L’imprevedibilità degli eventi atmosferici è una delle variabili che chi lavora in agricoltura tiene presente nell’impostare il proprio lavoro, ma quando ci si trova di fronte ad episodi di una forza devastante come quello che si è verificato mercoledì in Val di Sole si resta sempre amareggiati per gli ingenti danni.

Ci sentiamo di esprimere tutta la vicinanza a chi ha visto vanificato il proprio sforzo di un’intera annata di lavoro, proprio a pochi giorni dalla raccolta dei frutti.

Il nostro auspicio per gli agricoltori colpiti è che si riesca a percepire la vicinanza di tutta la popolazione e che la politica dimostri di esserci al fianco di chi ha subito un danno così grande in una annata già difficile.

Sottolineiamo la necessità e la grande importanza che rivestono gli strumenti di protezione attivi e passivi. Vanno sfruttate le opportunità che offre l’Unione Europea sul piano internazionale, e vanno integrate da interventi pubblici a livello locale al fine di sostenere l’agricoltura trentina.

 

*

consiglieri Demagri, Dallapiccola, Rossi (Patt)