News immediate,
non mediate!

Gianpiero Lui – Candidato sindaco Rovereto (Tn)

Categoria news:
OPINIONEWS

ENPA * GRANDI CARNIVORI: « MORTE ORSO M62, PRESENTATA ALLA PROCURA DI TRENTO LA DENUNCIA PER UCCISIONE DI ANIMALI »

Scritto da
17.40 - venerdì 12 maggio 2023

(Il testo seguente è tratto integralmente dalla nota inviata all’Agenzia Opinione) –

///

Orsi. Denuncia Enpa per M62. Uccisione di animali, danneggiamento, bracconaggio le ipotesi di reato. Dalla Provincia troppa fretta di imputare la morte ad altro animale.

L’Ente Nazionale Protezione Animali ha presentato alla Procura di Trento una denuncia per la morte dell’orso M62. Uccisione di animali (articolo 544 bis del Codice Penale), danneggiamento (art. 635, 2° comma c.p) e di uccisione di specie selvatica (“bracconaggio” ex articolo 727 bic c.p.) le fattispecie penali richiamate dall’avvocato Valentina Stefutti nell’atto depositato presso la Procura, con cui Enpa manifesta fin da ora l’intenzione di costituirsi parte civile nel procedimento penale che dovesse scaturire dalle indagini.

«Restiamo in attesa che le indagini facciano il loro corso, rinnovando la nostra piena fiducia nel lavoro dei magistrati e dei periti chiamati ad accertare le cause del decesso di M62 e ad individuare i responsabili di eventuali reati qualora dovessero emergere profili di rilievo penale, dovranno identificare i responsabili. Ovviamente – spiega la Protezione Animali – siamo a disposizione degli inquirenti per fornire ogni elemento o notizia utile che possa contribuire a fare chiarezza su questa vicenda».

Di certo non vi contribuisce la PAT che, contro ogni logica e contro ogni regola di prudenza, quando l’esito della necroscopia era ancora sconosciuto, si è affrettata a derubricare la morte di M62 a fatto quasi “naturale” riconducendola all’aggressione di un altro orso. «La smentita arrivata con il successivo referto necroscopico – prosegue Enpa- è stata davvero clamorosa. Sarebbe molto interessante sapere il motivo per il quale la Provincia ha avuto tanta fretta di escludere un possibile atto di bracconaggio».

Il timore dell’associazione infatti è che, sull’onda del clima di odio contro gli orsi, qualcuno possa aver ucciso M62. Peraltro, insieme a JJ4 e MJ5, M62 era uno degli animali condannati a morte da Fugatti subito dopo i fatti di Caldes. La sua unica colpa, si legge nella denuncia redatta dall’avvocato Stefutti, era quella di essersi avvicinato ai centri abitati, dove era stato richiamato dalla presenza di rifiuti. Peraltro, lo stesso M62 non era mai stato coinvolto in situazioni problematiche anzi – viene sempre ricordato dall’avvocato Stefutti – in un caso si era fortuitamente imbattuto in due cacciatori e si era allontanato tranquillamente senza dare alcun segno di aggressività.

Categoria news:
OPINIONEWS
© RIPRODUZIONE RISERVATA
DELLA FONTE TITOLARE DELLA NOTIZIA E/O COMUNICATO STAMPA

È consentito a terzi (ed a testate giornalistiche) l’utilizzo integrale o parziale del presente contenuto, ma con l’obbligo di Legge di citare la fonte: “Agenzia giornalistica Opinione”.
È comunque sempre vietata la riproduzione delle immagini.

I commenti sono chiusi.