News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

“SIAMO EUROPA”: PAT, IN PIAZZA FIERA DAL 12 MAGGIO 15 PROGETTI TERRITORIALI

Scritto da
09.21 - lunedì 08 maggio 2017

(Fonte: Ufficio stampa Pat) – I progetti trentini finanziati a livello comunitario a “Siamo Europa”, dal 12 al 14 maggio in piazza Fiera a Trento. L’Unione Europea non chiede solo molto, ma dà anche.

Basti pensare alla possibilità di circolare liberamente fra gli Stati membri, all’utilizzo di un’unica moneta in 19 paesi, alla tessera di assicurazione malattia grazie alla quale possiamo usufruire dei servizi sanitari in qualunque Stato membro ci troviamo, all’eliminazione del costo del “roaming” telefonico (dal 15 giugno 2017), al riconoscimento dei diplomi.

“Siamo Europa”, in programma dal 12 al 14 maggio nella tensostruttura allestita in piazza Fiera a Trento, sarà anche l’occasione per far conoscere ai cittadini una quindicina di progetti attualmente in corso di realizzazione in Trentino oppure terminati da poco.

I programmi a “finanziamento diretto” sono quelli per i quali i progetti vengono presentati direttamente alla Commissione europea, come ad esempio Life, Horizon 2020, Erasmus+. E alcune di queste iniziative saranno presentate dai protagonisti sabato 13 e domenica 14 maggio. Un punto informativo per ciascuno della quindicina di progetti che hanno aderito sarà allestito per entrambe le giornate e a rotazione ciascun protagonista avrà a disposizione una quindicina di minuti per illustrare al pubblico il proprio progetto.

*

Queste saranno le iniziative presenti a “Siamo Europa”:

-“Ten” (programma Ue Life): si prefigge di realizzare in Trentino una rete ecologica polivalente e di definire la nuova strategia di gestione della rete “Natura 2000”.

-“BrennerLec” (Life): ha l’obiettivo di creare un “corridoio a emissioni ridotte” lungo l’asse autostradale del Brennero per ottenere benefici ambientali.

-“Recola” (Eranet): sviluppa nuove tecnologie per il recupero di terre rare dal materiale elettrico ed elettronico accumulato nelle discariche.

-“IHeero” (Meccanismo per collegare l’Europa): per attivare centri di raccolta delle chiamate di emergenza per gestire il servizio elettronico di chiamata in caso di incidenti stradali previsto a livello europeo.

-“Climate” (Erasmus 2020): ha l’obiettivo di fornire una base scientifica per la gestione sostenibile delle foreste di montagna.

-“Suzukii” (Erasmus 2020): è finalizzato a migliorare il controllo della Drosophila suzukii, l’insetto parassita dei piccoli frutti.

-“WolfAlps” (Life): realizza azioni per la conservazione e la gestione a lungo termine della popolazione alpina del lupo.

-“Franca” (Life): promuove una cultura del rischio alluvionale per anticipare gli eventi calamitosi e migliorare la sicurezza del territorio e dei cittadini.

“FabLabNet” (Interreg Central Europe): vuole realizzare una rete europe che supporti l’imprenditoria integrando i “FabLab” nei sistemi dell’innovazione locale.

-“Borse di studio Marie Curie” (Horizon 2020): vari progetti di ricerca che vanno dal microbiota umano alla malattia ereditaria “di Huntington”, dalla funzione delle comunità virali nei laghi trentini alla riabilitazione di pazienti con difficoltà motorie a due studi legati alle persone con problemi visivi.

-“Nasstec” (FP7): forma un gruppo internazionale di ricercatori in settori come l’ecologia, la geneteca, la biologia molecolare, l’allevamento, l’orticoltura, ecc.

-“Urban Inno” (Interreg Central Europe): intende affrontare la sfida per rendere l’area dell’Europa Centrale più innovativa e competitiva, valorizzando il potenziale di innovazione degli ecosistemi urbani di piccole e medie dimensioni.

-“Symphony” (FP7): ha lo scopo di scoprire tempestivamente eventuali contaminazioni da sostanze tossiche nel latte.

-“Global school” (Dear): vuole sperimentare la possibilità di riformare i curricula scolastici inserendo trasversalmente l’educazione alla cittadinanza mondiale.

