VIDEONEWS & sponsored

(in )
Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

CGIL CISL UIL – TRENTINO * COMUNI E COMUNITÀ: « INCONTRO CON ASSESSORE ENTI LOCALI, DISPONIBILITÀ D’ASCOLTO DI GOTTARDI MA NESSUNA CERTEZZA PROGRAMMATICA DI SVILUPPO »

Il giorno 14 luglio le OO.SS., dopo i numerosi solleciti inoltrati, per le criticità rilevate su Comuni e Comunità, hanno incontrato l’Assessore PAT agli Enti Locali.

Nulla d’eccepire sulla disponibilità di confronto da parte dell’Assessore, unico oggi a sedersi attorno ad un tavolo sindacale, per l’ascolto delle problematiche di lavoratrici e lavoratori dei Comuni e Comunità, ma la sensazione rilevata è quella da tempo conosciuta; nessun pensiero della Giunta Fugatti ad una visione programmatico/strutturale sul futuro dei servizi erogabili dagli enti sul territorio Trentino.

Abbiamo ricordato all’Assessore, con richiesta di trasmissione del messaggio al Presidente, che non si possono fare cambiamenti strutturali per l’efficientamento delle amministrazioni, senza investimenti sul personale, riflessione necessaria, che deve tradursi nella necessaria messa a disposizione di risorse economiche per il rinnovo del CCPL.

Il girovagare da parte della Giunta PAT per il territorio, incontrando gli amministratori e non ponendo attenzione al personale, in prima linea nel garantire i servizi al cittadino, non garantirà nessun miglioramento della “macchina pubblica”.

Le stesse risorse in assestamento di bilancio per l’assunzione di ulteriore personale da parte dei Comuni fino a 5000 abitanti che aderiscono a gestioni associate rischiano di essere vanificate in assenza di un quadro chiaro di prospettiva sugli assetti strutturali dei livelli istituzionali (Comunità di Valle) e degli stessi singoli Comuni sul territorio. Assumere nuovo personale, operazione in sé meritoria che accoglie le richieste del sindacato, deve comportare anche la capacità di valutare competenze e professionalità necessarie e l’ambito di riferimento dell’attività amministrativa.

L’attuale, totale, assenza d’attenzione verso lavoratrici e lavoratori del pubblico impiego, da parte della Giunta Fugatti, non appare la “strategia politica” che garantirà risoluzione delle problematiche, ormai divenute croniche all’interno degli Enti Locali e la contestuale mancanza di segnali d’apertura verso le OO.SS. verrà tradotto nelle forme di lotta sindacale garantite da Legge e Contratto.

 

*

CGIL FP Luigi Diaspro

CISL FPS Beppe Pallanch

UIL FPL EE.LL. Marcella Tomasi