CONSIGLIO PROVINCIALE TRENTO

"A tu per tu“ con con Alex Marini - Gruppo Misto

Focus: Legge sull'energia

In data odierna, il carosello sciistico Dolomiti Superski ufficializza le novità impianti, piste e sistemi di innevamento per la stagione invernale 2020-21. Come di consueto, le 130 società funiviarie affiliate a Dolomiti Superski hanno confermato anche in questo momento particolare della storia i propri investimenti programmati da tempo, portandone a termine la grandissima parte. “È un segnale forte a tutta la filiera, quello che gli impiantisti di Dolomiti Superski vogliono dare con la conferma del piano di investimento, nonostante la crisi mondiale da Covid-19.

È la dimostrazione che noi crediamo fortemente nella possibilità di continuare a fare il nostro lavoro, accettando la sfida dei tempi. Come vertice della filiera turistica ci sentiamo responsabili anche per tutti coloro che vivono e lavorano nell’ambito turistico del nostro territorio”, questo il commento del neopresidente di Dolomiti Superski Andy Varallo in occasione della presentazione delle novità impianti, piste e sistemi di innevamento per la stagione invernale 2020-21 di Dolomiti Superski.

La qualità del servizio offerto alla clientela è da sempre uno dei punti più importanti nella filosofia aziendale delle società consorziate nel Dolomiti Superski e di conseguenza, l’attività durante i mesi estivi è focalizzata sul costante ammodernamento delle infrastrutture e sullo studio di nuove proposte per quanto riguarda le promozioni e la possibilità di scelta tra varie tipologie di skipass. In termini di infrastruttura, l’attenzione è rivolta soprattutto verso gli impianti di risalita, le piste e i sistemi di innevamento programmato, per aumentarne la sicurezza, il comfort, nonché l’efficienza dei servizi proposti ai clienti. Di conseguenza, non si persegue il fine di realizzare nuove aree sciistiche, ma di ottimizzare le esistenti, migliorarne i collegamenti e curarne i particolari, come la preparazione quotidiana delle piste, finalizzata a garantire condizioni perfette a sciatori e snowboarder, senza però tralasciare quegli investimenti che aumentano la sostenibilità dell’attività.

Nonostante la crisi mondiale da Covid-19 e il lungo lockdown durante la primavera, la gran parte degli investimenti già programmati in anticipo, è comunque stata confermata e realizzata. Sono perciò stati rinnovati o sostituiti impianti di risalita obsoleti, realizzate nuove piste in zone sciistiche già esistenti, ottimizzati collegamenti tra zone sciistiche e soprattutto potenziati i sistemi di innevamento programmato, in quanto essenziali per poter garantire la sciabilità al 100%, anche se le condizioni meteo sono meno favorevoli. Questi investimenti sono alla base della fiducia che i clienti di Dolomiti Superski possono porre nell’operato delle 130 società impiantistiche affiliate alla Federconsorzi.

Gli appassionati di sci che verranno a trovarci anche nella stagione invernale 2020-2021, troveranno ben 9 impianti di risalita completamente rinnovati, pronti per essere provati, nonché numerose piste rimodellate o recuperate da zone precedentemente utilizzate per fini diversi. Restano una costante anche gli investimenti nel potenziamento dei sistemi di innevamento programmato, che mirano soprattutto a poter impiegare in maniera più efficiente le risorse impiegate per produrre la neve tecnica, ossia acqua di sorgente, energia idroelettrica e aria compressa. In totale, il volume degli investimenti per la stagione invernale 2020-2021 è di oltre 100 milioni di euro, di cui circa un quarto per l’innevamento programmato. Ecco qui di seguito le novità nel dettaglio:

 

Senza titolo