-“Carnival king of Europe” (Cultura): attività di ricerca ed eventi su come si svolge il carnevale in diversi paesi europei. Il progetto ha anche vinto il premio “Europa Nostra”.

-“BrennerLec” (Life): ha l’obiettivo di creare un “corridoio a emissioni ridotte” lungo l’asse autostradale del Brennero per ottenere benefici ambientali.

-“Recola” (Eranet): sviluppa nuove tecnologie per il recupero di terre rare dal materiale elettrico ed elettronico accumulato nelle discariche.

-“IHeero” (Meccanismo per collegare l’Europa): per attivare centri di raccolta delle chiamate di emergenza per gestire il servizio elettronico di chiamata in caso di incidenti stradali previsto a livello europeo.

-“Climate” (Horizon 2020): ha l’obiettivo di fornire una base scientifica per la gestione sostenibile delle foreste di montagna.

-“Suzukii” (Horizon 2020): è finalizzato a migliorare il controllo della Drosophila suzukii, l’insetto parassita dei piccoli frutti.

-“WolfAlps” (Life): realizza azioni per la conservazione e la gestione a lungo termine della popolazione alpina del lupo.

-“Franca” (Life): promuove una cultura del rischio alluvionale per anticipare gli eventi calamitosi e migliorare la sicurezza del territorio e dei cittadini.

“FabLabNet” (Interreg Central Europe): vuole realizzare una rete europe che supporti l’imprenditoria integrando i “FabLab” nei sistemi dell’innovazione locale.

-“Borse di studio Marie Curie” (Horizon 2020): vari progetti di ricerca che vanno dal microbiota umano alla malattia ereditaria “di Huntington”, dalla funzione delle comunità virali nei laghi trentini alla riabilitazione di pazienti con difficoltà motorie a due studi legati alle persone con problemi visivi.

-“Nasstec” (FP7): forma un gruppo internazionale di ricercatori in settori come l’ecologia, la geneteca, la biologia molecolare, l’allevamento, l’orticoltura, ecc.

-“Urban Inno” (Interreg Central Europe): intende affrontare la sfida per rendere l’area dell’Europa Centrale più innovativa e competitiva, valorizzando il potenziale di innovazione degli ecosistemi urbani di piccole e medie dimensioni.

-“Symphony” (FP7): ha lo scopo di scoprire tempestivamente eventuali contaminazioni da sostanze tossiche nel latte.

-“Global school” (Dear): vuole sperimentare la possibilità di riformare i curricula scolastici inserendo trasversalmente l’educazione alla cittadinanza mondiale.

-“Carnival king of Europe” (Cultura): attività di ricerca ed eventi su come si svolge il carnevale in diversi paesi europei. Il progetto ha anche vinto il premio “Euiropa Nostra”

-“Osiris” (Interreg Central Europe: per migliorare, attraverso lo scambio di conoscenze ed esperienze, le performance degli strumenti di gestione dei fondi di politica regionale europei.

**

Questo per quanto riguarda i progetti a “finanziamento diretto”.

Ci sono poi numerosi altri interventi realizzati sui territori di tutte le regioni europee tramite i “finanziamenti indiretti”, vale a dire grazie al cofinanziamento europeo di programmi predisposti e gestiti dalle Regioni, nel nostro caso dalla Provincia autonoma di Trento.

E così a “Siamo Europa” verranno portati alcuni esempi di iniziative realizzate con i Programmi Operativi della Provincia relativi al Fondo Sociale Europeo (Fse) e al Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (Fesr). Oltre ad alcune azioni del Fse saranno presentati due progetti realizzati con l’azione “Seed money del Po Fesr:

-“Family advisor”, una piattaforma virtuale creata per risolvere i problemi quotidiani di organizzazione domesticae.: )

-“Abito”, un servizio per chi vive in condominio, nato con l’obiettivo di costruire comunità attraverso il risparmio, facilitando la creazione di acquisti condivisi e la fruizione collettiva di beni e servizi.

Spazio infine anche a “Eusalp” , la strategia macroregionale che unendo le 48 regioni dello spazio alpino intende dare risposte a sfide comuni.

 

 

 

 

In allegato la tabella grafica contenuta nel comunicato stampa:

 

 

 

 

 

 

 

 

Foto: da comunicato stampa

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.