News immediate,
non mediate!
Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

URZÌ (FDI) * POST SAVOI: « VIOLENZA VERBALE CONTRO DUE CONSIGLIERE, HO PORTATO IL CASO NELL’UFFICIO DI PRESIDENZA DEL CONSIGLIO REGIONALE TN-AA »

Scritto da
12.01 - sabato 20 marzo 2021

Ho già provveduto ad informare il Presidente del Consiglio regionale del mio profondo disagio, in qualità di membro di rappresentanza della minoranza politica nell’Ufficio di presidenza per le dichiarazioni apparse sui social e riferite ad un collega parimenti membro del nostro ufficio.

Si tratta dell’attribuzione di epiteti che non lasciano margini al dubbio di rappresentare un atto di offesa verso due colleghe consigliere regionali per il solo fatto di essere donne. Un giudizio che alimenta la subcultura della discriminazione femminile che solo pochi giorni fa ha meritato, l’8 marzo, una giornata di profonda riflessione a cui non si è sottratto lo stesso Presidente della Repubblica: rispettare le donne anche con il linguaggio, la parità di genere è anche una questione culturale – aveva ammonito Mattarella.

L’Ufficio di presidenza è per sua natura il luogo delle garanzie istituzionali verso l’assemblea legislativa e i suoi componenti. Abbiamo quindi come componenti di questo ufficio una ragione in più, se fosse ancora possibile, per essere esempio di equilibrio, rispetto, e tutela delle garanzie costituzionali dei consiglieri e delle consigliere e a maggior ragione della loro dignità e onorabilità.
Per queste ragioni, esprimendo come segretario questore la mia solidarietà umana prima che politica, sottoporrò la questione nella prima seduta utile. Incomprensibile non mettere a fuoco come anche i più gravi episodi di violenza verso le donne si alimentano in primo luogo delle parole.

Anche come uomini, soprattutto come uomini, non possiamo girarci dall’altra parte.

 

*

Alessandro Urzì, segretario questore dell’Ufficio di presidenza del Consiglio regionale del Trentino – Alto Adige
Consigliere regionale

 

 

*

Screenshot del Presidente della Lega del Trentino, Alessandro Savoi, poi rimosso dal profilo Facebook dallo stesso consigliere.

 

Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.