PROVINCIA AUTONOMA TRENTO

Covid-Free (6 puntata format Tv)

Riunione plenaria mensile della Consulta Provinciale degli Studenti ieri in Provincia, a Trento. Bisesti agli studenti della Consulta: “Siete i cittadini di domani, la vostra voce per noi è importante”.

“Partecipo con grande piacere a questo incontro che vi vede numerosi e attivi testimoni delle istanze degli studenti trentini” con queste parole l’Assessore all’istruzione Mirko Bisesti ha salutato gli studenti della Consulta provinciale, che si sono riuniti ieri a Trento per la riunione plenaria del mese di gennaio. “Voi siete per l’Amministrazione provinciale tra gli interlocutori con i quali intendiamo confrontarci, anche per i cambiamenti che vogliamo attuare per migliorare ulteriormente il nostro sistema scolastico”. Alla riunione erano presenti il presidente della Consulta Leonardo Divan, il dirigente generale del Dipartimento istruzione Roberto Ceccato e la Sovrintendente scolastica Viviana Sbardella.

Numerosi, attenti e propositivi gli studenti della Consulta provinciale che hanno partecipato ieri, nella Sala Wolf della Provincia, alla riunione plenaria del mese di gennaio. La mattinata è iniziata con un intervento a cura dei referenti del progetto “ABC l’autostrada del Brennero in città”, che hanno illustrato agli studenti l’iniziativa, realizzata da Autobrennero in collaborazione con la Polizia stradale, finalizzata a sensibilizzare i giovani al tema della sicurezza stradale.

Interloquendo con l’assessore gli studenti hanno parlato di lingue straniere, di valorizzazione del corpo docente e di esami di riparazione, anticipando alcuni tra i temi dei quali si stanno occupando le specifiche Commissioni che sono già al lavoro, dopo la loro istituzionalizzazione avvenuta nel precedente incontro.

La mattinata è proseguita con la discussione e la votazione di alcuni atti di indirizzo proposti dall’Ufficio di Presidenza che hanno riguardato: l’attivazione di progetti di educazione finanziaria, la valorizzazione della partecipazione alla Consulta finalizzata al recepimento di crediti formativi per l’Esame di Stato, la sensibilizzazione alla raccolta differenziata all’interno delle scuole e, sempre in tema di ambiente, l’assemblea ha stabilito di donare l’importo simbolico di 300 euro alla Consulta Provinciale degli Studenti di Venezia per i gravi danni causati delle inondazioni delle scorse settimane, in attesa di organizzare una raccolta fondi che vedrà coinvolti gli studenti di tutto il Trentino.

 

*

I lavori sono poi proseguiti all’interno delle Commissioni che si sono occupate dei temi di competenza.

Consulta Provinciale degli Studenti (CPS)

La Consulta Provinciale degli Studenti (CPS) è un istituto introdotto a livello nazionale nel 1996 con il Decreto del Presidente della Repubblica 567/96 ed è composto dagli studenti e studentesse della scuola secondaria di secondo grado. La durata in carica è biennale.

La Legge provinciale sulla scuola, 7 agosto 2006, n. 5 disciplina tale organismo all’art. 40 prevedendone la seguente composizione:

– due rappresentanti eletti dagli studenti di ogni istituzione scolastica e formativa provinciale e paritaria.

Il Consiglio di presidenza è formato dal presidente della Consulta, dai segretari e dai coordinatori delle commissioni di lavoro. Si occupa dell’effettiva attuazione di quanto discusso in assemblea plenaria. Costituisce un comitato ristretto rispetto alla stessa assemblea.

La Consulta dà vita a momenti di coordinamento e rappresentanza a livello provinciale le cui istanze si concretizzano e si realizzano all’interno di un momento di coordinamento e di rappresentanza a livello nazionale, attraverso il Consiglio nazionale dei Presidenti delle Consulte – CNPC,dove gli studenti e le studentesse hanno l’opportunità di scambiarsi informazioni, ideare progetti integrati, discutere dei problemi comuni delle Consulte Provinciali e di confrontarsi con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca formulando pareri e proposte.

La Consulta ha tra le finalità: assicurare il più ampio confronto fra gli studenti; ottimizzare e integrare in rete le attività extracurricolari; formulare proposte che superino la dimensione del singolo istituto; formulare proposte ed esprimere pareri in tema di istruzione e tematiche legate al mondo giovanile, alla Provincia, agli enti locali competenti e agli organi collegiali territoriali; progettare, organizzare e realizzare attività anche a carattere transnazionale (vedi ad es. il Festival dei giovani dell’Euregio): assistere i rappresentanti degli Istituti scolastici e formativi per eventuali problematiche.

 

*

Elenco membri organi costitutivi biennio 2019-2021

Presidente
Leonardo Divan – Istituto Don Milani di Rovereto

Vicepresidente
Emiliano Trotter – Liceo Da vinci di Trento

Segretari
Matteo Esposito – Istituto Pavoniano per le arti grafiche Artigianelli
Denise Rubiu – Istituto Don Milani di Rovereto

Referenti di commissione

Commissione Legalità
Presidente: Matteo Manara – Liceo scientifico Galilei
Segretario: Adriana Ivanovska – Istituto Prati Cles
Segretario di supporto: Giorgia Veglio – Enaip Villazzano

Commissione Istruzione e Orientamento
Presidente: Gavazza Marco – Istituto M.Martini
Segretario: Davide Azzolini – Istituto Fabio Filzi
Referente: Alessia Clementi – Istituto M.Martini

Commissione ambiente
Presidente: Alessio Dallapiccola- Istituto Ivo de Carneri Civezzano
Segretario: Chiara Biasi – ITT Buonarroti

Commissione Servizi
Presidente: Rigione Roberto -Alberghiero Rovereto
Segretario: Benoni Vittorio – Rosmini -Rovereto

Commissione Pari Opportunità
Presidente: Samuel Gallucci – UPT Tione
Segretario: Denise Croci – Barelli Levico

Commissione Cultura Eventi e Informazione
Presidente: Gabriele Guerra – Liceo Prati Trento
Segretario: Bozzi Tommaso – Liceo Galilei Trento