VIDEONEWS & sponsored

(in )
Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

MANICA (PD) * REDDITO CITTADINANZA: « CON QUESTA MAGGIORANZA L’AUTONOMIA TRENTINA HA INIZIATO A PERDERE LA PROPRIA SPECIALITÀ ED AUTOREVOLEZZA »

In merito alle dichiarazioni di Fugatti sul reddito di cittadinanza. Siamo alle comiche, peccato che non ci sia nulla da ridere. Prima la Giunta e la maggioranza provinciale approvano in tutta fretta una legge di variazione di bilancio con cui smantellano l’assegno unico e adottano – primi in Italia – il reddito di cittadinanza, prima ancora che questo sia diventato legge.

Cioè accantonano uno strumento invidiatoci da tutta Italia, frutto di un utilizzo serio e competente della nostra Autonomia, per adottare anche in Trentino il romanissimo reddito di cittadinanza, politica assistenzialista che incentiverà comportamenti opportunistici.

Poi annunciano di voler impugnare il decreto sul reddito di cittadinanza (lo stesso che hanno adottato) in quanto lesivo dell’autonomia regionale. Qual è la logica? Sono basito!

Non si poteva, come richiesto a gran voce dalle minoranze, evitare di adottare il reddito di cittadinanza per compiacere Salvini e tutelare i nostri strumenti e soprattutto la nostra Autonomia? La maggioranza ha compiuto un atto gravissimo, svendendo la nostra Autonomia e togliendo a molti trentini un importantissimo strumento di protezione ed inclusione sociale. Con questa maggioranza l’Autonomia trentina ha iniziato a perdere la propria specialità ed autorevolezza.

 

*

Alessio Manica