News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

CISL MEDICI * APRAN: PAOLI, « I DIRIGENTI MEDICI PER LA GRAN PARTE NON VOGLIONO LA MOBILITÀ DALL’OSPEDALE DI RIFERIMENTO, HANNO FIRMATO NON PER L’INTERO TERRITORIO APSS »

Scritto da
18.27 - sabato 3 dicembre 2022

(Il testo seguente è tratto integralmente dalla nota stampa inviata all’Agenzia Opinione) –
///

Cisl medici del Trentino presente in Apran ieri 2 dicembre 2022. Apprendiamo dai quotidiani cartacei di oggi che Cisl Medici, uno dei sindacati rappresentativi della dirigenza medica- veterinaria e sanitaria nella Provincia autonoma di Trento, pur presente a tutta la seconda riunione serale informale che si è svolta ieri 2 dicembre 2022 in APRAN, alla presenza del dottor Comper, dottor Ruscitti e dottoressa Bellotti e delle altre organizzazioni sindacali dello stesso settore, non viene segnalato come presente negli articoli pubblicati su questo incontro.

Ce ne rammarichiamo, tenuto presente che siamo stati i primi a chiedere nel 2019, dopo la pubblicazione del contratto nazionale 2016-2018, la ripresa delle trattative anche in Trentino .. Trattative stoppate dal 2020 solo da Covid con relativi decreti ministeriali.

Cisl medici, già in tali primi incontri, aveva chiesto che si desse innanzitutto il dovuto riconoscimento economico ai dirigenti medici e veterinari che fanno le ore notturne non solo nelle ore dei giorni feriali, ma anche in quelle festive, non meno di 120 euro/ora, cifra che prendono i liberi professionisti fuori dal Trentino; e che si prendesse atto che i dirigenti medici, per la gran parte, non vogliono la mobilità dall’ospedale di riferimento, visto che hanno firmato un contratto per una sede, e non per l’intero territorio di Apss, che non può essere stracciato se non dagli stessi medici presi singolarmente.

Ricordiamo infine che, per diritto di verità, la prossima settimana era stata programmata una riunione formale per le trattative, alla presenza del Presidente Baracetti. Riunione poi annullata e sostituita con l’incontro informale di ieri, in cui sono stati promessi adeguamenti sulla parte economica portando il totale dei due trienni a 16,2 milioni di euro; ma nulla è stato assicurato sulle richieste di carattere normativo, avanzate per la categoria, rischiando che passi un intero anno prima di ricominciare da capo con la nuova Giunta provinciale di Trento.

 

*
Dottor Nicola Paoli
Segretario Generale Cisl medici del Trentino

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.