VIDEONEWS & sponsored

(in )

DOTTOR PERGHER * SANITÀ: « HO INCONTRATO FUGATTI ALLA SUA CORTE, HO AVUTO IL SOSPETTO CHE NON DISTINGUESSE UNO PSICHIATRA DA UNO PSICOLOGO »

Il direttore Generale dell’Azienda Sanitaria dott. Bordon, ha affermato che il nostro territorio è attrattivo soprattutto  per quanto riguarda le figure di vertice della sanità. Informazione di prima mano visto che è lo stesso Bordon a scegliere dalla rosa dei candidati chi dovrà esercitare la funzione di direttore delle varie unità operative.

Ma la domanda che mi porrei è questa: se la sanità trentina è attrattiva perché considerata di qualità come mai non riesce ad esprimere al suo interni professionisti degni di un ruolo direttivo ? Come mai non è autogenerante ?

Come mai non vi sono “scuole” con allievi tali da assurgere ad un ruolo di primo livello ?. Come mai un sistema sanitario considerato più valido degli altri viene costantemente colonizzato da condottieri stranieri, per quanto validi ?

Mi aspetterei che, non primari in pectore, ma  frotte di medici di primo pelo accorrano come lupi e orsi  verso servizi di grande qualità, ma cosi non avviene. Per fare un esempio, la spesso citata psichiatria di Trento, assunta ad onori  internazionali e a meriti inqualificabili per quanto alti non è riuscita ad esprime un candidato interno per cui si è dovuto assumere un valido professionista esterno e ciò nonostante non riesce ad attirare le schiere di giovani psichiatri che dovrebbe essere felice di lavorare in un sistema di cosi eccelse qualità. Intendiamoci, non siamo più nelle condizioni degli anni precedenti in cui le scelte legittime andavano ad assumere candidati interni a costo di ricreare unità operative ad hoc  per loro o di  mettere a capo di un servizio un direttore con una specialità diversa da quella richiesta.

Ma si sa che al tempo del centro sinistra di qualche anno fa i nostri medici interni erano di un tale incommensurabile  valore per cui poco importava creare per loro un servizio apposito o farli esercitare in una specialità non loro.

Ora, come implicitamente afferma Bordon, non abbiamo più sul nostro territorio medici di tale incredibile capacità. La giunta attuale di centro destra, anzi, leghista con cespugli appiccicati, che pone come slogan pregiudiziale “prima i trentini” dovrebbe essere affranta da tale situazione ma non lo è. Vive in un mondo di sogni e di meriti autocentrati valorizzati dal voto intelligente e degli intelligenti, galvanizzata in una città nascosta di difficile accesso.

Ho chiesto mesi fa un incontro con il presidente Fugatti  che dopo una lunga attesa di mesi mi ha concesso un incontro, manco fossimo alla corte Ming. Ebbene, avuto accesso alla sua corte, ho avuto il sospetto che non distinguesse uno psichiatra da uno psicologo.

Mi sono cadute le braccia e ho lasciato perdere ! Questo forse spiegherebbe il perché  tramite la sua ancella Segnana abbia contrattato il potere con i funzionari della precedente dinastia. Questa è una delle conseguenze quando si deve esercitare un potere su questioni sconosciute o ignorate.

Auguri al nuovo che avanza!

 

 

*

Roberto Pergher

Medico presso Centro Salute mentale a Rovereto (Tn)