VIDEONEWS & sponsored

(in )

PROVINCIA AUTONOMA TRENTO * INCONTRO CON VALDUGA: FUGATTI, « AVANTI CON LE PRIORITÀ PER LO SVILUPPO DI ROVERETO E DELLA VALLAGARINA, AL CENTRO LA CIRCONVALLAZIONE FERROVIARIA E LE OPERE DEL PROTOCOLLO »

Il presidente e Spinelli incontrano il sindaco Valduga: al centro la circonvallazione ferroviaria e le opere del protocollo d’intesa. Fugatti: “Avanti con le priorità per lo sviluppo di Rovereto e della Vallagarina”.

Un confronto per discutere assieme delle priorità per Rovereto e la Vallagarina, mettendo al centro i progetti per il futuro e gli interessi della comunità. Il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, ha incontrato oggi nella sede di Piazza Dante il sindaco della Città della Quercia, Francesco Valduga, alla presenza dell’assessore provinciale allo sviluppo economico Achille Spinelli, dei dirigenti Luciano Martorano (Infrastrutture) e Raffaele De Col (Protezione civile, foreste e fauna) e del direttore generale del Comune di Rovereto Mauro Amadori. Al centro dell’incontro le grandi opere, a partire dalla circonvallazione ferroviaria. Ma nell’appuntamento si è parlato anche del sottopasso ciclopedonale in piazzale Orsi e degli altri progetti delineati nel protocollo d’intesa siglato nel 2016 tra le due Amministrazioni, provinciale e comunale. Un accordo in procinto di essere aggiornato per il triennio 2021-23, con il finanziamento, in particolare, di una serie di impegni: la nuova sede del liceo artistico “Fortunato Depero”, la realizzazione della nuova Rsa in via Ronchi e il polo della protezione civile.

“In accordo con il Comune di Rovereto, con cui c’è piena collaborazione – così Fugatti, d’intesa con Spinelli – diamo un’ulteriore accelerazione nel solco della direzione già avviata, ovvero verso l’attuazione degli interventi previsti per un ambito così importante per il Trentino. Rovereto e la Vallagarina rappresentano uno snodo nevralgico per lo sviluppo di tutto il nostro territorio. Questa Giunta ha dato prova di una grande attenzione, per permettere al territorio di sfruttare appieno le sue grandi potenzialità a livello economico, culturale, turistico. Così intendiamo fare confermando questo virtuoso percorso di collaborazione per i progetti – dalla scuola all’assistenza socio-sanitaria alle infrastrutture – a favore della comunità”.

Nel corso dell’incontro sono stati portati all’attenzione gli studi effettuati da Rfi-Rete ferroviaria italiana, società del Gruppo Fs, riguardo al Lotto prioritario “Circonvallazione di Rovereto”, nell’ambito del potenziamento del Corridoio del Brennero e della realizzazione delle tratte di accesso sud alla Galleria di base del Brennero.

Rfi sta elaborando alcune soluzioni alternative per la realizzazione della nuova linea merci – al momento si tratta di studi, e non di progetti, in quanto le valutazioni sono ancora in fase di approfondimento tecnico – rispetto all’ipotesi iniziale delineata alcuni anni fa, al fine di rispondere al meglio alle esigenze del territorio. Tra queste figura l’interramento della linea storica della ferrovia nel tratto urbano di Rovereto.

Con l’incontro si è inteso dare uno strumento di valutazione a beneficio dell’amministrazione comunale per le valutazioni di fattibilità e in vista del percorso per portare a compimento la progettazione, per arrivare ad un progetto che definisca in modo definitivo la soluzione per Rovereto.

Quanto invece alla realizzazione del sottopasso ciclopedonale nei pressi della stazione ferroviaria in piazzale Orsi – opera prevista dal protocollo d’intesa tra Comune e Provincia e interamente finanziata per 10,5 milioni di euro sul bilancio provinciale – c’è stato un aggiornamento sullo stato di avanzamento. Alla luce delle scelte strategiche in materia, si è data priorità alla realizzazione “dell’unità funzionale 1-sottopasso alla SS 12”, per la quale è stato redatto e approvato il progetto esecutivo, mentre per “l’unità funzionale 2-sottopasso alla stazione ferroviaria e binari”, vi è un documento preliminare alla progettazione approvato.

La realizzazione del sottopasso alla SS 12 (UF 1), che avviene tramite una serie di appalti sequenziali, vede l’avvio dei lavori previsto nella stagione estiva in corso.