VIDEONEWS & sponsored

(in )

CONFCOMMERCIO – TRENTINO * CONSIGLIO UNIONE ALBERGATORI: « LA TUTELA DELL’AMBIENTE NON PUÒ COSTITUIRE FRENO ALLO SVILUPPO, SINTONIA CON GLI ASSESSORI FAILONI E ZANOTELLI »

Failoni e Zanotelli al consiglio dell’Unione albergatori. Sul tavolo il rapporto tra ambiente e sviluppo economico e la promozione dei prodotti trentini all’interno del sistema ricettivo

La tutela dell’ambiente, pur prioritaria, non può costituire un freno allo sviluppo del sistema economico trentino. C’è sintonia tra la posizione degli assessori provinciali Roberto Failoni e Giulia Zanotelli e quella del consiglio di Unat – Unione albergatori sul tema dell’equilibrio tra protezione del paesaggio trentino e legittimo sviluppo delle attività umane. I due responsabili di turismo e agricoltura all’interno del governo provinciale erano ospiti oggi pomeriggio al consiglio direttivo dell’associazione di categoria.

Non è stato soltanto un incontro di cortesia ma, visti anche gli argomenti all’ordine del giorno, la partecipazione degli assessori provinciali Giulia Zanotelli e Roberto Failoni al consiglio direttivo dell’Unione albergatori presieduta da Giovanni Bort è stata l’occasione per entrare nel merito di due questioni sulle quali l’associazione tiene assai viva l’attenzione: la tutela dell’ambiente e la promozione dei prodotti trentini all’interno del sistema ricettivo territoriale.

«Grazie agli assessori Failoni e Zanotelli – ha esordito il presidente Giovanni Bort – per l’attenzione che ci riservano con la loro presenza e, più in generale, con un atteggiamento attivo, con una predisposizione molto positiva all’ascolto ed alla condivisione delle politiche. Ci auguriamo di poter intraprendere un percorso proficuo a beneficio dell’intero sistema economico trentino».

«Le leggi sul turismo – ha spiegato Failoni – sono ormai datate e per il settore del turismo non sono più adeguate. Stiamo lavorando assieme a tutta la giunta con una sinergia incredibile che ritengo sia essenziale sfruttare fino in fondo da tutti i territori. Sono quasi 50 i provvedimenti che voglio portare a compimento nei prossimi due anni e anche con l’aiuto delle associazioni di categoria sono sicuro che potremmo ottenere un ottimo risultato per tutto il Trentino. Faremo una profonda riflessione sulla classificazione alberghiera e sul sistema di promozione.

Dobbiamo dimostrare una maturità nell’affrontare i problemi che in questi anni non è stata mai dimostrata: visitando tutti gli ambiti della nostra provincia in questi primi mesi ho avuto modo di rendermi conto quali sono le esigenze, le sofferenze ma anche le disponibilità e le differenze tra territori. Sono elementi che dobbiamo tenere in considerazione. Così come non possiamo ritenere che la difesa dell’ambiente, che è un bene prioritario anche per il turismo, possa ostacolare lo sviluppo economico».

«Ho visto grosse problematiche – ha detto l’assessore Zanotelli – nel rapporto tra agricoltura e turismo. Partiamo dal sostegno al marchio di qualità con prodotti veri, autentici, frutto di filiere interamente in Trentino. Rivedremo alcuni disciplinari e parte anche della promozione territoriale. È importante però avere la vostra collaborazione per conoscere le ragioni per cui è difficile portare in maniera soddisfacente i prodotti trentini all’interno degli alberghi e delle altre strutture ricettive trentine. Vendere i prodotti è vendere anche il territorio trentino».

Il consiglio ha concordato sulla necessità di unire le strategie di agricoltura e turismo, anche valorizzando in modo reciproco sia i prodotti trentini che il territorio, ovvero le strutture ricettive. Il vicepresidente Enzo Bassetti ha illustrato il progetto “Senti la differenza!” dedicato proprio alla promozione dei prodotti trentini negli alberghi, auspicando che possa essere un’esperienza passata sulla quale poter costruire nuove forme di progettualità condivise e di successo.