispetta il protocollo politico”, spiegano Giuseppe Pallanch (Cisl Fp), Giuseppe Varagone e Andrea Bassetti (Uil Fpl) e Cesare Hoffer (Nursing up). “Ma chiediamo alla Provincia di lavorare a una norma per superare la legge nazionale”.

La Provincia ha deliberato nelle scorse settimane di stanziare 2.038.200 euro dal 2024 e per gli anni a seguire per l’adeguamento del buono pasto elettronico del personale della pubblica amministrazione (provincia di Trento compreso il comparto scuola, Enti strumentali pubblici, Comuni e Comunità, Aziende Pubbliche di Servizi alla Persona, Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari).

“Fermo dal 2009 finalmente, e dopo un intenso lavoro di contrattazione dei sindacati firmatari dell’accordo con la Pat, siamo riusciti a sbloccare il valore”. Le richieste ora sul tavolo sono quelle di far scattare l’adeguamento già da gennaio, di permettere la cumulabilità e favorire la capillarità del servizio come misura di welfare.

“Punti che però si scontrano con la legge nazionale del 2012 che blocca il valore a 7 euro. Il lavoro rischia di restare a metà. Per questo chiediamo alla Provincia di poter avviare un confronto per superare questo ostacolo attraverso una norma provinciale e le prerogative dell’autonomia”, concludono Pallanch, Varagone, Bassetti e Hoffer.

Categoria news:
OPINIONEWS
© RIPRODUZIONE RISERVATA
DELLA FONTE TITOLARE DELLA NOTIZIA E/O COMUNICATO STAMPA

È consentito a terzi (ed a testate giornalistiche) l’utilizzo integrale o parziale del presente contenuto, ma con l’obbligo di Legge di citare la fonte: “Agenzia giornalistica Opinione”.
È comunque sempre vietata la riproduzione delle immagini.

I commenti sono chiusi.