VIDEONEWS & sponsored

(in )

EVERNESS * FASE 2 LOCKDOWN: CAROLLO, « PROFESSIONISTI E IMPRESE DELLO SPETTACOLO, ANCHE NOI VOGLIAMO RIPRENDERE A LAVORARE »

 

Professionisti e imprese dello spettacolo: anche noi vogliamo riprendere a lavorare!

La gravissima emergenza e crisi economica causata dall’epidemia di coronavirus ha lasciato ferma, senza lavoro e senza prospettive a breve termine i professionisti e le imprese del mondo dello spettacolo, degli eventi e della cultura: musicisti, cantanti, artisti, DJ, VJ, vocalist, ballerini, attori, cabarettisti, fotografi, tecnici del suono e delle luci, impresari, promoter, titolari di locali, di teatri e discoteche, barman, camerieri, addetti alla sicurezza, etc…

La nostra categoria è stata la prima a fermarsi e se andiamo avanti così sarà anche l’ultima a ripartire. Infatti da quando è iniziato il lockdown non siamo mai stati menzionati da nessuno dei portavoce del governo, né nazionale, né provinciale, né dell’ente che dovrebbe essere al servizio dello spettacolo e della cultura in provincia di Trento, il Centro Servizi Culturali Santa Chiara. Anche noi abbiamo il diritto di lavorare, di ripartire con nuove regole, come gli altri settori.

Mi rivolgo al Presidente della Provincia Maurizio Fugatti, all’Assessore alla Cultura Mirko Bisesti, alla Giunta, ma anche al governo italiano e a quelli delle altre regioni: non potete toglierci il lavoro e dimenticarvi di noi. Il lavoro è sacro e non potete creare ingiuste discriminazioni: dovete dare anche a noi la possibilità di lavorare.

Siamo noi che intratteniamo i vostri figli, che li facciamo divertire. Siamo noi che promuoviamo il turismo, che creiamo esperienze vere e che diamo emozioni alla vita di tutti con i nostri spettacoli, la nostra arte, la nostra musica. La vita non è uno spettacolo muto. La vita è un arcobaleno inesauribile di colori.

 

*

Ago Carollo