VIDEONEWS & sponsored

(in )

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO * AQUILA BASKET: « I BIANCONERI SUPERANO 67-57 IL BOULOGNE METROPOLITANS NEL ROUND 4 DI TOP 16 »

Dolomiti Energia Trentino a segno in EuroCup: nel Round 4 delle Top 16 Metropolitans sconfitto 67-57.

I bianconeri nella “prima” di Lele Molin da head coach superano la capolista del gruppo F salendo al secondo posto nel girone: 15 punti per Maye e altri tre in doppia cifra, ma il successo dell’Aquila parte dalle 24 palle perse forzate ai francesi e dai 57 punti subiti

La Dolomiti Energia Trentino strappa una vittoria fondamentale per il morale e per la classifica del gruppo F nelle Top 16 di 7DAYS EuroCup: i bianconeri battono la capolista Boulogne Metropolitans 92 per 67-57 e rilanciano le proprie ambizioni di passaggio del turno salendo al secondo posto nel girone. La “prima” di Lele Molin come allenatore dell’Aquila si chiude con un successo chiave al termine di 40’ di intensissima battaglia sportiva, con un livello di fisicità e agonismo da entrambe le parti senza esclusione di colpi: Trento ne esce vincitrice grazie all’eleganza del “solito” Luke Maye (15 punti e quattro assist) e all’energia di Gary Browne (12 punti) e JaCorey Williams (12 anche per lui). A firmare le giocate chiave, un chirurgico Jeremy Morgan da 4/7 da tre. Al resto ci pensano il cuore e la difesa dei bianconeri, che costringono gli avversari a 24 palle perse e a soli 57 punti segnati.

La cronaca | La partita è subito una battaglia sportiva intensissima in cui le difese hanno la meglio sull’attacco: dopo tre minuti di gioco siamo sul 3-3 con le bombe di Konate e Morgan, il primo allungo lo firmano gli ospiti (5-12). Trento forza cinque palle perse ai suoi avversari, ma apre il match con un 2/11 al tiro dal campo. Un altro canestro dall’arco di Jeremy e un bel gancio di Ladurner riportano a tiro i bianconeri, sotto 12-15 dopo i primi combattutissimi 10’ di gara.

La Dolomiti Energia tiene senza punti i francesi per tre minuti anche nel secondo quarto, ma questa volta piazza un 8-0 di break scandito dai canestri di Williams e Mezzanotte (20-15). Michineau e Pinault rimettono tutto in parità, ma ancora una volta una tripla di Morgan dà slancio ai padroni di casa: nel finale di quarto poi il palcoscenico se lo prende Gary Browne, che con due canestri di talento consecutivi scava il 33-28 con cui si va all’intervallo lungo.

Dopo una schiacciata di Michineau, Trento piazza un altro 8-0 che lancia i bianconeri al primo vantaggio in doppia cifra della serata (41-30 con una tripla di Maye e un appoggio di Williams). I francesi non ci stanno e replicano con le triple di Pinault e Konate, inducendo coach Molin al timeout (43-39). Maye sale a quota 11 con la seconda tripla della sua partita, “pareggiata” subito dalla terza bomba di Pinault (47-45 dopo 30’).

Negli ultimi 10’ si alza ancora di più la temperatura: è una battaglia sportiva di rara intensità che vede le due squadre rispondersi colpo su colpo. Due triple di Brown e Pinault lanciano il Metropolitans, ma Trento ha punti e giocate chiave da Maye (51-51): è Gary Browne a suonare la carica, con una tripla e un paio di assist per Williams. A quel punto un’altra conclusione dall’arco, questa volta di Morgan, rompe l’equilibrio (63-57). Il Metropolitans rimane soffocato dalla difesa dei padroni di casa e Sanders chiude i giochi.

Dolomiti Energia Trentino 67

Boulogne Metropolitans 92 57

(12-15, 33-28; 47-45)

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO: Martin 2 (1/3, 0/2), Jovanovic ne, Pascolo ne, Conti ne, Browne 12 (0/3, 3/6), Forray 2 (0/2), Sanders 8 (2/5), Mezzanotte 2 (1/3, 0/1), Morgan 12 (0/1, 4/7), Williams 12 (6/12), Ladurner 2 (1/2), Maye 15 (4/6, 2/4). Coach Molin

BOULOGNE METROPOLITANS 92: Stoll 3, Konate 6, Michineau 11, Roos 3, Sako, Pinault 11, Goodwin 2, Brown 7, Chikoko 6, Ginat 8. Coach Zdovc.

ARBITRI: Milivoje Jovcic, Arturas Sukys, Artem Lavrukhin.

Le parole di coach Lele Molin | «Si è sempre contenti dopo una vittoria, ma per noi questa partita vale più di un semplice successo: lo avevamo detto presentando questo incontro, questa era un’occasione importante per riprendere fiducia e slancio. La squadra ha combattuto, oggi abbiamo capitalizzato al meglio un grande sforzo fisico e mentale: come ho detto anche ai ragazzi, questa è una squadra che può competere ad alto livello, dobbiamo imparare a giocare con più intelligenza e gestire le situazioni difficili della partita con la testa. È stata una partita molto combattuta, a un certo punto il campo è diventato molto piccolo per i nostri avversari e siamo stati bravi a forzare così tante palle perse: il punteggio è indicativo di come abbiamo controllato il ritmo della partita».

La prossima | I bianconeri domenica alle 17.00 saranno di scena in casa alla BLM Group Arena contro la Victoria Libertas Pesaro nel 19esimo turno di campionato.

 

*

foto Daniele Montigiani