VIDEONEWS & sponsored

(in )

CNA AUTORIPARAZIONE TRENTINO ALTO ADIGE * CENTRI DI REVISIONE: « RICONOSCIMENTO NON PIÙ DIFFERIBILE, SI PUNTI SUL BONUS »

CNA Trentino Alto Adige apprezza l’emendamento approvato dalla Commissione Bilancio della Camera alla legge di bilancio con il quale viene disposto l’adeguamento delle tariffe per le revisioni auto, ferme da 13 anni. L’incremento di 9,95 euro rappresenta una boccata di ossigeno per i centri di revisioni privati, una categoria che da anni registra una crescita rilevante dei costi di gestione in termini di nuove tecnologie impiegate e formazione.

Il risultato premia la determinazione della Confederazione nazionale che da tempo è impegnata in un confronto continuo con il Parlamento, e in particolare con la Commissione trasporti, e i ministeri interessati per favorire il completamento della riforma sulle revisioni. Tra l’altro l’adeguamento delle tariffe per le revisioni auto non peserà sulle tasche degli italiani. L’emendamento approvato prevede infatti che lo Stato erogherà un bonus ai proprietari dei veicoli pari all’incremento di 9,95 euro.
Al riguardo CNA sollecita il varo in tempi rapidi del relativo decreto con le modalità per il beneficio che in alcun modo dovrà essere anticipato dalle imprese.

“La CNA ha lavorato con incessante determinazione negli ultimi mesi – commenta Günther Rabanser, portavoce di CNA Autoriparazione Trentino Alto Adige – per arrivare a questo importante risultato, che proprio in questo anno complicato riconosce finalmente ai Centri di Revisione un adeguamento delle tariffe che ormai era non più differibile. Ora sarà determinante verificare come nella pratica verrà disegnato il meccanismo di erogazione del bonus ai proprietari dei veicoli, per garantirne l’efficacia e la sostenibilità.”