VIDEONEWS & sponsored

(in )

CISL MEDICI * CONTRATTO MEDICINA GENERALE: PAOLI, « OGGI AL CONTRARIO DI QUANTO DICHIARATO ALLA STAMPA DALLA PAT, NON È STATO FIRMATO NULLA »

Nella giornata odierna, al contrario di quanto dichiarato alla stampa oggi, non è stato firmato alcun accordo della medicina generale. Il comitato provinciale ex art.24 si è solo espresso, con i sindacati di minoranza che non rappresentano il quorum per accordarsi legalmente, un documento riportante “Misure emergenziali” per la continuità assistenziale e una confusione di indennità per quanto riguarda la medicina generale.

Intesa sindacale che ha in Cisl medici la maggioranza assoluta delle deleghe del settore, a cui è stato dato l’onore ,come maggioranza assoluta della medicina generale, di trattare su un tavolo separato,in altra sede, con il Direttore Generale del Dipartimento,dott.Ruscitti, non ha firmato il documento di qesta mattina, che non è stato ancora neppure deliberato in Giunta.

Preme rimarcare la assenza a tutti gli incontri ed alla riunione di oggi del Presidente del Comitato Provinciale della medicina generale Stefania Segnana.

Cisl medici ha dato immediatamente ordine ai propri legali di diffidare il Presidente del Comitato di portare in Giunta un documento che ha nullo significato sia dal punto economico che dal punto giuridico.

In questo momento di emeregenza del Coronavirus, con i nostri medici di medicina generale impegnati e mai ad oggi rispettati, non una sola parola di conforto abbiamo ricevuto oggi per la nostra categoria.

Piuttosto obblighi da dipendenti senza i privilegi dei dipendenti.Sconforta la maleducazione rivoltaci da parte del Direttore Generale aziendale e dal Direttore Generale del Dipartimento Salute in un momento in cui cercavamo tutti una unità di intenti che purtroppo non è stato possibile ricevere né oggi né fino ad oggi da parte di questo gruppo.

Ci appelliamo al Presidente della Provincia affinchè ponderi bene il danno che farà firmando un documento simile, non solo ai medici del Trentino ma a tutti coloro che verranno qui pensando di ricevere onori e guadagni facili ma troveranno solo vertenze sindacali ed una ferma opposizione di 200 medici di medicina generale.

I nostri medici non si tireranno indietro nel loro lavoro, sempre più pesante, nei confronti dei loro assistiti ma non accetteranno mai una imposizione fuori dalle norme e dalla legge italiana.

 

*
Dottor Nicola Paoli
Segretario Generale Cisl medici del Trentino