News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

UIL TUCS * AZIENDE PROMOZIONE TURISTICA: LARGHER, « TRENTINO MARKETING HA RICEVUTO 33 MILIONI E RISCHIA DI CONFRONTARSI CON APT CHE CAMBIANO DI MESE IN MESE »

Scritto da
16.34 - venerdì 11 febbraio 2022

Quanto accaduto all’Apt Alpe Cimbra non è e non sarà un caso isolato. La riforma delle APT si è giocata solo su un piano politico tra i comuni, sulle fusioni o mancate fusioni e sulla nascita di consorzi a presidio di alcuni territori che male hanno digerito l’accentramento di risorse e gestione a scapito di alcuni comuni periferici.

Non si è voluto affrontare , a nessun livello, il problema organizzativo del personale e la garanzia del mantenimento delle professionalità che in molto casi sono professionalità alte con età che potrebbero dare tempi lunghi sia dal lato della programmazione che della stabilità delle APT.

Una Trentino Marketing che ha appena ricevuto 33 milioni di euro di finanziamento rischia di doversi confrontare con interlocutori nella APT che cambiano di mese in mese.

Tra l’altro il calo dei contagi di queste settimane sta portando alcune APT a rimettere in discussione il lavoro nelle modalità in smart working e contestualmente a spostare il personale (in molti casi giovani con figli piccoli a carico) dalle sedi delle APT che sono state accentrati a seguito delle fusioni alle sedi centrali che distano in alcuni casi a 20 -30 km impiegando fino 2 ore in più al giorno per recarsi al lavoro, senza contare le problematiche nel traffico del periodo estivo, come succede nella zona di Riva del Garda.

Chiediamo come Uiltucs che l’assessore Failoni convochi subito un tavolo di confronto a livello provinciale al fine di trovare immediatamente soluzioni per non perdere personale altamente qualificato, analizzando i dati per singola APT sull’andamento delle dimissioni e assunzioni del personale e le cause delle eventuali criticità.

E’ ora che il tema del personale diventi centrale per fornire un servizio di qualità dopo anni passa-ti a discutere di equilibri territoriali sulla gestione dell’offerta turistica che in alcuni casi è sembrata più una discussione di potere che di valorizzazione del territorio.

 

*

Il Segretario Generale Uiltucs Trentino Alto Adige Südtirol

Walter Largher

Vassilios Bassios

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.