VIDEONEWS & sponsored

(in )

LIBERI E UGUALI – TRENTINO * GRANDI CARNIVORI: ” LA GIUNTA PROVINCIALE PAT A RISPETTARE LE DECISIONI DELL’AUTORITÀ STATALE E A RICUSARE QUINDI IL PIANO DI ABBATTIMENTO PREVISTO “

Siamo consapevoli del fatto che la nuova diffusione di grandi carnivori possa costituire un problema per chi vive, ma soprattuto per chi lavora in montagna, allevatori in primis, e che la gestione della convivenza dell’uomo con lupi ed orsi comporti difficoltà ed oneri per la pubblica amministrazione.

Riteniamo, però, che sia troppo semplicistico e fuori luogo il ricorso agli abbattimenti e che nessuna decisione in merito alla gestione dei grandi carnivori possa essere presa a livello territoriale, anche in un territorio che gode di autonomia, senza tener conto degli studi degli enti scientifici che a livello nazionale studiano il problema (Ispra in Italia).

Invitiamo il Presidente e la Giunta provinciale a rispettare le decisioni dell’autorità statale e a ricusare quindi il piano di abbattimento previsto, per pensare invece ad adottare un piano di interventi articolati, che sappiano costruire una risposta adeguata al problema, attraverso una serie di misure, quali:

– una campagna di informazione che contribuisca a superare la visione negativa dei grandi carnivori e sappia fornire le precise indicazioni per una convivenza pacifica

– il sostegno agli allevatori con aiuti logistici e finanziari per la prevenzione, come recinti, e cani da guardia idonei, e con risarcimenti veloci in caso di perdite di animali;

– la difesa della biodiversità dell’ambiente montano, della quale fanno parte anche i grandi carnivori, attraverso monitoraggi continui per la salvaguardia del necessario equilibrio;

– l’ipotesi di una gestione del problema condivisa tra tutte le regioni dell’arco alpino.

 

*

Liberi e Uguali del Trentino