VIDEONEWS & sponsored

(in )

DIRETTIVO FUTURA (2018) – REPLICA A DALZOCCHIO * SEA WATCH 3: « APPOGGEREMO SEMPRE LA DISOBBEDIENZA CIVILE DI SEA WATCH »

Vogliamo ribadire alla consigliera Mara Dalzocchio che quanto compiuto dalla capitana e dall’equipaggio della Sea Watch 3 è un atto di disobbedienza civile che noi appoggeremo sempre, sempre con maggiore forza. Chi apertamente, a testa alta, senza sottrarsi alle autorità, disponibile a pagare un prezzo personale, viola una legge per motivi umanitari, per dare una possibilità di vita a 42 sofferenti, compie un atto di disobbedienza civile.

Era il vostro leader che istigava all’illegalità, al non obbedire alle leggi. Accadeva 3 anni fa, ma era ed è tradizione della Lega. Per quali motivi? Pagare meno tasse, impedire l’allargamento dei diritti civili, salvarsi dal pagare i famigerati 49 milioni che la Lega ci ha rubato. L’illegalità andava bene quando si trattava di bruciare il tricolore. Due pesi e due misure sul rispetto della legge, non è vero?

Esiste una incolmabile differenza tra la disobbedienza civile della capitana Carola Rackete e la vostra istigazione all’illegalità. E aggiungiamo anche al razzismo e alla violenza contro i migranti. Questi sono i veri reati di cui un giorno dovrete rispondere.

Siamo stufi delle vostre menzogne. Non c’è nessun nesso tra disoccupazione e flussi di migranti: anzi, quando i flussi erano maggiori la disoccupazione aveva cominciato a calare. Se i morti in mare sono diminuiti è aumentata la percentuale di coloro che muoiono in mare perché voi avete impedito i soccorsi. E i morti e i torturati in Libia? E le donne stuprate? Per voi non esistono. Per il vostro “buonismo” non esistono queste vittime causate dalle vostre politiche.

Dite che il metodo migliore è “dissuadere loro dal partire”? E intanto tagliate i progetti di cooperazione internazionale, come sta avvenendo in Trentino. Certo, siamo d’accordo che bisogna creare le condizioni per non essere costretti a partire. Ma voi fate il contrario. Per voi è giusto sfruttare le risorse africane, è giusto fregarsene delle persone, è giusto inquinare il suolo, non permettere di vivere, è giusto scaricare i nostri rifiuti nocivi sulla loro pelle… per cosa? Per sentirsi dire che, per evitare le tragedie umanitarie, bisogna dissuaderli a partire.

No, consigliera Dalzocchio, non ci prendete in giro. Non ci fate paura. L’interesse superiore del salvare vite umane prevale su ogni regola o divieto.
Fortunatamente la storia è costellata di persone che hanno deciso di pensare con la propria testa, disattendendo la legge, da Gandhi a Rosa Parks.
La capitana Carola Rackete ha scelto da che parte della storia stare e noi con lei.

*

Direttivo di FUTURA – Partecipazione e Solidarietà