News immediate,
non mediate!
Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

APT VALSUGANA (TN) * TERRITORIO: « “ADOTTA UNA MUCCA E SOSTIENI UN SENTIERO“, UN’OCCASIONE PER VALORIZZARE IL PATRIMONIO AMBIENTALE »

Scritto da
14.14 - sabato 14 maggio 2022

Per il secondo anno le mucche del Lagorai contribuiscono alla sistemazione e alla valorizzazione del patrimonio ambientale della Valsugana.

In un periodo di riscoperta della montagna, dove il camminare all’aria aperta nella natura ha acquisito un valore tutto nuovo, APT Valsugana – grazie al progetto Adotta una mucca giunto alla 17° edizione – ha deciso di riconfermare il sostegno alle sezioni SAT del territorio.

L’amore per la montagna e l’impegno dei soci delle sezioni SAT per il loro territorio da sempre permettono a tutti di esplorare le cime del Trentino su sentieri in sicurezza e ben segnalati.

Con la stessa dedizione e passione i malghesi, occupandosi della gestione dei pascoli e degli alpeggi, diventano anche loro protagonisti nella tutela e valorizzazione del territorio. Due soggetti con ruoli diversi ma a tutti gli effetti entrambi ambasciatori della montagna, delle tradizioni e della cultura locale.

Già da tempo APT Valsugana e le cinque sezioni locali SAT (Tesino, Borgo, Levico, Caldonazzo e Pergine) collaborano assieme per il miglioramento di alcuni sentieri della zona e per la promozione di attività di sensibilizzazione ed avvicinamento alla montagna.

Il progetto si è rivelato vincente tanto che per il 2022 parte dei proventi raccolti con il progetto Adotta una mucca vanno a beneficio di queste Società Alpinistiche, rimarcando ancora una volta il legame inscindibile tra realtà locali e territorio e il concetto di sostenibilità che fa da cornice a tutte queste azioni.

In occasione del lancio della stagione degli alpeggi 2022 presso la Fondazione De Bellat di Castelnuovo alla presenza del presidente della fondazione stessa, Bruno Donati, l’APT Valsugana e i malghesi dell’Associazione Culturale Adotta una mucca hanno incontrato i referenti delle società SAT locali, consegnando gli assegni a supporto degli interventi di riqualificazione e messa in sicurezza di alcuni percorsi del territorio.

 

*

Alcune sezioni hanno già individuato obiettivi ben precisi sui quali lavorare.

La SAT di Levico, avendo sistemato un sentiero del Vezzena col precedente contributo, questa volta si sposta nei pressi della zona di Vetriolo, territorio che porta ancora segni profondi dovuti alla tempesta Vaia del 2018, con la volontà di dar nome ad una piazzola del sentiero, Adotta una mucca.

La sezione di Borgo, con il supporto di questo progetto, provvederà a completare la sistemazione dei sentieri della Lanzola oltre che alla creazione di qualche giro ad anello nella zona.

Pergine, dopo aver indirizzato i fondi dello scorso anno per il sentiero del centenario Delio Pace E340/A che si snoda sulle creste sopra il rifugio Sette Selle, per quest’anno pensa alla sistemazione di un altro sentiero in quota.

La SAT del Tesino li destinerà alla realizzazione del nuovissimo Sentiero Degasperiano del monte Silana, uno dei 3 sentieri in provincia dedicati ad Alcide Degasperi.

Per Caldonazzo i progetti sono ancora in via di definizione, tuttavia la volontà è di poter sistemare e di poter rendere agibile già da quest’estate il sentiero della Val scura del della ferrata Vallimpach.

In aggiunta, parte dei proventi di “Adotta una Mucca” saranno devoluti anche al Comitato Italiano Paraolimpico a favore dell’acquisto di un macchinario per una sala attrezzata presso il centro riabilitazione Villa Rosa di Pergine. Durante la consegna della beneficenza erano presenti anche i rappresentanti del comitato.

“La collaborazione con le SAT locali si rivela vincente – afferma Denis Pasqualin, Presidente di APT Valsugana – fare rete con le altre realtà presenti sul territorio e coinvolgere chi vive la montagna in prima persona con rispetto e nel nome della sostenibilità è fondamentale per la promozione del nostro Lagorai”.

Dopotutto le catene di monti che abbracciano la valle rappresentano da sempre una delle più grandi ricchezze della Valsugana e Lagorai, e non a caso gli sforzi messi in atto dalla comunità per preservare queste iniziative e l’intero territorio, sono valsi alla destinazione la riconferma della certificazione per il turismo sostenibile secondo i criteri Global Sustainable Tourism Council (GSTC).

“Sono veramente orgoglioso di questa iniziativa che ci ha permesso di sviluppare fattivamente una collaborazione tra il mondo turistico e il mondo agricolo sostenendo la nostra tradizione e garantendo la manutenzione dei pascoli, che troppo spesso si dà per scontata. Sempre più dobbiamo come residenti conoscere quello che stiamo facendo in maniera che tutti possano diventare ambasciatori del territorio.” Così Stefano Ravelli Direttore Apt Valsugana Lagorai.

Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.