WELFARE ANZIANI: CAL, MERCOLEDÌ LA GIUNTA NOMINERÀ IL TAVOLO TECNICO

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

(Fonte: Ufficio stampa Consiglio delle autonomie locali) – Mercoledì prossimo, all’ordine del giorno della Giunta del Consiglio delle autonomie locali, la nomina dei rappresentanti degli Enti locali in seno al Tavolo tecnico che avrà il compito di individuare in maniera più completa e dettagliata i rapporti e gli ambiti d’azione dei diversi attori coinvolti dalla proposta di “Riforma del Welfare anziani”.

Una proposta di riforma nata da uno studio approfondito e qualificato, per fornire risposte esaustive a problematiche sociali e sanitarie in costante evoluzione anche nella realtà trentina, tra cui l’invecchiamento della popolazione e l’insorgenza negli anziani di preoccupanti patologie, spesso alla base della non autosufficienza.

Fenomeni, quelli rilevati, che incideranno pesantemente sul benessere delle famiglie. A detta di molti, l’identificazione di un nuovo modello di sostegno risulta oggi, ancor più di ieri, una necessità ineludibile. La riforma è partita da un primo progetto ed è poi evoluta attraverso un costante e continuo confronto reso possibile dalla disponibilità dell’Assessore Luca Zeni.

Un metodo, quello del confronto, frutto di un preciso accordo assunto tra l’Assessorato alla Salute e alle Politiche sociali della Provincia di Trento ed il Consiglio delle autonomie locali, che ha agevolato l’organizzazione di numerosi incontri, sia con gli Organismi di rappresentanza degli Enti locali, sia con gli Enti locali, sia con i diversi Territori.

Mercoledì il Consiglio delle autonomie locali provvederà quindi a nominare il Tavolo tecnico per la “Riforma del Welfare anziani”. Le parole del Presidente del Consiglio delle autonomie locali, Paride Giamoena: “La riforma di un sistema – quello di oggi – certamente di qualità, che ha dato risposte importanti, per definire un nuovo modello, sempre di qualità, che dovrà puntare a soddisfare i nuovi bisogni della popolazione anziana entro un quadro connotato da risorse finanziarie non certo illimitate. Mercoledì gli Eell confermeranno la forte volontà di essere protagonisti – e non meri personaggi – del processo di riforma, nominando i propri rappresentanti nel neo costituendo Tavolo tecnico. Ritengo che il processo di riforma debba essere caratterizzato da tre principi: condivisione, territorialità e responsabilità. Mi auguro che la politica riesca a compiere le giuste scelte, contemperando i diversi interessi in gioco ed adottando, con responsabilità, le decisioni che proprio alla politica hanno assegnato i cittadini della nostra provincia”.