VIDEONEWS & sponsored

(in )
Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

MART – ROVERETO (TN) * IL FALSO NELL’ARTE: « ALCEO DOSSENA E LA SCULTURA ITALIANA DEL RINASCIMENTO, INAUGURAZIONE APERTA AL PUBBLICO IL 2/10 ORE 18.00 »

INAUGURAZIONE APERTA AL PUBBLICO. IL FALSO NELL’ARTE. ALCEO DOSSENA E LA SCULTURA ITALIANA DEL RINASCIMENTO.
Sabato 2 ottobre, ore 18.00.

Con l’aumento della capienza degli spazi teatrali, il Mart apre al pubblico l’inaugurazione della mostra di Alceo Dossena.
Prevista per istituzioni e stampa, la presentazione avverrà sabato 2 ottobre all’Auditorium Melotti.

Interverranno il Presidente del Mart e i curatori della mostra.
Seguirà lo spettacolo teatrale “Le vie del Buddha” di Stefano Sabelli.

Prenotazione via mail, fino a esaurimento dei posti disponibili. Green pass obbligatorio.

L’evento
Il ritorno alla normalità è sempre più vicino.
La decisione del Cts relativa all’aumento della capienza di teatri e cinema cade nella settimana dell’inaugurazione della prima grande mostra dell’autunno per il Mart di Rovereto.
L’opening dell’esposizione Il Falso nell’arte dedicata ad Alceo Dossena, sarà quindi aperto al pubblico e non più riservato esclusivamente agli ospiti istituzionali e ai giornalisti.

Appuntamento all’Auditorium Melotti, sabato 2 ottobre alle 18.
Il pubblico potrà prenotare il proprio posto via mail a [email protected]
La stampa potrà confermare la propria presenza a [email protected]

La mostra
La grande rassegna presenta a Rovereto il lavoro di Alceo Dossena (1878-1937), “autentico falsario” e autore di una ricca produzione di opere scultoree realizzate nello stile e con le tecniche dei maestri antichi e rinascimentali. Alla sua mano, infatti, si deve l’esecuzione di veri e propri capolavori capaci di ingannare l’occhio dei più esperti, che li attribuirono a Donatello, Simone Martini, Giovanni e Nino Pisano, Andrea del Verrocchio e ad altri celebri artisti del passato. Oltre cento opere provenienti da collezioni pubbliche e private presentano la più vasta selezione di opere di Dossena finora esposta al pubblico.

Lo spettacolo
Alla presentazione della mostra, seguirà lo spettacolo “Le vie del Buddha” di Stefano Sabelli, che già nel nell’estate del 2020 aveva fatto il tutto esaurito sulle Terrazze del Mart. Anche in quel caso Sabelli era stato introdotto dal Presidente del Mart con cui, nel 2001, aveva partecipato a una missione culturale italiana in Afghanistan.
Solo pochi mesi prima, nella valle del Bamiyan, i talebani avevano distrutto i Buddha scolpiti nella roccia: due statue simbolo delle culture millenarie che hanno abitato a lungo la Via della Seta, scomparse in un attimo a causa della guerra contro l’idolatria.

Da quel viaggio nasce un diario che raccoglie le sensazioni e restituisce lo sgomento davanti a uno scenario di distruzione. Un capitolo del diario, intitolato Le Vie del Buddha, si trasforma in un reading che è una riflessione sulla fragilità del patrimonio culturale mondiale. Lo spettacolo sarà accompagnato dalle foto di viaggio e dalla musica di Giuseppe Spedino Moffa, cantante e polistrumentista dalle sonorità folk.