VIDEONEWS & sponsored

(in )
Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

CATTOI (LEGA) * GRANDI CARNIVORI: « DA CONSULTA OTTIMA NOTIZIA, ORA FRACCARO E COSTA AGISCANO »

Grandi carnivori: Cattoi (Lega), da Consulta ottima notizia, ora Fraccaro e Costa agiscano. “In concomitanza al mio intervento in aula nella giornata di ieri sul tema dei grandi carnivori giungeva la sentenza della Corte Costituzionale che dichiarava legittime le leggi provinciali di Trento e Bolzano che autorizzano il Presidente della Provincia ad adottare provvedimenti riguardanti il prelievo, la cattura ed in estrema ratio l’eventuale uccisione degli orsi e lupi quando ricorrano le condizioni previste dalla normativa di derivazione europea in materia di conservazione degli habitat naturali. Questa è un’importante notizia, ma purtroppo durante questo fine settimana in Trentino i lupi hanno attaccato ed ammazzato ancora ben 18 pecore costringendo un allevatore del mio comune, Alense, ad abbandonare la pastorizia di montagna presso la località Ronchi di Ala in quanto esasperato dai ripetuti episodi degli ultimi tre anni.

Il fatto è accaduto questo weekend quando, in occasione della manifestazione promossa da Coldiretti in piazza a Trento, sono scesi da tutte le vallate i contadini e gli allevatori di montagna per far sentire la loro voce di esasperazione e di ricerca di fatti concreti per trovare una soluzione a quello che ormai in Trentino e non solo ma anche in Veneto e nelle altre Regioni Alpine è diventato un problema di coesistenza fra lupi, orsi ed attività di montagna. Un problema che DEVE ESSERE GESTITO! Appare poco sensato stanziare importanti fondi nel bilancio dello Stato per sostenere i comuni montani, le zone di confine per tutelarne attività economiche e per contrastarne lo spopolamento quando poi nel lato pratico abbiamo la presenza di orsi e lupi che rendono difficile che tutto ciò avvenga. Nell’ultimo anno in Trentino ci sono stati ben 222 attacchi da parte di orsi e lupi a coltivazioni, alveari, greggi e mandrie.

Il Ministro Fraccaro, rappresentante del Governo del Trentino, deve dare risposte e fornire soluzioni al nostro territorio. E invito il Ministro Costa, che rispondendo ad un’interrogazione sul tema diceva che tutto è sotto controllo, a rivalutare la sua posizione anche a seguito di quest’ultimi fatti. Nulla è sotto controllo! La montagna va’ salvaguardata. E’ arrivato il momento di cambiare approccio perché anche le più dotte teorie scientifiche sono state sfatate durante questo fine settimana in Trentino anche per quanto attiene il tema Orso visto che M49 è stato catturato nella serata di domenica per poi esser rinchiuso in una recinzione conforme al protocollo stabilito da “ISPRA” che si è rivelata inadeguata in quanto l’orso all’alba del giorno seguente è poi fuggito dalla stessa.

Quest’ultimo fatto è quindi la ‘prova provata’ che gli ‘esperti’ sulla gestione dei grandi carnivori ancora una volta hanno sbagliato le loro teorie. Vi posso garantire, da mamma che vive la montagna, che i contadini e gli allevatori del Trentino, così come del Veneto e delle Regioni Alpine, sono esasperati ed è arrivato il momento che la politica AGISCA CON FATTI CONCRETI. Auspico quindi che, essendo cambiata la situazione, i Ministri Fraccaro e Costa agiscano di conseguenza prima che sia troppo tardi”.

Così la deputata trentina della Lega Vanessa Cattoi.