News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

ASSOUTENTI * COVID: « IN TRENTINO ALTO ADIGE OBBLIGO MASCHERINE FFP2, È CAOS PER I TRASPORTI PUBBLICI »

Scritto da
13.59 - lunedì 27 dicembre 2021

Trentino Alto Adige, obbligo mascherine Ffp2: è caos per trasporti pubblici! Cittadini impreparati a nuova misura e scarsi controlli sui mezzi.

Assoutenti denuncia: situazione fuori controllo. Subito Esercito presso stazioni ferroviarie e fermate dei bus della regione. Mascherine siano distribuite gratuitamente.

Appello a Commissario Figliuolo e a Prefetti affinché siano intensificati i controlli o nuove misure saranno del tutto inutili

Con l’entrata in vigore delle nuove disposizioni sull’obbligo di mascherina Ffp2 è caos anche in Trentino Alto Adige sul fronte dei trasporti pubblici. Lo denuncia Assoutenti, che segnala criticità e chiede l’intervento dell’Esercito per incrementare i controlli sul rispetto delle nuove disposizioni e sul green pass.

“Migliaia di cittadini sono del tutto impreparati alle nuove disposizioni del Governo che, come noto, hanno introdotto l’obbligo di indossare la mascherina Ffp2 su tutti i mezzi di trasporto, sia locali che a media e lunga percorrenza – spiega il presidente Furio Truzzi – Tantissimi i passeggeri che non erano a conoscenza della nuova misura o della data di entrata in vigore dell’obbligo, e hanno utilizzato bus e treni sprovvisti di mascherina Ffp2. Ma non solo.

Considerato l’elevato numero di cittadini che, a partire da oggi, sono tornati a muoversi con i mezzi pubblici, i controlli delle forze dell’ordine presso le stazioni e all’interno di bus sono del tutto insufficienti e sarà materialmente impossibile garantire in regione il rispetto delle nuove disposizioni varate dal Governo”.

Per tale motivo Assoutenti rivolge oggi un appello al Governo, al Commissario straordinario Figliuolo e ai Prefetti del Trentino Alto Adige affinché siano intensificati in regione i controlli non solo sull’uso delle mascherine Ffp2, ma anche sul possesso del green pass per accedere a mezzi pubblici e treni, inviando i militari dell’Esercito presso stazioni ferroviarie e fermate degli autobus, allo scopo di coadiuvare le forze dell’ordine nelle operazioni di controllo e verifica dei passeggeri, e distribuire gratuitamente mascherine Ffp2 a tutti gli utenti che ne sono sprovvisti.

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.