PROVINCIA AUTONOMA TRENTO

Covid-Free (12ma puntata format Tv)

Ieri l’assemblea generale dei soci alla presenza degli assessori provinciali Zanotelli e Tonina. Cooperativa Agri 90 di Storo, dopo 30 anni pronti ad investire sul futuro.

Il calo della produzione delle fragole ha determinato un leggero calo nel fatturato complessivo della Cooperativa Agri 90 di Storo i cui soci si sono riuniti nel tardo pomeriggio di ieri per l’approvazione del bilancio 2019, alla presenza dell’assessore provinciale all’agricoltura, Giulia Zanotelli e del vicepresidente e assessore provinciale alla cooperazione, Mario Tonina.
“Sottolineo subito – ha esordito il presidente Vigilio Giovanelli – che il valore della produzione segna un leggero decremento: dagli oltre 4 milioni di euro del bilancio 2018 a 3,8 milioni. Ovviamente, come sempre, c’è un motivo dietro al decremento: il calo della produzione delle fragole. Se la produzione del granoturco ha un andamento costante, non altrettanto si può dire per i piccoli frutti, che hanno alti e bassi. Sebbene il valore della produzione abbia subito un calo, la Cooperativa ha distribuito ai soci qualcosa come due milioni e oltre di Euro. Oggi – ha aggiunto Giovanelli – possiamo vantare, come diciamo da tempo, la nostra Cooperativa come una fonte di reddito pari, ma addirittura superiore alle industrie che si erano installate nella zona e che erano desiderate dalla manodopera per la sicurezza del posto di lavoro e dello stipendio. Alcune di quelle industrie hanno chiuso i battenti lasciando a casa i lavoratori, mentre noi continuiamo a mantenere vivo il territorio”.

I soci della Cooperativa Agri 90 sono testimoni di un fenomeno: fare agricoltura non è tornare ai tempi della povertà, quando si emigrava. Basti un dato: per il granoturco la Cooperativa ha distribuito settanta Euro al quintale come acconto nonostante ci sia ancora metà prodotto da vendere. Ma siccome l’azienda va bene e la prospettiva di vendere il prodotto ammiraglio è concreta, Agri 90 se lo può permettere. Un dato positivo, derivato da un’oculata gestione della Cooperativa e dei positivi riscontri nella commercializzazione riguarda l’annullamento dei mutui bancari, drasticamente ridotti a 19.000 euro.

Il presidente Giovanelli ha poi voluto ringraziare pubblicamente la Giunta provinciale che erogherà, sotto forma di contributo, il 40% della spesa ammessa, pari a mezzo milione di euro per l’ampliamento della sede. “Dobbiamo certamente un ringraziamento – ha affermato Giovanelli – al nostro rappresentante territoriale, il vicepresidente Mario Tonina, che ci ha sempre seguito con attenzione. Un grazie va a tutta la Giunta provinciale, ma in particolare all’assessore all’agricoltura Giulia Zanotelli, che ha creduto e crede nella nostra attività e nei nostri progetti”.

Il vicepresidente Tonina e l’assessore Zanotelli, salutando i soci della Cooperativa, hanno ribadito il sostegno della Giunta al settore della cooperazione agricola, che è di fondamentale importanza non solo per tanti piccoli agricoltori, ma per l’intera filiera agroalimentare e dunque per l’economia trentina. “Un settore – hanno detto – che presenta grandi potenzialità e alcune fragilità che vanno affrontate con il contributo di tutti”.