Fondazione Caritro delibera 850 mila euro per iniziative in ambito culturale e istruzione: ”Segno concreto, tangibile e veloce per la ripartenza del territorio”.

Non si ferma l’impegno di Fondazione Caritro per supportare e sostenere il Trentino in questo momento di difficoltà. Il Consiglio di Gestione si è riunito, venerdì 3 aprile, per deliberare e assegnare contributi per 850 mila euro divisi in tre bandi: due in ambito culturale e un altro nel settore della formazione.

“Abbiamo deciso di accelerare l’erogazione delle risorse quale segno tangibile di vicinanza e sostegno al territorio. Le nostre analisi – commenta Mauro Bondi, Presidente di Fondazione Caritro – l’ascolto dei territori e le indagini hanno messo in luce il fabbisogno del Trentino. Un tratto distintivo della Fondazione è l’attenzione alle esigenze della società. In questo momento è emersa carenza nel settore cultura, in quello sociale ci sono nuovi bisogni e nel comparto istruzione c’è disomogeneità di situazioni familiari. L’obiettivo è aiutare in modo serio e concreto, veloce e responsabile. È solo un’ennesima dimostrazione della struttura di reagire in tempi rapidi e decisi per aiutare il territorio. Ma non ci fermiamo perché siamo ancora attivi su diversi fronti”.

Il bando annuale eventi culturali 2020 ha assegnato a 33 progetti un importo complessivo di 400 mila euro. Un piano per favorire la vivacità dell’offerta del sistema locale per iniziative divulgative sviluppate con logiche di rete in grado di promuovere la conoscenza ad un pubblico ampio. I progetti presentati si sono concentrati sulla realizzazione di eventi, festival e rassegne tra incontri pubblici, esposizione, musica, teatro, cinema, danza, altre arti performative quali fotografia, video e installazioni.
Il bando annuale produzioni culturali 2020 ha individuato 15 progetti per 250 mila euro di budget per stimolare la produzione, la diffusione e la valorizzazione di attività culturali in quanto viene ritenuta un’azione strategica per favorire e promuovere la crescita e lo sviluppo della società.

In particolare, la capacità del sistema locale di programmare e realizzare progetti culturali favorisce in modo diffuso la creatività, la conoscenza, la partecipazione attiva, il confronto e il dialogo tra idee e visioni diverse. Iniziative che hanno coinvolto giovani operatori culturali con elevato grado di professionalità.

Inoltre il bando scuola-territorio 2020 ha permesso di individuare ulteriori 20 progetti per un budget da 200 mila euro. “Fondazione Caritro si è messa in gioco per sostenere la qualità del sistema scolastico e formativo – dice Filippo Manfredi, Direttore dell’Istituto di via Calepina – quale azione strategica per permettere ai giovani di crescere e sviluppare le proprie potenzialità.

Un modo per contribuire alla crescita qualitativa dell’offerta formativa del territorio e promuovere la collaborazione con le realtà locali. Il progetto ha inteso di ampliare la capacità degli istituti scolastici di affrontare temi di attualità e problematiche giovanili, quali la responsabilità civica, cultura della convivenza, cooperazione internazionale, pensiero critico, conoscenza del territorio, salvaguardia e sostenibilità ambientale, orientamento scolastico e professionale per sviluppare nei giovani competenze trasversali e concrete”.

Non solo, il Consiglio di Gestione ha deciso di prorogare la scadenza per la presentazione delle domande per altri tre bandi in modo per permettere agli interessati di valutare l’adesione usciti dall’emergenza Covid-19. La nuova data per il bando ricerca umanistica 2020 è il 5 maggio, per il bando post-doc è il 20 maggio e per il bando ricerca e sviluppo è il 15 giugno. Le parole d’ordine dei bandi sono rete e collaborazione per ricadute tangibili sul benessere della società e del territorio.