News immediate,
non mediate!

Candidata FdI Cinzia Cellucci (Comune Rovereto) – Lettera ai cittadini

Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

FORZA ITALIA – TRENTINO * REFERENDUM TAGLIO PARLAMENTARI: ZAMPICCOLI, « UN “NO” PER TUTELARE L’AUTONOMIA, IL “SÌ” ESPRESSIONE DI AUTORITARISMO PREOCCUPANTE »

Scritto da
08.10 - venerdì 11 settembre 2020

Nei giorni scorsi si è riunito il direttivo provinciale di Forza Italia del Trentino. Tra l’altro è stato approfondito il tema del referendum istituzionale sul quale si dovrà votare il 20 e 21 settembre.

A questo proposito il Direttivo ha espresso l’opinione che si debba votare no per almeno due motivi : uno di carattere generale ed uno specifico riferito alla situazione del Trentino. Facendo proprie le osservazioni avanzate in questi giorni da esperti costituzionalisti e politologi il Direttivo ha preso atto che la vittoria del Sì danneggerebbe ulteriormente la struttura dell’Autonomia.

Se passasse il Sì, infatti, i parlamentari previsti per il Senato non sarebbero più espressione della Regione ma delle due Province. Come ha spiegato bene il costituzionalista dott. Roberto Toniatti, le Province in Senato sostituirebbero di fatto la Regione.

Tradotto in termini politici significherebbe che Trentino e Alto Adige verrebbero ulteriormente separati. Verrebbe meno cioè quella cornice istituzionale di carattere regionale – voluta dall’accordo Degasperi – Gruber – che è una delle ragioni fondanti dell’autonomia trentina e sudtirolese. Mettere in discussione la cornice regionale potrebbe voler dire mettere in discussione nel futuro la stessa autonomia trentina e favorire le spinte centrifughe della Svp e dell’Alto Adige. In altre parole potrebbe essere a rischio l’autonomia del Trentino. Di qui una buona ragione per dire No alla riforma.

Per quanto riguarda le motivazioni di carattere nazionale è stato sottolineato che la vittoria del ”Sì” convaliderebbe la proposta di legge costituzionale varata il 12 ottobre dello scorso anno, senza che nel frattempo siano state approntate e adottate quelle necessarie misure organizzative, tecniche e formali compatibili con l’applicazione della nuova riforma. Il che potrebbe portare ad un ulteriore caos a livello parlamentare e costituzionale.

Nel corso del dibattito è stato messo in evidenza come la vittoria del Sì non avrebbe effetti salvifici sul sistema, ma finirebbe solo per dar poteri maggiori ai partiti andando in direzione di un autoritarismo preoccupante.

In considerazione di queste ed altre ragioni il Direttivo ha ritenuto opportuno invitare iscritti e simpatizzanti di Forza Italia ad esprimere un convinto NO.

 

*

Ettore Zampiccoli
Commissario di Forza Italia del Trentino

Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA
© RIPRODUZIONE RISERVATA
DELLA FONTE TITOLARE DELLA NOTIZIA E/O COMUNICATO STAMPA

È consentito a terzi (ed a testate giornalistiche) l’utilizzo integrale o parziale del presente contenuto, ma con l’obbligo di Legge di citare la fonte: “Agenzia giornalistica Opinione”.
È comunque sempre vietata la riproduzione delle immagini.

I commenti sono chiusi.