News immediate,
non mediate!

COPPOLA (FUTURA) – INTERROGAZIONE * CARCASSA ANIMALE RIPESCATO NELL’AVISIO: « LA GIUNTA PROVINCIALE SPOSTI L’ATTENZIONE DAL NON-PROBLEMA LUPO E SI OCCUPI DELLE VERE NECESSITÀ DEI CITTADINI »

Scritto da
15:35 - 9/05/2019

La Giunta provinciale sposti l’attenzione dal non-problema lupo e si occupi delle vere necessita’ dei cittadini. Il 10 marzo scorso, nell’Avisio, all’altezza di Soraga è stata avvistata la carcassa di un animale.

La stessa è stata portata a riva, consegnata alla Forestale e inviata all’Istituto zooprofilattico delle Tre Venezie competente per territorio per gli esami di rito.
Dagli esami è risultato che la carcassa apparteneva ad un lupo, vittima di un incidente stradale.

Gli organi di stampa riportano ora che il lupo era privo della testa e delle gambe anteriori. I rilievi effettuati parlavano solo di numerose fratture.
Ci si chiede quale tipo di incidente stradale possa aver provocato mutilazioni di quel tipo e se si sia invece tentato di mascherare un vile atto di bracconaggio.

L’intento della attuale forza di governo di generare paure infondate nella popolazione ai fini propagandistici pare non abbia limiti e purtroppo può dar vita anche a reazioni nella popolazione che spesso è mal informata.

I dati scientifici riportano che in Italia negli ultimi 200 anni non si sono mai riscontrati attacchi di lupi nei confronti dell’uomo. Di più: i lupi rifuggono l’uomo e se ne tengono ben distanti.

Invece di fomentare paure infondate bene farebbe l’attuale forza di governo a incentivare comportamenti rispettosi degli animali, invitare la popolazione a non lasciare cibo sui prati e intorno alle case, in modo da evitare che gli animali affamati si avvicinino troppo.

Con tutti i problemi che la nostra provincia si trova ad affrontare, dai tagli al welfare, al lavoro, alla mancanza di fondi per le necessità fondamentali per i cittadini (la scuola ad esempio) il presidente della Provincia non trova di meglio da fare che annunciare che si rivolgerà di nuovo al Ministero dell’Ambiente, chiedendo la deroga alle attuali normative per procedere al prelievo e alla cattura dei lupi.

Sono altri caro presidente gli annunci che vorremmo sentire, i temi che stanno veramente a cuore ai cittadini e su questi vorremmo avere delle risposte.
Si teme che tutto questo allarme per la pericolosità di lupi e orsi sia solo fumo negli occhi per coprire l’immobilità dell’attuale Giunta provinciale.

Tutto ciò premesso si interroga il presidente della Provincia per sapere:

1. se risponde al vero che gli accertamenti effettuati sulla carcassa del lupo ripescato dall’Avisio, hanno rilevato che le fratture riscontrate sono riconducibili ad un investimento stradale;

2. se non ritenga strano che un incidente stradale abbia portato alla decapitazione dell’animale e al taglio delle zampe anteriori;

3. se abbia valutato la possibilità che dietro a questo fatto ci sia un vile atto di bracconaggio;

4. quanti casi di bracconaggio sono stati rilevati sul nostro territorio negli ultimi 5 anni e su quali specie animali;

5. come pensa di affrontare il fenomeno del bracconaggio, purtroppo presente sul nostro territorio;

6. se non ritenga che le continue esternazioni sulla pericolosità dei lupi ingeneri percezioni di paura e diffidenza nella popolazione, oltre a veicolare un messaggio errato sulle possibilità di convivenza tra uomo e natura, così come di rispetto degli animali come esseri senzienti;

7. se non ritenga utile organizzare, assieme ai Comuni interessati dalla presenza del lupo, serate scientifiche informative, utili a rassicurare la popolazione.

 

*
LUCIA COPPOLA
consigliera provinciale FUTURA 2018

Categorie Articolo:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.