News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

CONSIGLIO PAT * ASSESSORE FAILONI RISPONDE A CONSIGLIERE ZENI / MERCATINI NATALE – SICUREZZA COVID: « A TRENTO APPRONTATE 62 CASETTE CONTRO LE 94 DEL 2019 »

Scritto da
07.28 - giovedì 06 ottobre 2022

 

 

INTERROGAZIONE CONSIGLIERE ZENI (PD)

Mentre si avvicina il periodo natalizio ed il turismo trentino guarda con attenzione all’imminente riapertura dei Mercatini di Natale in molte località del territorio provinciale, il problema della gestione dei flussi e del controllo della sicurezza sanitaria, stante anche l’impennata dei contagi di questi ultimi giorni, rimane aperto ed irrisolto.
Se nella vicina provincia di Bolzano si stanno offrendo indicazioni comporta- mentali omogenee e coerenti che spaziano dalla verifica del possesso di “green pass”, all’ipotesi dei “braccialetti” identificativi e ad altre regole valide su tutto il territorio, in Trentino pare che la Giunta provinciale e l’Azienda Sanitaria non abbiano ancora emanato nessuna disposizione. Nulla è dato quindi sapere sull’esistenza o meno di indicazioni uguali per tutti i luoghi dove si allestiscono i Mercatini e sembra che ogni singola Amministrazione comunale debba arrangiarsi autonomamente, creando così un enorme caos organizzativo che non può che riflettersi negativamente sull’impatto complessivo e sulla qualità dell’offerta turistica, proprio quando la Giunta provinciale punta sul turismo come leva per la crescita e la ripresa economica.
Mancano linee generali; latitano le disposizioni comuni; non esiste un piano effettivo di controllo e di sicurezza e fra circa quindici giorni i Mercatini aprono i battenti, mentre la Giunta provinciale prosegue nelle sue ambiguità e nei suoi tentennamenti.
Tutto ciò premesso, si interroga la Giunta provinciale per sapere:
– se esiste ed eventualmente a che punto di predisposizione è giunto il piano di controllo per l’apertura in sicurezza dei Mercatini di Natale in Trentino;
– se si intende programmare la proposta, rivolta alle Amministrazioni comunali interessate, per un insieme di regole omogenee e valide su tutto il territorio provinciale o se si ritiene di lasciare autonomia di azione ad ogni singola Amministrazione;
– se si intende spingere in direzione anche di una omogeneizzazione di comportamenti e regole con il vicino Alto Adige/Südtirol, oppure se ogni autonomia speciale si muove in distonia con l’altra, posto che ormai l’offerta turistica dei Mercatini ha valenza regionale nella percezione del turista.
A norma di regolamento si richiede risposta scritta. Distinti saluti.
avv. Luca Zeni

 

RISPOSTA ASSESSORE TURISMO PAT, FAILONI

In merito ai quesiti posti con l’interrogazione in oggetto si rappresenta quanto segue.

La stagione dei mercatini di Natale in Provincia ha potuto essere proposta al vasto pubblico che da anni ha eletto il nostro territorio a metà ambita per visitare le offerte qui presentate, grazie alla piena e sinergica collaborazione delle Istituzioni pubbliche e degli operatori economici, in un momento in cui l’Italia si trovava a fronteggiare la quarta ondata della pandemia.

Le misure di prevenzione e contenimento adottate dagli organizzatori hanno determinato la riduzione delle postazioni da destinare agli espositori (ad esempio a Trento sono state approntate 62 casette, contro le 94 del 2019), mentre gli accessi sono stati regolati attraverso l’adozione di specifiche misure atte ad accertare il possesso del green pass (es. i braccialetti rossi), ovvero a vigilare sul corretto uso delle mascherine e del distanziamento.

Gli eventi si sono svolti senza generare specifiche “bolle” infettive, talché l’unanime soddisfazione di pubblico ed organizzatori ha restituito a tutti un importante segnale di ripresa dai pesanti effetti generati dalla pandemia di Covid 19.

Roberto Failoni –

 

Loader Loading...
EAD Logo Taking too long?

Reload Reload document
| Open Open in new tab

Scarica PDF [109.72 KB]

 

 

Loader Loading...
EAD Logo Taking too long?

Reload Reload document
| Open Open in new tab

Scarica PDF [109.33 KB]

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.