MINORI E WEB: SAVE THE CHILDREN, ADULTI E RAGAZZI INCONSAPEVOLI DEL NAVIGARE

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

(Fonte: Ufficio stampa Save the children) – Adulti e ragazzi sempre più connessi via smartphone e sempre più social ma entrambi si muovono sulla rete quasi del tutto inconsapevoli delle conseguenze delle loro attività online. 8 su 10 si preoccupano dei propri dati in rete, ma non hanno alcuna idea né di quali dati vengano raccolti né di come siano utilizzati. Adulti e ragazzi pensano che se un contenuto intimo e riservato condiviso con qualcuno dilaga in rete, la responsabilità è equamente condivisa tra chi lo ha diffuso e chi in seguito lo ha divulgato in modo allargato e non autorizzato.  Per il 43% dei ragazzi e il 37% degli adulti una news online è affidabile se riceve molte condivisioni.

Secondo una ricerca condotta in esclusiva da Ipsos per Save the Children alla vigilia del Safer Internet Day, il 50% degli adulti e il 58% dei ragazzi accetta che una app acceda ai propri contatti, pur di usarla, considerandolo il giusto prezzo per essere presenti online; 9 su 10 non fanno nulla per proteggere la propria immagine online, come cancellare post passati o rimuovere tag del proprio nome da una foto. Quasi un ragazzo su dieci utilizza carte prepagate o sistemi di pagamento online per scommesse e giochi legali on line, come poker o casino, riservati agli adulti. Più di 1 su 5 invia video o immagini intime di se stesso a coetanei e adulti conosciuti in rete, o attiva la webcam per ottenere regali.

 

 

 

In allegato il comunicato stampa:

Cs-2017_Safer Internet Day_minori e adulti e Internet

 

 

In allegato il documento contenuto nel comunicato stampa:

SID 2017 – IPSOS PER SAVE THE CHILDREN – PERCEZIONE E CONSAPEVOLEZZA SUL…