News immediate,
non mediate!

AC TRENTO * CALCIO: « AL “BRIAMASCO” BELCASTRO, ALIÙ E PATTARELLO STENDONO IL CARTIGLIANO / MERCOLEDÌ SI TORNA GIÀ IN CAMPO IN TERRA FRIULANA CONTRO L’OSTICO CJARLINS MUZANE »

Scritto da
9:36 - 1/02/2021

Terza vittoria consecutiva e conferma del primato: al “Briamasco” il Trento soffre nella prima frazione di gara, ma si rifà ampiamente nella ripresa, piegando per 3 a 1 l’ostico Cartigliano. Rompe l’equilibrio Belcastro, al terzo gol nelle ultime cinque partite, risponde Di Gennaro, ma prima Aliù riporta in avanti i gialloblù e poi Pattarello – al rientro e al primo centro stagionale – chiude l’incontro dopo gran conclusione di Comper.

Il Trento centra l’ottavo risultato utile consecutivo, mantiene il primato in coabitazione con il Belluno, rispetto al quale ha due gare in meno. Mercoledì si torna già in campo in terra friulana contro l’ostico Cjarlins Muzane per il sesto impegno in appena diciotto giorni.

Live match.

Ancora indisponibili per infortunio Bran e Osuji, ai quali si aggiunge lo squalificato Tinazzi, mister Parlato ritrova Ferri Marini, Comper e Pattarello, tutti e tre inizialmente in panchina, e opta per il classico “4-3-1-2” con Cazzaro in porta, mentre la linea difensiva è formata da Caporali e Contessa sulle corsie esterne con Trainotti e Dionisi al centro. In mezzo al campo Gatto agisce da playmaker con Pilastro e Trevisan interni e Belcastro completa il rombo di metà campo, in posizione di trequartista alle spalle del tandem offensivo formato da Aliù e Rivi.

Il primo tempo scivola via senza particolari sussulti, con le due formazioni attente più a non scoprire il fianco. Gli ospiti chiudono gli spazi e agiscono di rimessa, facendosi vedere con due tentativi di Gobbetti, che prima (10′) incorna tra le braccia di Cazzaro e poi (40′) gira sopra la traversa il traversone da destra di Barzon.
Nel mezzo qualche tentativo gialloblù, ma l’estremo difensore ospite Bogdanic non corre particolari rischi.

La partita cambia radicalmente nella ripresa: mister Parlato getta subito nella mischia Galazzini e Pattarello e cambia modulo, passando al “4-3-3”.
Al 50′ Trainotti salva su Di Gennario, ma al 63′ si spezza l’equilibrio e il Trento passa a condurre: incursione di Galazzini sulla sinistra e traversone per Belcastro, che si coordina in equilibrio precario e gira in rete sul palo “lungo”.

Il Cartigliano prova subito a rifarsi sotto e al minuto 73’ trova il pareggio in maniera un po’ fortunosa. Punizione battuta in area all’indirizzo di Mattioli, che prova il tiro al volo ma viene murato: sulla respinta la palla arriva sui piedi di Di Gennaro, che incrocia un diagonale rasoterra che si insacca alle spalle di Cazzaro, vanamente proteso in tuffo.
Il Trento, però, ha sette vite e i gialloblù impiegano appena cinque minuti per tornare avanti: filtrante di Galazzini, Aliù di prima imbecca sulla destra Belcastro che crossa teso in mezzo all’area per il centravanti che si produce in un coraggiosissimo tuffo: l’incornata è perfetta e Bogdanic è battuto.

Il Cartigliano si getta in avanti con la forza della disperazione, ma così facendo presta il fianco alle ripartenze aquilotte. E il Trento in campo aperto è letale: al 93′ Aliù conduce il contropiede, apre a sinistra per il neoentrato Comper, al rientro dopo un paio di mesi, il cui diagonale si stampa contro il montante. Sulla sfera arriva Pattarello che piazza il tap in vincente e realizza il suo primo gol in gialloblù.
Il Trento vince, si conferma in vetta alla classifica e mercoledì tornerà già in campo per la penultima d’andata con la difficile trasferta sul campo del Cjarlins Muzane.

Il tabellino.

TRENTO – CARTIGLIANO 3-1
TRENTO (4-3-1-2): Cazzaro; Caporali, Trainotti, Dionisi, Contessa (‘st Amadori); Pilastro (15’st Comper), Gatto, Trevisan (1’st Galazzini); Belcastro (37’st Salviato); Rivi (1’st Pattarello), Aliù.
A disposizione: Ronco, Bonomi, Pinto, Ferri Marini.
Allenatore: Carmine Parlato.
CARTIGLIANO (3-4-2-1): Bogdanic; Pregnolato, Marchesan, Buson; Romagna, Murataj, Pelizzer (44’st Boudraa), Gobbetti (36’st Nichele); Barzon (24’st Parolin), Mattioli (36’st Giusti); Di Gennaro.
A disposizione: Pellanda, Bagnara, Mariuz, Ronzani, Minuzzo.
Allenatore: Alessandro Ferronato.
ARBITRO: Djurdjevic di Trieste (Munitello di Gradisca d’Isonzo e Nigri di Trieste).
RETI: 18’st Belcastro (T), 28’st Di Gennaro (C), 33’st Aliù (T), 48’st Pattarello (T).
NOTE: partita disputata a porte chiuse. Giornata nuvolosa. Campo in discrete condizioni. Ammoniti Galazzini (T), Gatto (T), Dionisi (T), Caporali (T), Di Gennaro (C) e Pregnolato (C). Calci d’angolo 4 a 2. Recupero 0’ + 3’.

 

Foto: Carmelo Ossanna

Categorie Articolo:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.