News immediate,
non mediate!
Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

SEN. DE BERTOLDI (FDI) * BANCHE; « SUL CREDITO COOPERATIVO BASTA AL COMMISSARIAMENTO DELLA POLITICA, IL NOSTRO PARTITO TUTELA L’INTERESSE NAZIONALE DALLE LOGICHE PRIVATE »

Scritto da
14.43 - martedì 15 febbraio 2022

“La relazione del professor Francesco Capriglione nella Commissione d’inchiesta sul sistema bancario e finanziario sul tema delle banche di credito cooperativo e della territorialità del credito, come pure gli interventi dei commissari, confermano la bocciatura nei fatti della riforma targata Partito democrati, che nella scorsa legislatura ha decapitato le piccole banche di territorio. Ma ciò che è più grave è che anche in questa Legislatura la politica si è fatta commissariare dai tecnici, allorquando nella Commissione Finanze al Senato l’allora maggioranza gialloverde dovette improvvisamente ritirare tutti gli emendamenti, che altrimenti avrebbero bloccato l’infausta riforma Renzi. Emendamenti che, poi, furono fatti propri da Fratelli d’Italia e ripresentati, ma alla fine bocciati dalla stessa maggioranza che pure pochi giorni prima li aveva presentati”.

Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Andrea de Bertoldi, capogruppo nella Commissione d’inchiesta sul sistema bancario e finanziario.
“Ora, continua il parlamentare di FdI, è sotto gli occhi di tutti il grave danno provocato al sistema finanziario ed economico nazionale, in particolare alle PMI e alle zone periferiche e montane che coltivavano un rapporto premiante con il sistema del credito cooperativo e popolare. Nei maggiori paesi d’Europa, come Germania ed Austria, si è mantenuto il credito di territorio, a differenza della politica giallorossa e gialloverde che, probabilmente sotto dettatura di terzi, hanno voluto in Italia, sulla scia della riforma della scorsa Legislatura, affossare definitivamente quel patrimonio di piccole banche che costituivano il riferimento precipuo e primario delle nostre imprese italiane”.

“Auspico adesso che la Commissione di inchiesta, come anticipato anche dalla presidente Ruocco, voglia davvero farsi carico di questa anomalia europea e di questo profondo danno provocato alle nostre imprese, assumendo finanche iniziative legislative per ridare la possibilità alle casse rurali e banche popolari di utilizzare gli strumenti di garanzia IPS, come avviene nel Nord Europa e pure nella provincia autonoma di Bolzano. O forse per Bankitalia ciò che funziona in Alto Adige non può funzionare pure in Trentino e nelle altre province italiane? Fratelli d’Italia non smetterà mai di anteporre l’interesse nazionale alle logiche degli interessi privati, ed a combattere il commissariamento della politica oggi in essere” conclude il senatore de Bertoldi.

 

Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.