News immediate,
non mediate!

Gianpiero Lui – Candidato sindaco Rovereto (Tn)

Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

A.C. TRENTO * CALCIO “ SERIE C”: “ I GIALLOBLÙ TORNANO A VINCERE, DAMIAN E PASQUATO FIRMANO IL 2-1 CONTRO LA JUVENTUS NEXT GEN “

Scritto da
17.40 - venerdì 23 dicembre 2022

I gialloblù iniziano nel migliore dei modi il girone di ritorno. Alla ripresa del torneo, l’8 gennaio, sarà trasferta sul campo della Pro Vercelli

Il 2022 del Trento si chiude con un successo al “Briamasco”: nel “lunch match”, valevole per la prima giornata del girone di ritorno, i gialloblù di mister Tedino conquistano i tre punti, piegando per 2 a 1 la Juventus Next Gen grazie alle reti di Damian nel primo tempo e di Pasquato al minuto 94.

Il Trento sale a quota 17 in classifica e, alla ripresa del torneo, l’8 gennaio 2023, sarà impegnato in trasferta al “Silvio Piola” contro la Pro Vercelli.

Live match.

Mister Tedino si affida al “4-3-3” con Marchegiani a protezione dei pali e quartetto difensivo formato da Galazzini e Semprini sulle corsie esterne con Vitturini e Fabbri nel mezzo. A metà campo Damian agisce da play con Ballarini e Fabbri interni, mentre in avanti Saporetti e Pasquato operano sulle corsie laterali con Brighenti terminale centrale.
Inizio volitivo e propositivo da parte del Trento che, al primo affondo, sfiora il vantaggio: al 4’ Saporetti imbuca per Brighenti che entra in area e calcia rasoterra in diagonale con la sfera che incoccia il palo a portiere battuto. Riprende Pasquato, il cui tentativo di rebound viene contrastato da un difensore.

Passa meno di un minuto e Saporetti si mette in proprio: sinistro rasoterra dal limite dell’area e sfera che sfiora il montante e si accomoda sul fondo. Gli ospiti si vedono al 19’ con la deviazione volante di Poli su piazzato di Iocolano, ma il “muro” gialloblu respinge la conclusione del capitano bianconero.

Al 24’ altra gran palla gol per il Trento: Saporetti sfonda in area, arriva a tu per tu con Garofani, bravissimo a chiudergli lo specchio della porta e respingere la conclusione del numero nove trentino.

È il preludio alla rete del vantaggio, che arriva un giro di lancette più tardi: Damian prende la mira e, dal limite dell’area, lascia partire un sinistro rasoterra dosatissimo che s’insacca a fil di palo.

Al minuto 31 ennesima tegola in casa gialloblu: Brighenti scappa in contropiede ma si ferma bruscamente sul dissestato fondo del “Briamasco” per un problema muscolo – tendineo. Il capitano aquilotto è costretto a lasciare il campo e al suo posto entra Ianesi, che si posiziona al centro del tridente.

Marchegiani blocca senza difficoltà il piazzato di Cudrig (36’), mentre centoventi secondi più tardi l’estremo difensore gialloblu è semplicemente strepitoso sulla conclusione potente da centroarea di Lipari che, sugli sviluppi di un corner, batte a colpo sicuro, trovando la grandissima risposta in tuffo del portiere trentino.

A fine primo tempo anche Damian subisce un colpo che lo costringe a ricorrere alle cure dei sanitari. Prima del duplice fischio altra scorribanda di Saporetti, che entra in area dalla destra e poi calcia, trovando la decisiva opposizione in scivolata di un difensore.

Ad inizio ripresa Mihai avvicenda Damian e la prima occasione degna di nota del secondo tempo è ancora di marca gialloblu: traversone di Fabbri per la testa di Ballarini, che incorna tutto solo da buona posizione senza però trovare la porta.

Con il passare dei minuti la Juventus Next Gen alza il baricentro: al minuto 67 Besaggio ci prova da dentro l’area con Ferri che respinge provvidenzialmente nei pressi della linea di porta. Sul ribaltamento di fronte, lungo lancio per Ianesi, anticipato fuori area da Garofani.
Entra Trainotti per Ianesi con passaggio al “3-5-2”, ma al 72’ arriva il pareggio dei bianconeri: l’arbitro assegna un generosissimo calcio piazzato al limite dell’area alla Juventus Next Gen e Iocolano insacca la sfera all’incrocio con una splendida traiettoria.

Il Trento si getta in avanti praticamente con tutti gli effettivi: al 78’ Semprini calcia alto da dentro l’area e, subito dopo, Pasquato incrocia con il mancino, sfiorando il palo.
All’81’ il direttore di gara ferma la ripartenza gialloblu per un inesistente fuorigioco fischiato a Saporetti e, subito dopo, è ancora Pasquato a provarci: gran botta e ottima risposta di Garofani.

All’89’ Semprini e il numero dieci gialloblu duettano al limite dell’area con la difesa bianconera che si salva in extremis. Il Trento assedia la metà campo avversaria e, al minuto 94, arriva il gol partita: punizione da venti metri in favore degli aquilotti con Pasquato che disegna un meraviglioso arcobaleno, spedendo il pallone proprio all’incrocio dei pali.

Finisce così: il Trento s’impone per 2 a 1, sale a quota 17 in classifica e, alla ripresa del campionato, l’8 gennaio 2023, andrà a far visita alla Pro Vercelli.

Il tabellino.

TRENTO – JUVENTUS NEXT GEN 2-1 (1-0)

TRENTO (4-3-3): Marchegiani; Galazzini, Vitturini, Ferri, Semprini (48’st Simonti); Ballarini, Damian (1’st Mihai), Fabbri; Saporetti, Brighenti (32’pt Ianesi – 23’st Trainotti), Pasquato.
A disposizione: Tommasi, Ruffato, Bertaso, Matteucci, Dalla Francesca, Benedetti.
Allenatore: Bruno Tedino.

JUVENTUS NEXT GEN (4-3-3): Garofani; Savona, Poli, Stramaccioni (42’st Nzouango), Mulazzi (19’st Turicchia); Sersanti, Bonetti (19’st Rafia), Iocolano; Cudrig, Cerri (19’st Pecorino), Lipari (1’st Besaggio).
A disposizione: Raina, Sekulov, Verduci, Cotter, Ntenda, Palumbo
Allenatore: Massimo Brambilla.

ARBITRO: Baratta di Rossano (Assistenti: Aletta di Avellino e Hader di Ravenna. IV Ufficiale: Delli Carpini di Isernia).

RETI: 25’pt Damian (T), 28’st Iocolano (J), 49’st Pasquato (T).

NOTE: spettatori un migliaio circa. Campo in cattive condizioni. Giornata fredda. Espulso al 36’st il tecnico Tedino (T) dalla panchina per proteste. Ammoniti Galazzini (T), Mihai (T), Cudrig (J), Poli (J) per gioco falloso. Calci d’angolo 6 a 3 per il Trento. Recupero 3’ + 5’.

Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA
© RIPRODUZIONE RISERVATA
DELLA FONTE TITOLARE DELLA NOTIZIA E/O COMUNICATO STAMPA

È consentito a terzi (ed a testate giornalistiche) l’utilizzo integrale o parziale del presente contenuto, ma con l’obbligo di Legge di citare la fonte: “Agenzia giornalistica Opinione”.
È comunque sempre vietata la riproduzione delle immagini.

I commenti sono chiusi.