News immediate,
non mediate!

CGIL – CISL – UIL – ACLI – ARCI / TRENTINO * FRIDAY FOR FUTURE: « ADERIAMO ALL’ASSEMBLEA PUBBLICA “IL FUTURO È NOSTRO”, APPUNTAMENTO A TRENTO ALLE ALBERE (22/10 ORE 15.00) »

Scritto da
16:10 - 21/10/2021

Friday for future, domani assemblea pubblica alle Albere. Cgil Cisl Uil con Acli e Arci aderiscono all’iniziativa degli studenti per sensibilizzare sul cambiamento climatico.

Cgil Cisl Uil, Acli e Arci del Trentino aderiscono all’assemblea pubblica “Il futuro è nostro” organizzata da UDU e Rete degli studenti nell’ambito delle manifestazioni per Friday For Future in programma anche domani in tutta Italia. A Trento l’appuntamento sarà alle 15 al parco delle Albere.

In vista di Cop 26 le tre sigle sindacali con Acli e Arci condividono la necessità di far crescere il più possibile il dibattito sul cambiamento climatico, favorendo anche occasioni di confronto per favorire nell’opinione pubblica la consapevolezza di un problema che ci riguarda tutti da vicino.

L’emergenza clima, infatti, chiede ai livelli istituzionali ed economici più alti come nei singoli cittadini un cambiamento importante. Il Trentino non può che essere in prima linea in questa partita, proprio per preservare un territorio già fragilissimo, dalla cui tutela dipende anche la sua crescita economica .

Per questa ragione le scelte politiche ed economiche, anche alla luce delle importanti risorse previste dal Piano di ripresa e resilienza, non possono che puntare ad uno sviluppo sostenibile sia da un punto di vista ambientale sia sociale. I Fondi europei stanziano risorse ingenti per favorire la transizione verde in vari ambiti, dalla mobilità ai sistemi di produzione industriale, dall’energia fino ai consumi.

E’ chiaro, infatti, che la transizione ecologica avrà un impatto non da poco anche sull’occupazione; sarà fondamentale cercare un equilibrio tra salvaguardia del lavoro e tutela dell’ambiente attraverso piano straordinari di riqualificazione e formazione. Allo stesso tempo vanno incentivati gli investimenti pubblici e privati per la riconversione verde delle produzioni, per la riduzione delle emissioni inquinanti e per la messa in sicurezza del territorio.

Categorie Articolo:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.