VIDEONEWS & sponsored

(in )

DALZOCCHIO (LEGA TRENTINO) * CHIUSURE DOMENICALI: « LA PROVINCIA DI TRENTO NON È STATA AFFATTO “BOCCIATA”, LA PARTITA È ANCORA APERTISSIMA »

“Da parte di alcuni media, e non solo, c’è stata eccessiva e non imparziale enfasi nel definire «bocciata» la Provincia di Trento rispetto alle sue disposte chiusure domenicali. Infatti, ciò che ieri è accaduto è che il Tar, con una ordinanza sospensiva, ha riconosciuto la possibilità di restare aperti la domenica ai soli esercizi che avevano fatto ricorso alla norma provinciale. Ma tale possibilità è stata riconosciuta «sino all’esito del giudizio di merito». Dunque la partita è tecnicamente e giuridicamente ancora aperta.

Ma lo è anche politicamente, dal momento che, se da un lato è chiaro come in questo caso – con il governo M5S e PD che ha impugnato davanti alla Consulta le chiusure domenicali trentine – il Tar sia stato in qualche modo influenzato da tale decisione e dal fatto che la palla sia già alla Corte Costituzionale, dall’altro la Lega e la Giunta Fugatti non sono intenzionati in alcun modo a mollare la presa sulle chiusure domenicali, che in realtà altro non sono, per i lavoratori, che possibilità di trascorrere del tempo con i familiari, all’aperto e a godersi il nostro magnifico paesaggio.

Non c’è dunque nessuna «bocciatura» ai danni della Provincia, ma solo una contesa aperta tra due modi di guardare la società: da una parte quello di chi ieri stava con i lavoratori e oggi strizza gli occhi al solo capitale e, dall’altra quello di chi ritiene che “non di solo pane viva l’uomo”, e ci sia quindi la necessità di contemperare esigenze economiche con fondamentali diritti familiari e di libertà. Un approccio, quest’ultimo, nel quale mi riconosco convintamente e speriamo, per il bene del Trentino, possa prevalere”.

È quanto affermato in una nota dal Consigliere provinciale della Lega Salvini Trentino Mara Dalzocchio.