VIDEONEWS & sponsored

(in )

A.C. TRENTO * CALCIO: “ PATTARELLO LANCIA IN ORBITA GLI AQUILOTTI, ESPUGNANO MANZANO (0-1) E VEDONO LA PROMOZIONE »

Il Trento vince lo scontro diretto con la Manzanese grazie a un gol di Pattarello nel primo tempo e vede la serie C. Vittoria fondamentale per la squadra di Parlato, la diciottesima in questo campionato, che si conferma al comando della classifica con 12 punti di vantaggio sulla prima inseguitrice Union Clodiense Chioggia. Sabato, in anticipo alle ore 16, al “Briamasco” arriverà la Virtus Bolzano per la straprovinciale valevole per la 33esima giornata.

 

Live match.

Mister Parlato deve fare a meno degli infortunati Bran, Contessa e Comper e schiera il classico “4-3-1-2” con Ronco in porta e linea difensiva formata da Galazzini, al rientro dopo il turno di squalifica, e Tinazzi sulle corsie esterne con Trainotti e Dionisi centrali. Gatto è il playmaker in mezzo al campo con Osuji e Caporali interni, mentre Belcastro agisce alle spalle del tandem offensivo composto da Aliu e Pattarello.

La Manzanese parte forte e prova subito ad aggredire il match con un tentativo di Gnago che è bravo a guadagnare il fondo e a mettere al centro un tiro cross rasoterra sul quale però non trova l’inserimento di nessun compagno con la palla che passa pericolosamente davanti alla linea di porta. I padroni di casa vogliono fare la partita, il Trento invece è sempre pronta a verticalizzare ogni volta che ne ha l’occasione e per questione di centimetri non trova il gol con Pattarello servito sulla linea del fuorigioco da Belcastro ma fermato in offside dal guardalinee. Dopo una fase iniziale di marca friulana, il Trento ha altre due occasioni con un colpo di testa di Aliu che però non riesce a imprimere forza al pallone e con Caporali che riceve dalla sinistra, controlla e si coordina benissimo scaricando un siluro che finisce di poco a lato del palo alla destra di Da Re. Dopo aver alzato il baricentro ecco che gli aquilotti trovano il gol appena dopo la mezz’ora. A spezzare l’equilibrio ci pensa uno straripante Pattarello. L’attaccante gialloblù, al secondo centro in questo campionato, parte palla al piede e porta a spasso la difesa avversaria prima di calciare a rete dal limite dell’area trovando l’angolino. Prima della fine del primo tempo Moras, ammonito in precedenza per proteste, rischia il rosso con un duro intervento su Tinazzi ma viene graziato dall’arbitro.

La seconda frazione comincia con il Trento che riprende a spingere e la Manzanese che fatica a reagire. Gli aquilotti non mollano un millimetro e al 6’ hanno l’opportunità di raddoppiare con Aliu che viene steso in area di rigore ma riesce comunque a concludere verso la porta. Il pallone finisce in rete ma il direttore di gara ferma tutto inspiegabilmente fischiando una punizione a favore dei friulani. La squadra di Vecchiato tenta la reazione con Moras che sfonda sulla sinistra e va al tiro trovando però la risposta di Ronco che è bravissimo a distendersi e a chiudere lo specchio.

Il Trento ci prova ancora e al 27’ ha sulla testa di Osuji un’occasione monumentale per chiudere la partita ma l’incornata si spegne fuori di pochissimo. Cinque minuti più tardi i padroni di casa rimangono in dieci per l’espulsione di Cecchini per somma di ammonizioni, prima di avere l’oocasione più importante del match con Fyda che servito da Gnago si mangia da metri 0 il gol del pareggio. Prima del fischio finale espulsione anche per l’estremo difensore Da Re che in uscita raccoglie il pallone tra le mani fuori dall’area di rigore. Il Trento vince una partita importantissima e allunga sulle inseguitrici portandosi a dodici lunghezze di vantaggio sull’Union Clodiense. Appuntamento a sabato dove al “Briamasco” andrà in scena il derby contro la Virtus Bolzano.

Il tabellino.
MANZANESE – TRENTO 0-1

MANZANESE (4-3-1-2): Da Re; Zupperdoni, Dal Bello (1’st Fyda), Bevilacqua, Cecchini; Boscolo Papo (33’st Bradaschia), Casella (40’st Nastri), Nchama (47’st Calligaro); Moras; Gnago, Nicoloso (1’st Cestari).

A disposizione: Calcagnotto, Duca, Medico, Delle Case.

Allenatore: Roberto Vecchiato.

TRENTO (4-3-1-2): Ronco; Galazzini, Trainotti, Dionisi, Tinazzi; Osuji (36’st Ronchi), Gatto (44’st Rivi), Caporali; Belcastro (26’st Nunes); Aliu, Pattarello (38’st Santuari).

A disposizione: Cazzaro, Salviato, Amadori, Pilastro, Borges.

Allenatore: Carmine Parlato.

ARBITRO: Giacometti di Gubbio (Ciacia di Palermo e Vitaggio di Trapani).

RETI: 32’pt Pattarello (T).

NOTE: partita disputata a porte chiuse. Tempo soleggiato. Campo in buone condizioni. Ammoniti: Cecchini (M), Pattarello (T), Moras (M), Gatto (T), Nchama (M). Espulso Cecchini (M) per somma di ammonizioni, Da Re (M). Calci d’angolo 3 a 3. Recupero 0’ + 6’.

Calci d’angolo M xxx

Calci d’angolo T xxx