PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

"Il Trentino news" (puntata n° 17)

Sabato 9 novembre 2019. Missione di soccorso costantiniana ad Amatrice.

Una folta rappresentanza di Cavalieri, Postulanti e Volontari della Delegazione della Tuscia e Sabina del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, guidata dal Delegato Nob. Avv. Roberto Saccarello, sabato 9 novembre 2019 è ritornata nel territorio di Amatrice, in provincia di Rieti, per prestare aiuto alla popolazione duramente colpita dal sisma del 2016.
Dopo la Santa Messa celebrata da Don Stefano Sivilla Clary, Cappellano di Merito della Sacra Milizia, in una struttura della Caritas diocesana a Torrita, i partecipanti alla missione di soccorso costantiniana hanno raggiunto la frazione di Paiano, dove hanno provveduto alla distribuzione di generi alimentari e indumenti alle persone più bisognose.
Ultima tappa è stato il monastero benedettino in località Scai, gravemente danneggiato dal terremoto. Dopo la visita alla Chiesa dedicata a Santa Caterina d’Alessandria per un momento di raccoglimento, i partecipanti alla missione di soccorso costantiniana si sono amabilmente intrattenuti con le monache, a cui hanno consegnato generi di conforto e una offerta per le necessità della Comunità.

 

*

 

Domenica 27 ottobre 2019
Santa Messa in suffragio dei defunti e benedizione dei mantelli e delle insegne della Sacra Milizia a Poggio a Caiano.

Si è tenuta domenica 27 ottobre 2019 presso la millenaria Prioria di Santa Cristina in Pilli a Poggio a Caiano la tradizionale Santa Messa in suffragio dei Confratelli, delle Consorelle, dei familiari e dei benefattori del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio defunti.
La Santa Messa è stata celebrata dal Cappellano Don Mirko Mochi, che, nell’Omelia, ha voluto evidenziare come il mantello costantiniano, segno di devozione alla Santa Croce, impegni chi lo indossa ad una vita cristiana nella Fede e nelle opere.
Dopo il corteo di ingresso in chiesa, accompagnato da un canto alla Santa Croce, si è tenuta una breve cerimonia di Benedizione dei mantelli e delle insegne dei Confratelli che hanno fatto ingresso nella Sacra Milizia nell’ultimo anno. Al termine della Benedizione, il Delegato della Toscana, Cavaliere di Gran Croce al Merito Carlo Testi, ha rivolto ai presenti un significativo indirizzo di saluto.
Durante la Preghiera dei Fedeli è stata pronunziata una particolare prece in suffragio dell’anima eletta di S.A.R. il Principe Don Carlos di Borbone delle Due Sicilie, l’amato Gran Maestro deceduto nel 2015.
Con l’occasione è stato lasciato un donativo per le opere della Parrocchia di Santa Cristina in Pilli, chiesa immersa nel verde della campagna toscana, caratterizzata da un’atmosfera di raccoglimento e spiritualità.
I Confratelli presenti si sono poi ritrovati per una fraterna conviviale.
Uno speciale ringraziamento da parte del Cav. Testi al confratello Cerimoniere Cav. Cristiano Ciani, che ha curato l’organizzazione dell’evento ed alla comunità parrocchiale di Santa Cristina in Pilli che, anche per quest’anno ha aperto le porte della prioria alla Sacra Milizia Costantiniana.

 

 

*

Sabato 5 ottobre 2019
Donazione della Sacra Milizia in favore della Croce Rossa della Mongolia.

In occasione del pellegrinaggio presso il santuario della Madonna delle Grazie di Montenero (LI) abato 5 ottobre 2019, nel corso dell’incontro conviviale presso il Circolo dell’Accademia Navale di Livorno, il Delegato della Toscana del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, Cav. Carlo Testi, all’esito delle attività di raccolta di beneficenza svolte dai confratelli Cavv. Massimo Planera e Massimo Illiano, ha consegnato nelle mani del Console Onorario della Mongolia, Sig. Piero Bardazzi un dono di Euro 500,00 ed un defibrillatore automatico di ultima generazione, che l’autorità consolare provvederà a consegnare presso la sede della Croce Rossa della Mongolia a Ulan Bator. La donazione, risultato degli impegni presi con l’Ambasciatore della Mongolia in Italia dai Cavalieri Costantiniani della Delegazione Toscana nel corso dell’iniziativa dello scorso aprile 2019 in Sestri Levante, vuole essere un piccolo, ma significativo e tangibile segno di vicinanza a quella parte di popolazione mongola che vive in condizioni di estrema povertà e grande disagio, quotidianamente assistita dalla Croce Rossa del luogo. S. E. l’Ambasciatore, immediatamente informato dell’iniziativa benefica, ha voluto far giungere al Delegato e, suo tramite, a tutti i Cavalieri della Sacra Milizia Costantiniana, la riconoscenza Sua e della Nazione che rappresenta per l’attenzione e la sensibilità dimostrate dei Cavalieri della Delegazione Toscana.

 

*

Le attività della Sacra Milizia

Le attività dell’Ordine Costantiniano sono stabilite, in conformità ai plurisecolari Statuti, al fine del raggiungimento degli obiettivi in essi indicati: la glorificazione della Croce, la propaganda della Fede e la difesa di Santa Romana Chiesa. I membri dell’Ordine inoltre, vivendo una vita pienamente cristiana, sono tenuti nelle loro azioni ed attività a sostenere le importanti missioni sociali di assistenza ospedaliera e di carità. Un requisito essenziale dei membri è anche quello di partecipare alle attività religiose e spirituali, infatti Esso non solo organizza nel proprio ambito funzioni e cerimonie religiose, ma esorta i propri Cavalieri ad ottemperare ai loro obblighi religiosi nelle loro diverse Diocesi e Parrocchie.

La partecipazione alle attività e alle Sante Messe dell’Ordine si svolgono nello spirito di fraternità e di devozione alla Santa Croce, che è fondamento del carisma della Sacra Milizia, che sono il fondamento dei carismi della Sacra Milizia – la difesa della fede e la difesa dei bisognosi – e costituiscono momenti di catechesi formativa per tutti, indispensabili per coloro che intendono avvicinarsi alla Spiritualità Cavalleresca Costantiniana.
“Di null’altro mai ci glorieremo se non della croce di Gesù Cristo, nostro Signore” (Gal 6,14).